Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Altoparlante guida

1. Definizione dell'attività

La guida-docente è un professionista la cui missione è quella di fornire visite guidate, in francese o in una lingua straniera, in musei in Francia e monumenti storici. Il suo ruolo è quello di valorizzare il patrimonio progettando azioni di mediazione culturale rivolte al pubblico nei territori e nei luoghi del patrimonio.

Per andare oltre Articolo L. 221-1 del Codice del Turismo.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

Al fine di svolgere l'attività di guida-docente, l'interessato deve giustificare una carta professionale rilasciata ai titolari di una certificazione registrata nel elenco nazionale delle certificazioni professionali (RNCP).

Formazione

La scheda guida professionale-altoparlante è data al titolare:

  • Licenza professionale come guida-docente;
  • master con le seguenti unità didattiche:- competenze dei docenti di guida,
    • situazione e la pratica professionale,
    • una lingua viva diversa dal francese;

Si noti che

Queste unità didattiche devono essere state convalidate dalla persona interessata. La prova della loro convalida può assumere la forma di un certificato rilasciato dall'istituto scolastico o di un'appendice descrittiva allegata al diploma.

  • master e giustificazione:- almeno un anno di esperienza professionale cumulativa nella mediazione orale dell'eredità negli ultimi cinque anni,
    • livello C1 al quadro comune europeo di riferimento per le lingue ( CECRL ) in una lingua straniera, una lingua regionale in Francia o una lingua dei segni francese.

Per andare oltre l'articolo 1 e l'appendice ordinato dal 9 novembre 2011 relative alle competenze necessarie per rilasciare la scheda di guida professionale-altoparlante ai titolari di una licenza professionale o di un diploma che conferisce il master.

Costi associati alla qualifica

La formazione che porta alla professione di guida-docente è pagata. Per ulteriori informazioni, si consiglia di avvicinarsi agli stabilimenti che lo escono.

b. Cittadini dell'UE o del CEE: per esercizio temporaneo e occasionale (Consegna gratuita dei servizi)

Qualsiasi cittadino di uno Stato membro dell'UE o del CEA che sia stabilito e pratici legalmente l'attività di guida-oratore in tale Stato può svolgere la stessa attività in Francia, su base temporanea e occasionale.

Il cittadino dovrà semplicemente indicare la menzione del titolo professionale o del titolo di formazione che detiene in tale stato sui documenti che presenterà in Francia alle persone legate all'accoglienza turistica, nonché al museo o ai dirigenti monumento storico visitato.

Nel caso in cui la professione non sia regolamentata, né nel corso dell'attività né nel contesto della formazione, nello stato in cui il professionista è legalmente stabilito, deve aver svolto tale attività per almeno un anno nel corso dei dieci anni prima del beneficio, in uno o più Stati dell'UE o del SEA.

Per andare oltre Articoli L. 211-1, L. 221-3, L. 221-4 e R. 221-14 del Codice del Turismo.

c. Cittadini dell'UE o del CEE: per un esercizio permanente (Free Establishment)

Un cittadino di uno Stato dell'UE o del CEA stabilito e che esercita legalmente come relatore guida in uno di questi Stati può svolgere la stessa attività in Francia su base permanente.

Sarà in grado di richiedere la carta professionale dal prefetto (vedi infra "5 gradi. a. Richiedere un biglietto da visita per l'UE o il cittadino del CEE per un esercizio permanente (LE) ), purché giustifichi:

  • detenere un diploma, un certificato o un altro titolo che consenta l'esercizio dell'attività a professionalità in uno Stato dell'UE o del CEE e rilasciato da:- l'autorità competente di tale Stato,
    • un terzo Stato, fornito di certificazione da uno Stato dell'UE o del CEE che riconosce il titolo e certifica che opera da almeno tre anni;
  • Tenere un diploma di formazione acquisito nel vostro stato di origine, specificamente finalizzato alla pratica della professione;
  • per almeno un anno a tempo pieno o a tempo parziale negli ultimi dieci anni in uno Stato dell'UE o del CEA che non disciplina l'accesso o l'esercizio di questa attività.

In caso di differenze sostanziali tra la qualifica professionale del nazionale e la formazione in Francia, il prefetto competente può esigere che la persona interessata si sottoponga a una misura di compensazione (cfr. infra "5o. a. Buono a sapersi: misure di compensazione").

Per andare oltre Articoli L.221-2, R. 221-12 e R. 221-13 del Codice del Turismo.

Tre gradi. Condizioni di onorabilità, regole etiche, etica

Chiunque lavori come guida-docente senza tenere una carta professionale è multato fino a 450 euro.

Per andare oltre Articolo R. 221-3 del codice del turismo e 131-13 del codice penale.

È uno di quattro gradi. Assicurazione

La guida-docente liberale deve acquistare un'assicurazione responsabilità civile professionale. D'altra parte, se esercita come dipendente, questa assicurazione è solo facoltativa. In questo caso, spetta al datore di lavoro prendere tale assicurazione per i suoi dipendenti per gli atti compiuti durante la loro attività professionale.

Cinque gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Richiedere un biglietto da visita per l'UE o il cittadino del CEE per un esercizio permanente (LE)

Autorità competente

Il prefetto del dipartimento in cui il cittadino desidera stabilirsi è competente per emettere la scheda guida professionale-altoparlante.

Documenti di supporto

A sostegno della sua domanda, il cittadino dovrà presentare al prefetto competente un fascicolo contenente i seguenti documenti giustificativi:

  • Un modulo di richiesta della carta, compilato e firmato;
  • Un documento che esprima le menzioni specifiche, linguistiche o scientifiche o culturali, da includere sulla mappa;
  • Una fotocopia di un documento d'identità valido
  • Uno o più ID foto
  • Una copia del diploma, del certificato o del titolo ottenuto in uno Stato dell'UE o del CEA;
  • un certificato che giustifica la sua attività per almeno un anno negli ultimi dieci anni, quando né la formazione né la pratica della professione sono regolamentate nell'UE o nello Stato del POA.

Esito della procedura

Il prefetto avrà un mese dalla ricezione delle prove a sostegno per riconoscerlo o richiedere l'invio di documenti mancanti. La decisione di emettere il biglietto da visita avrà luogo entro due mesi.

Il silenzio mantenuto alla fine di questo periodo varrà la decisione di concedere la tessera professionale.

Costo

Gratuito.

Buono a sapersi: misure di compensazione

Qualora sussistano differenze sostanziali nella formazione fornita dal cittadino e in quella richiesta in Francia, il prefetto competente può sottoporre la persona interessata alla misura di compensazione di sua scelta, vale a dire:

  • un corso di adattamento che non può durare più di tre anni;
  • un test attitudino.

L'individuo avrà quindi due mesi per far conoscere la misura della sua scelta.

Nel caso in cui il cittadino detenga un certificato di competenza o un titolo che sanziona un diploma di scuola superiore, la decisione sulla scelta della misura di compensazione sarà fino al prefetto entro due mesi.

b. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve completare un modulo di reclamo online .

Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).