Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

ID equino

1. Definizione dell'attività

L'identificazione degli equini mediante transponder è obbligatoria e consente all'equino di essere registrato nel file centrale del SIRE ("Equine Information System").

Come ricordo, gli equini formano la famiglia dei mammiferi che attualmente comprendono tre gruppi di specie: cavalli, asini e zebre. Queste specie hanno la particolarità di avere un solo dito per ogni arto, finito con uno zoccolo.

L'identificazione è effettuata da un identificativo dichiarato con i servizi dell'Istituto francese di equitazione (IFCE), incaricato di impiantare un transponder elettronico nel collo dell'equino e di effettuare la relazione di lettura di Equina. La persona incaricata dell'identificazione completa così un modulo di identificazione sul campo (cartaceo o smaterializzato) che trasmette all'IFCE o a un organismo emessivo per la registrazione e la modifica del documento di identificazione.

Per andare oltre Articolo L. 212-9 del Codice rurale e della pesca marina.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

Può svolgere l'attività di identificazione degli equini:

  • veterinari, vale a dire sul Collegio dei Veterinari;
  • veterinari di eserciti attivi;
  • veterinari dichiarati che praticano in Francia in modo temporaneo e casuale;
  • Ricercatori insegnanti veterinari nell'ambito della loro missione di insegnamento nelle scuole veterinarie nazionali;
  • Funzionari IFCE o funzionari a contratto che hanno accesso cumulativo a:- un certificato che certifica la loro capacità di identificare gli equini rilevando i marchi naturali,

Per andare oltre Articolo D. 212-58 del Codice rurale e della pesca marina.

Formazione

Solo coloro che sono stati certificati come veterinari o funzionari IFCE che sono stati addestrati a farlo possono richiedere di essere inseriti nell'elenco di identificazione equina.

Formazione veterinaria

Per scoprire tutto sulla formazione e l'accesso alla professione veterinaria in Francia, si consiglia di fare riferimento alla scheda di qualificazione fornita a questo scopo.

Formazione degli ufficiali IFCE

La formazione dei funzionari dell'IFCE consiste in corsi teorici e lavori pratici il cui contenuto è definito in consultazione con la professione veterinaria. Al termine della formazione, il funzionario dell'IFCE sarà rilasciato un certificato di capacità da parte di una commissione nazionale di identificazione elettronica di equini, sulla base delle relazioni dei formatori e della relazione riepilogativa preparata dal responsabile della formazione. per giudicare la capacità dell'ufficiale di fare identificazioni.

b. Cittadini dell'UE o del CEE: per esercizio temporaneo o occasionale (fornitura gratuita di servizi)

I cittadini veterinari di uno Stato membro dell'UE o del CEE che desiderano poter, temporaneamente e per caso, identificare gli equini in Francia devono prima dichiararsi veterinari che esercitano temporaneamente e occasionalmente. Per scoprire tutto sulle modalità da eseguire, si consiglia di fare riferimento alla scheda di qualificazione fornita a questo scopo.

c. Cittadini dell'UE o del CEE: per un esercizio permanente (istituzione libera)

I cittadini veterinari di uno Stato membro dell'UE o del CEE che desiderano avere un diritto permanente di identificare gli equini in Francia devono prima adottare misure per:

  • per praticare la professione veterinaria su base permanente. Per scoprire tutto sulle modalità da eseguire, si consiglia di fare riferimento alla scheda di qualificazione fornita a tale scopo;
  • essere un dipendente pubblico o un agente di stato dell'IFCE.

Tre gradi. Condizioni di onorabilità, regole etiche, etica

Il veterinario è soggetto alle norme etiche applicabili alla professione (articoli da R. 242-33 a R. 242-84 Codice della pesca rurale e marina).

È uno di quattro gradi. Assicurazione

I veterinari in pratica o nella fornitura gratuita di servizi devono usufruire di un'assicurazione responsabilità civile professionale la cui validità è riconosciuta sul territorio francese.

Cinque gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Fare una dichiarazione preventiva di attività per i cittadini veterinari dell'UE o del CEA impegnati in attività temporanee e occasionali (LPS)

Autorità competente

Il direttore generale dell'IFCE è responsabile della ricezione della pre-dichiarazione della pratica temporanea o occasionale dell'attività identificativa. Prima di questa dichiarazione, il professionista deve aver fatto la sua precedente dichiarazione di pratica per la professione veterinaria al Consiglio nazionale del Collegio dei Veterinari.

Documenti di supporto

La pre-segnalazione dell'attività di identificazione equina da parte di un veterinario viene effettuata elettronicamente. Il professionista invia una richiesta e-mail all'indirizzo info@ifce.fr allegando il modulo di domanda compilato e firmato scaricabile .

Per andare oltre : ordine del 25 giugno 2018 relativo all'identificazione degli equini.

Tempo

Il direttore generale di IFCE ha un mese dalla ricezione del file per prendere la sua decisione:

  • consentire al ricorrente di svolgere il proprio beneficio. In caso di inosservanza di questo periodo di un mese o del silenzio dell'amministrazione, la prestazione di servizi può essere effettuata;
  • informarli di una o più difficoltà che possono ritardare il processo decisionale. In questo caso, avrà due mesi di tempo per decidere, dalla risoluzione delle difficoltà e in ogni caso entro un massimo di tre mesi dalle informazioni della persona interessata sull'esistenza della difficoltà o delle difficoltà. In assenza di una risposta da parte dell'autorità competente entro questo lasso di tempo, l'erogazione del servizio può iniziare.

Per andare oltre Articolo R. 204-1 del Codice rurale e della pesca marina.

b. Iscrizione all'elenco degli identificativi equini per i cittadini dell'UE impegnati in attività permanente (LE)

Autorità competente

Il direttore generale dell'IFCE è responsabile dell'autorizzazione di coloro che desiderano essere in grado di identificare in modo permanente l'attività di identificazione degli equini in Francia.

Procedura

Il cittadino che desidera essere in grado di identificare gli equini deve prima richiedere la registrazione al Collegio dei Veterinari e poi registrarlo nell'elenco degli identificativi al direttore generale dell'IFCE.

La domanda di registrazione nell'elenco di identificazione è effettuata elettronicamente. Il professionista invia una richiesta e-mail all'indirizzo info@ifce.fr allegando il modulo di domanda compilato e firmato scaricabile .

Per andare oltre : ordine del 25 giugno 2018 relativo all'identificazione degli equini.

Costo

Gratuito.

c. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi, ad eccezione dei veterinari per i quali solo l'Ordine è competente.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).
Procedura

Il cittadino deve completare un modulo di reclamo online .

Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).
Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.
Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).