Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Manutenzione di animali domestici di specie domestiche

1. Definizione dell'attività

L'attività di manutenzione degli animali domestici di specie domestiche consiste per il professionista per garantire tra le altre cose:

  • Transito di animali domestici
  • loro custodia;
  • la loro istruzione
  • la loro formazione;
  • presentazione di cani e gatti al pubblico.

Si noti che

Gli animali domestici sono quelli destinati ad essere di proprietà degli esseri umani per il loro divertimento.

Per andare oltre Articolo L. 214-6 del Codice rurale e della pesca marina.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

La manutenzione degli animali domestici di specie domestiche può essere effettuata solo se sono soddisfatte le seguenti condizioni:

  • l'attività è stata dichiarata dal professionista al prefetto (vedi infra "5 gradi. a. Dichiarazione di attività in relazione agli animali domestici");
  • le strutture sono conformi alle norme sanitarie e di protezione degli animali (si veda il decreto del 3 aprile 2014 che stabilisce le norme sanitarie e di protezione degli animali alle quali devono essere soddisfatte le attività relative agli animali domestici Sezione L.214-6 del Codice Rurale e della Pesca Marittima);
  • almeno uno dei professionisti a diretto contatto con gli animali è il proprietario di:- certificazione professionale
    • un certificato di conoscenze relative alle esigenze biologiche, fisiologiche, comportamentali e di manutenzione degli animali rilasciato da un'istituzione approvata dal Ministro dell'Agricoltura,
    • un certificato di capacità per gli animali domestici rilasciato prima del 1 gennaio 2016.

Per andare oltre l'articolo L. 214-6 e il seguente del codice rurale e della pesca marina; Ordine del 4 febbraio 2016 relativo all'azione di formazione e all'aggiornamento delle conoscenze necessarie per le persone impegnate in attività relative agli animali domestici di specie domestiche e all'autorizzazione delle organizzazioni di formazione.

Formazione

Diversi percorsi consentono al professionista di acquisire le conoscenze necessarie per svolgere l'attività di manutenzione degli animali domestici.

Certificazione professionale

La certificazione professionale della persona interessata è definita come uno dei titoli o diplomi Appendice II 4 febbraio 2016.

Certificato di conoscenza

Il professionista deve registrarsi con un organismo autorizzato ed eseguire il cosiddetto allenamento adattivo per essere consapevoli delle esigenze biologiche, fisiologiche, comportamentali e di manutenzione degli animali domestici.

Non è richiesto alcun livello di conoscenza per accedere a questa formazione, che ha una durata minima di:

  • quattordici ore per una categoria di animali;
  • diciotto ore per due categorie;
  • 22 ore per tre categorie.

Il programma di valutazione è Appendice I 4 febbraio 2016.

Al termine della formazione, il professionista ha sottoposto ad un esame sotto forma di un questionario a scelta multipla (MQC) e, in caso di esito positivo, viene rilasciato dall'organismo competente un certificato di formazione che menziona le categorie di animali coperti dall'azione di Formazione. L'organizzazione di formazione deve quindi sottoporre i verbali della sessione di valutazione alla Direzione regionale dell'alimentazione, dell'agricoltura e della silvicoltura (DRAAF) per fornire il certificato di conoscenza al professionista.

Per andare oltre Articolo R. 214-27-1 del codice rurale e della pesca marittima; articolo 3 del decreto del 4 febbraio 2016 di cui sopra; decreto del 19 dicembre 2014 che rescinò il decreto del 25 novembre 2014 che pubblicava l'elenco degli organismi di formazione autorizzati ad attuare l'azione di formazione professionale continua per le persone impegnate in attività legate agli animali di un'azienda di specie domestiche.

Pet Capacity Certificate (CCAD)

Può anche giustificare la conoscenza del professionista titolare:

  • Un CCAD emesso prima del 1 gennaio 2016;
  • un titolo o un certificato menzionato nel Appendice III dell'ordine del 4 febbraio 2016 relativo all'azione di formazione e all'aggiornamento delle conoscenze necessarie per le persone impegnate in attività relative agli animali domestici di specie domestiche e all'autorizzazione delle organizzazioni di formazione.

Formazione continua

Per andare oltre :De del 4 febbraio 2016 relativo all'azione di formazione e all'aggiornamento delle conoscenze necessarie per le persone impegnate in attività legate agli animali domestici di specie domestiche e all'empowerment delle organizzazioni di formazione.

b. Cittadini dell'UE: per esercizio temporaneo e casuale (LPS)

Qualsiasi cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea (UE) o di una parte di Stato dell'accordo dello Spazio economico europeo (AEA) stabilito dalla Società e che svolgi un'attività domestica di manutenzione degli animali può, su base temporanea e Francia, la stessa attività.

A tale scopo, dovrà inviare una dichiarazione prima dell'esecuzione della sua prima rappresentazione (vedi infra "5o. a. Richiesta di dichiarazione preventiva dell'attività per il cittadino dell'UE per un esercizio temporaneo e occasionale (LPS).).

Nel caso in cui la professione non sia regolamentata, né nel corso dell'attività né nella sua formazione, nel paese in cui il professionista è legalmente stabilito, deve aver svolto tale attività in uno o più Stati membri per almeno un anno nel nell'ultimo decennio.

Laddove vi siano differenze sostanziali tra la qualifica professionale del nazionale e la formazione richiesta in Francia, il professionista dovrà giustificare l'acquisizione delle conoscenze, delle competenze e delle competenze mancanti.

Per andare oltre :Articolo L. 204-1 del Codice Rurale e della Pesca Marina.

c. Cittadini dell'UE: per un esercizio permanente (LE)

In Francia non esistono disposizioni speciali per le cittadine dell'UE che desiderino effettuare il mantenimento permanente degli animali domestici.

Come tale, il professionista è soggetto agli stessi requisiti del cittadino francese (vedi sopra "2". a. Requisiti nazionali").

Tre gradi. Divieti

Il professionista deve fare attenzione durante la sua attività professionale a non:

  • privare o maltrattare gli animali che mantiene;
  • Utilizzare un sistema di attaccamento o privazione della libertà che non è adatto alle loro esigenze;
  • vendere un animale domestico a un minore di età inferiore ai sedici anni senza il consenso della persona in possesso dell'autorità parentalePer andare oltre Articolo R. 214-19-1 e seguito del codice rurale e della pesca marina.

È uno di quattro gradi. Assicurazione

Il professionista che esercita in veste liberale deve usuperare un'assicurazione responsabilità civile professionale.

D'altra parte, se esercita come dipendente, questa assicurazione è solo facoltativa. In questo caso, spetta al datore di lavoro prendere tale assicurazione per i suoi dipendenti per gli atti compiuti durante la loro attività professionale.

Cinque gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Dichiarazione di attività in relazione agli animali domestici

Autorità competente

Il professionista deve inviare la sua dichiarazione alla Direzione dipartimentale per la protezione della popolazione (DDPP) o alla Direzione dipartimentale per la coesione sociale e la protezione della popolazione (DDCSPP) del dipartimento in cui desidera stabilirsi.

Documenti di supporto

Deve inviare l'organismo interessato al modulo Cerfa 15045*02 completate e firmate. Questa procedura può essere eseguita anche online Sito Dipartimento dell'Agricoltura.

Procedura

Una volta ricevuta la dichiarazione, il prefetto invia al richiedente la ricezione di una dichiarazione.

Per andare oltre Articolo L. 214-6-1 del Codice rurale e della pesca marina .

b. Richiesta di dichiarazione preventiva dell'attività per i cittadini dell'UE per esercizio temporaneo e occasionale (LPS)

Autorità competente

Il professionista deve rivolgersi al Direttore Regionale dell'Alimentazione, dell'Agricoltura e della Silvicoltura.

Documenti di supporto

Il professionista deve trasmettere con qualsiasi mezzo:

  • Prova dell'identità del professionista
  • un certificato che attua la sua costituzione giuridica in uno Stato membro dell'UE, che sta svolgendo il mantenimento di animali domestici e che non è soggetto ad alcun divieto di pratica;
  • prova delle sue qualifiche professionali
  • di cui egli è stato impegnato in questa attività per almeno un anno negli ultimi dieci anni nel caso in cui né l'attività né la formazione siano regolamentate in tale stato.

Procedura

L'autorità competente può sottoporre il professionista a un test attitudinale in caso di differenze sostanziali tra la sua formazione e la formazione richiesta per l'esercizio in Francia di questa attività.

Il silenzio da parte dell'autorità competente entro un mese vale la pena di accettare la domanda.

Si noti che

Questa dichiarazione deve essere rinnovata ogni anno e, se necessario, ad ogni cambiamento della situazione professionale. In caso di violazione di tale obbligo dichiarativa, il cittadino è passibile di un'ammenda di 1500 euro (o 3000 euro in caso di recidiva).

Per andare oltre Articoli L. 214-6-1 e R. 204-1 del Codice della pesca rurale e marina.

c. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve compilare un modulo di reclamo online.

Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).