Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Progettare e condurre esperimenti sugli animali

1. Definizione dell'attività

La missione della persona che progetta ed effettua esperimenti sugli animali è quella di istituire protocolli sperimentali per:

  • verifica delle ipotesi scientifiche
  • valutare in particolare i possibili effetti collaterali di nuovi farmaci, trattamenti o nuovi prodotti sull'uomo;
  • raccogliere o esaminare cellule, organi o fluidi corporei per verificare lo stato di salute delle popolazioni animali.

La persona è inoltre tenuta a monitorare il benessere degli animali nei centri sperimentali e a garantire che le cure loro fornite siano adeguatamente praticate.

In alcuni casi, potrebbe anche dover eseguire procedure chirurgiche sugli animali.

Si noti che

Essere un progettista e direttore degli esperimenti sugli animali non è una professione nel senso stretto della parola, ma una funzione aggiuntiva che fa parte di una professione regolamentata.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

La funzione di progettista e direttore di esperimenti sugli animali è riservata ai titolari:

  • un master o un diploma di ingegneria che richiede almeno cinque anni di specializzazione;
  • un diploma o una designazione che richiede almeno due anni di studi universitari in ambito scientifico e che giustifichino cinque anni di esperienza professionale sotto la responsabilità diretta di una persona con un master o una laurea in ingegneria minima;
  • una sanzione di livello C alla Federazione europea delle scienze animali di laboratorio (FELASA) per i cittadini di uno Stato membro dell'Unione europea (UE) o di un partito allo Spazio economico europeo (AEA).

Per andare oltre L'articolo 2 del 1o febbraio 2013 per quanto riguarda l'acquisizione e la convalida delle competenze del personale di utilizzatore, allevatore e fornitori di animali utilizzati per scopi scientifici.

Formazione

Finché la persona è giustificata da uno dei titoli di cui sopra, lui o lei deve sottoporsi a una formazione supplementare per svolgere il ruolo di progettista e direttore di esperimenti sugli animali. Questa formazione si svolge entro un anno dall'assunzione del lavoro e consiste in un modulo generale che copre tutte le specie e moduli specifici che coprono uno dei gruppi di specie determinati di seguito:

  • roditori;
  • affittare mammiferi;
  • carnivori;
  • Uccelli;
  • animali a sangue freddo;
  • primati;
  • Fauna selvatica.

Quando il progetto su cui sta lavorando coinvolge procedure chirurgiche, il progettista e direttore degli esperimenti sugli animali dovrà essere addestrato su aspetti della propedeutica chirurgica (assistenza pre e post-operatoria, asptia, anestesia e analgesia) durante un allenamento adattato di un minimo di 24 ore.

Si noti che

Il progettista e direttore di esperimenti sugli animali con un titolo di chirurgo, chirurgo dentale o veterinario è esente da questo modulo complementare.

Per andare oltre all'articolo 3 e all'allegato 1o febbraio 2013 per quanto riguarda l'acquisizione e la convalida delle competenze del personale di utilizzatore, allevatore e fornitori di animali utilizzati per scopi scientifici.

Costi associati alla qualifica

La formazione che porta all'attività di progettista e direttore di esperimenti sugli animali paga. Per ulteriori informazioni, si consiglia di avvicinarsi agli stabilimenti di erogazione.

b. Cittadini dell'UE o del CEE: per esercizi temporanei o occasionali (Servizio gratuito)

Al fine di svolgere il ruolo di progettista e direttore degli esperimenti sugli animali in Francia su base temporanea o casuale, il cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea (UE) o parte dell'accordo dello Spazio economico europeo (AEA) deve essere le norme applicabili alla professione praticata come principale.

Se l'interessato è stato addestrato alla progettazione e all'esecuzione di esperimenti sugli animali nel suo Stato di origine, può, se necessario, chiedere il riconoscimento in Francia se soddisfa le seguenti due condizioni:

  • giustificare con qualsiasi mezzo di seguire questa formazione;
  • seguire un modulo sui regolamenti francesi e un altro sull'etica in uno degli stabilimenti approvati dal Ministero dell'Agricoltura.

Nel caso in cui il cittadino non giustifichi il follow-up della formazione specifica nel suo Stato d'origine, dovrà seguire quello dato in Francia (vedi sopra "2. a. Formazione").

c. Cittadini dell'UE o del CEE: per un esercizio permanente (Free Establishment)

Per agire come progettista e direttore degli esperimenti sugli animali in Francia per un esercizio permanente, il cittadino di uno Stato membro dell'UE o del CEA deve fare riferimento alle norme applicabili alla professione praticata come principale.

Se l'interessato è stato addestrato alla progettazione e all'esecuzione di esperimenti sugli animali nel suo Stato di origine, può, se necessario, chiedere il riconoscimento in Francia se soddisfa le seguenti due condizioni:

  • giustificare con qualsiasi mezzo di seguire questa formazione;
  • seguire un modulo sui regolamenti francesi e un altro sull'etica in uno degli stabilimenti approvati dal Ministero dell'Agricoltura.

Nel caso in cui il cittadino non giustifichi il follow-up della formazione specifica nel suo Stato d'origine, dovrà seguire quello dato in Francia (vedi sopra "2. a. Formazione").

Tre gradi. Condizioni di onorabilità, regole etiche, etica

a. Etica

Chiunque progetti ed esegua esperimenti sugli animali ha l'obbligo di rispettare le regole etiche, compresa la regola 3R, che include:

  • Riduzione del numero di animali utilizzati per scopi sperimentali
  • perfezionare la metodologia applicata e trovare soluzioni per ridurre la sofferenza degli animali applicando punti limite;
  • sostituire i modelli animali.

b. Formazione professionale continua

Il progettista e direttore degli esperimenti sugli animali è tenuto a seguire una formazione continua obbligatoria di tre giorni ogni sei anni.

Questa formazione dovrebbe permettergli di aggiornare le sue conoscenze e può essere acquisita durante la formazione pratica o la partecipazione a seminari nei settori relativi alla sperimentazione animale.

Il seguito dell'istruzione continua è giustificato dal possesso di certificati di formazione o, come minimo, dei certificati di partecipazione ai seminari registrati in un opuscolo sulle competenze, tra cui:

  • Il titolo della formazione;
  • Il metodo di acquisizione
  • La data e la durata della formazione
  • data di convalida per la formazione.

Per andare oltre Articoli 5 e 6 dell'ordine del 1 febbraio 2013.

v. Sanzioni

Qualsiasi utilizzatore, allevatore o fornitore di animali a fini sperimentali deve essere in grado di giustificare che il suo personale ha seguito la formazione normativa e continua richiesta.

In caso di inosservanza di tale obbligo durante la visita di accreditamento da parte del dipartimento dell'agricoltura accompagnato da un ispettore veterinario del dipartimento, il capo dell'istituto e il suo personale non addestrato possono essere visti punire per un biglietto di quarta classe fino a 750 euro. Può anche compromettere la certificazione o il rinnovo dell'istituto.

È uno di quattro gradi. Assicurazione

In caso di esercizio liberale, la persona che progetta ed effettua esperimenti sugli animali è obbligata a stipulare un'assicurazione professionale di responsabilità civile.

D'altra parte, se esercita come dipendente, questa assicurazione è solo facoltativa. In questo caso, spetta al datore di lavoro prendere tale assicurazione per i suoi dipendenti per gli atti compiuti a volte.

Cinque gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Obbligo di intraprendere una formazione per i cittadini dell'UE o del CEE

Un cittadino di uno Stato dell'UE o del POE che ha ricevuto una formazione che porta al ruolo di progettista e sviluppatore di esperimenti sugli animali in tale Stato può richiedere il riconoscimento in Francia a condizione che ricevano ulteriore formazione tra cui un modulo sui regolamenti francesi e l'etica in uno degli stabilimenti approvati dal Ministero dell'Agricoltura.

b. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve completare un modulo di reclamo online .

Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).