Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Trasportatore di animali per equini e animali domestici di bovini, ovini, suini, capre e specie di pollame

Ultimo aggiornamento: : 2020-04-15 17:20:52

1. Definizione dell'attività

Il trasportatore di animali vivi (definito all'articolo 2 di regolamentazione (CE) 1/2005) per gli equini domestici e gli animali domestici delle specie bovine, di capra, di pecora, suina e pollame (i cosiddetti "animali affittuali") interviene nel trasporto di animali durante il viaggio:

  • non è soggetto a un'emergenza veterinaria;
  • è più di 65 km
  • nell'ambito di un'attività economica.

I suoi compiti principali sono:

  • mantenere e garantire il benessere degli animali trasportati;
  • garantire la loro irrigazione e l'alimentazione;
  • fornire il primo soccorso, se necessario, agli animali feriti o malati durante il trasporto.

Durante il trasporto, il trasportatore può essere dedicato esclusivamente a queste missioni o, in mancanza di ciò, essere:

  • Il cliente al luogo di partenza fino all'includemento del carico;
  • Il destinatario a destinazione dallo scarico incluso;
  • Responsabile del punto di arresto, compreso il caricamento e lo scarico;
  • in qualsiasi altro momento del viaggio.

Si noti che

Il trasporto deve essere effettuato in conformità con le condizioni degli allegato I e II regolamento (CE) 1/2005 del Consiglio del 22 dicembre 2004 .

Per andare oltre Articolo R. 214-55 del Codice rurale e della pesca marina.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

La professione di nastro trasportatore è riservata al professionista che detiene un certificato di competenze rilasciato dalla Direzione dipartimentale responsabile della protezione della popolazione (DDPP).

L'emissione di questo certificato di competenza può essere ottenuta fino a quando la persona è giustificata:

  • o hanno seguito una formazione specifica fornita dal organismo autorizzato ministro dell'Agricoltura e aver superato la valutazione associata;
  • o detenere uno dei diplomi, titoli o certificati nella parte 1 del calendario dell'ordine del 12 novembre 2005.

Se necessario, quando il trasportatore è anche responsabile del trasporto degli animali, deve essere in possesso di un permesso adeguato al tipo di veicolo guidato.

Si noti che

Il trasportatore che impiega un trasportatore di animali vivi deve disporre di un'autorizzazione di trasporto valida. D'altra parte, quando il trasportatore agisce per proprio conto, dovrà richiedere l'autorizzazione al trasporto compilando il modulo Cerfa 15714*01 che farà riferimento al DDPP territorialmente competente.

Per andare oltre Gli articoli 1 e 2 del decreto del 12 novembre 2015 relative alle autorizzazioni o alle immatricolazioni delle organizzazioni di formazione che attuano la formazione richiesta per le persone che svolgono una funzione di trasportatore animale vivo e all'articolo 6 paragrafo 5 del 1/2005 Regolamento del Consiglio del 22 dicembre 2004 protezione degli animali durante il trasporto e le relative operazioni.

Formazione

La formazione dovrebbe concentrarsi sugli aspetti tecnici e normativi della legislazione sulla protezione degli animali nei trasporti, tra cui:

  • Fitness, condizioni generali e documenti per il trasporto di animali vivi;
  • la fisiologia degli animali, le loro esigenze alimentari, l'irrigazione, il loro comportamento e il concetto di stress;
  • Gli aspetti pratici della manipolazione degli animali
  • L'impatto della guida sul benessere degli animali trasportati e sulla qualità della carne;
  • Cura degli animali di emergenza
  • Aspetti di sicurezza per il personale che maneggia animali;
  • viaggi a lungo termine e il diario di bordo.

La durata minima dell'addestramento è di 14 ore per una categoria di animali. Questa durata minima viene aggiunta ad un minimo di tre ore per categoria aggiuntiva di animali.

Il Certificato di Competenze è rilasciato come risultato della formazione e del successo in un test di valutazione.

Per andare oltre articolo 1 dell'Ordine del 12 novembre 2015 e allegato IV del regolamento del 22 dicembre 2004.

Costi associati alla qualifica

La formazione per entrare nella professione del trasportatore è pagata. Per ulteriori informazioni, si consiglia di avvicinarsi agli organismi di formazione autorizzati dal ministro responsabile per l'agricoltura.

b. Cittadini dell'UE o del CEE: per l'esercizio temporaneo e occasionale (fornitura gratuita di servizi)

Il cittadino di uno Stato membro dell'UE o del CEE, che svolge l'attività di trasporto di animali trasportatori per equini domestici e animali domestici del bestiame, della capra, delle pecore, dei suini e del pollame in uno di questi Stati, può utilizzare le sue specie. titolo professionale in Francia, sia temporanea che casuale. Egli deve fare una dichiarazione al prefetto della regione in cui desidera praticare (vedi sotto "5o). a. Fare una dichiarazione preventiva di attività per i cittadini dell'UE impegnati in attività temporanee e occasionali (LPS).).

Qualora né l'attività né la formazione che conduce a tale attività siano regolamentate nello Stato in cui è legalmente stabilita, il professionista deve averla svolta in uno o più Stati membri per almeno un anno, durante i dieci anni in cui essa è stata istituita in uno o più Stati membri per almeno un anno, durante i dieci anni in cui prima della performance.

Quando l'esame delle qualifiche professionali mostra differenze sostanziali nelle qualifiche richieste per l'accesso alla professione e la sua pratica in Francia, la persona interessata può essere sottoposta a un test attitudinale.

c. Cittadini dell'UE o del CEE: per un esercizio permanente (Free Establishment)

Un cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea (UE) o parte dello Spazio economico europeo (AEA) che svolge legalmente l'attività di trasportatore di animali in tale Stato può stabilirsi in Francia per svolgere la stessa attività a tempo indeterminato.

A tal fine, dovrà ottenere un certificato di competenza dal DDPP territorialmente competente (vedi infra "5o. a. Ottenere un certificato di competenza per l'UE o il cittadino del CEE").

Qualora né l'attività né la formazione che conduce a tale attività siano regolamentate nello Stato in cui è legalmente stabilita, il professionista deve averla svolta in uno o più Stati membri per almeno un anno nei dieci anni che prima della performance.

Se l'esame delle qualifiche professionali rivela differenze sostanziali nelle qualifiche richieste per l'accesso alla professione e alla sua pratica in Francia, la persona interessata può essere soggetta a misure di compensazione (cfr. di seguito "5. a. Buono a sapersi: misure di compensazione").

Tre gradi. Condizioni di onorabilità, regole etiche, etica

Gli obblighi etici sono di competenza del trasportatore animale, compresa la garanzia della salute e della dignità degli animali trasportati.

È uno di quattro gradi. Assicurazione

Nell'ambito delle sue funzioni, il trasportatore di animali è obbligato a stipulare un'assicurazione responsabilità civile professionale.

D'altra parte, se esercita come dipendente, questa assicurazione è solo facoltativa. In questo caso, spetta al datore di lavoro prendere tale assicurazione per i suoi dipendenti per gli atti compiuti a volte.

Cinque gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Ottenere un certificato di competenza per l'UE o il

Autorità competente

Il DDPP del luogo di residenza del nazionale è competente a decidere sull'emissione del certificato di competenza all'UE o ai cittadini del CEA.

Documenti di supporto

Il cittadino invierà un fascicolo all'autorità competente contenente i seguenti documenti giustificativi:

  • Una fotocopia di un documento d'identità valido
  • Una copia di una prova di residenza
  • Il modulo Cerfa n. 15715*01 , debitamente completato e firmato;
  • prova di qualificazione.

Procedura

Una volta che il DDPP ha effettuato le verifiche del file e ha assicurato che l'individuo non è stato oggetto di un ritiro o la cancellazione di un certificato nel suo Stato d'origine, sarà in grado di rilasciare il certificato di competenza.

Si noti che

Il certificato deve essere stabilito nella lingua dello stato di emissione e in inglese se è probabile che il trasportatore di animali si sposti in un altro stato.

Per andare oltre Sezione 17 e capitolo III del programma III dell'insediamento del 22 dicembre 2004.

b. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve completare un modulo di reclamo online .

Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).