Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Controllore tecnico della costruzione

Ultimo aggiornamento: : 2020-04-15 17:20:46

1. Definizione dell'attività

La missione del controllore tecnico è quella di prevenire eventuali pericoli tecnici che potrebbero verificarsi durante la costruzione di un'opera.

Garantirà la solidità delle strutture, la sicurezza delle persone che la occuperanno, il rispetto delle normative sulle persone con mobilità ridotta e le prestazioni energetiche.

Si noti che

Il controllo tecnico è obbligatorio per le opere a cui si fa riferimento nella sezione R. 111-38 del codice edilizio e abitativo.

Per andare oltre Articolo L. 111-23 del codice edilizio e abitativo; Decreto 99-443 del 28 maggio 1999 clausole tecniche generali applicabili agli appalti pubblici per il controllo tecnico.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

Per svolgere l'attività di controllore tecnico della costruzione, il professionista deve essere:

  • professionalmente qualificato;
  • l'approvazione ministeriale.

Per andare oltre Articoli L. 111-25 e R. 111-32-2 del codice edilizio e abitativo.

Formazione

Per essere riconosciuta come persona professionalmente qualificata, la persona deve giustificare:

  • per il personale operativo e gli ingegneri:- hanno una laurea post-secondaria in edilizia o ingegneria civile che richiede almeno quattro anni di studio, e hanno almeno tre anni di esperienza pratica nella progettazione, attuazione, controllo tecnico o competenza di Edifici
    • o avere sei anni di esperienza pratica nel settore;
  • per il personale addetto all'esecuzione della missione:- o detenere un certificato di scuola superiore nel campo di attività previsto, e una pratica di almeno tre anni nella progettazione, costruzione, controllo tecnico o competenza delle costruzioni,
    • o avere sei anni di esperienza pratica in questo campo.

Una volta che il professionista soddisfa queste condizioni, al fine di esercitare come controllore tecnico di costruzione, egli deve richiedere l'approvazione ministeriale (vedi infra "5o. a. Richiesta di approvazione").

Per andare oltre Articolo R. 111-32-2 del codice edilizio e abitativo.

b. Cittadini dell'UE: per esercizi olfatto temporaneo e occasionale (Consegna gratuita dei servizi (LPS))

Qualsiasi cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea (UE) o una parte dello Stato dell'accordo sullo Spazio economico europeo (AEA), che agisce come controllore tecnico della costruzione, può svolgere la stessa attività su base temporanea e casuale Francia.

A tal fine, la persona deve fare una dichiarazione preventiva al ministro responsabile della costruzione prima della sua prima rappresentazione (vedi infra "5o. b. Predichiarazione per i cittadini dell'UE o del CEE per esercizi temporanei e occasionali").

Inoltre, quando né l'accesso all'attività né al suo esercizio è regolamentato in tale Stato, il cittadino deve giustificare di aver intrapreso tale attività per almeno un anno nei dieci anni precedenti il suo primo beneficio.

Per andare oltre Articolo L. 111-25 del codice edilizio e abitativo.

c. Cittadini dell'UE: per un esercizio permanente (Free Establishment (LE))

Qualsiasi cittadino di uno Stato membro dell'UE o del CEA, legalmente istituito e che agisce come controllore tecnico della costruzione, può svolgere la stessa attività in modo permanente in Francia.

A tal fine, la persona deve disporre di un certificato di competenza o di un certificato di formazione rilasciato da uno Stato membro dell'UE o del CEA che disciplina l'attività di controllore tecnico della costruzione e attesta un livello di qualificazione presso il meno uguale al livello immediatamente inferiore a quello richiesto per un cittadino francese (vedi sopra "2 gradi). a. Formazione").

Una volta che il cittadino soddisfa queste condizioni, deve chiedere l'approvazione del ministro responsabile per la costruzione, così come il cittadino francese (vedi infra "5o. a. Richiesta di approvazione").

In caso di differenze sostanziali tra le sue qualifiche professionali e quelle richieste in Francia, il cittadino sarà Commissione di accreditamento e dovrà dimostrare le sue abilità e conoscenze nel campo della costruzione.

Per andare oltre Articolo R. 111-32-2 del codice edilizio e abitativo.

Tre gradi. Condizioni di onorabilità, regole etiche, etica

Responsabilità

Il controllore tecnico di costruzione è soggetto a una presunzione di piena responsabilità per tutti i danni che comprometteranno la forza della struttura o la renderanno inadatta allo scopo previsto.

Per andare oltre Articolo L. 111-13 del codice edilizio e abitativo.

Incompatibilità

L'attività del controllore tecnico è incompatibile con le attività di progettazione, esecuzione o lavoro. Inoltre, il controllore tecnico deve agire in modo imparziale e non interferire con l'indipendenza di coloro che svolgono le suddette attività.

Per andare oltre Articolo R. 111-31 del codice edilizio e abitativo.

È uno di quattro gradi. Assicurazione

Come parte della sua missione e a causa della sua piena responsabilità, il controllore tecnico dovrà prendere 10 anni di assicurazione di responsabilità civile.

Per andare oltre Articolo L. 111-24 del codice edilizio e abitativo.

Cinque gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Richiesta di approvazione

Autorità competente

Il ministro responsabile della costruzione è responsabile del riemissione della licenza, che ha una validità rinnovabile di cinque anni.

Documenti di supporto

La domanda di approvazione viene presentata presentando un file che include:

  • Lo stato civile del richiedente e l'indirizzo della sua casa;
  • la giustificazione della competenza teorica e dell'esperienza pratica del personale di gestione, l'organizzazione interna della direzione tecnica, le norme per l'assistenza ai servizi operativi effettivamente responsabili del monitoraggio e i criteri Assunzione o assegnazione di ufficiali
  • L'impegno che il controllore agirà in modo imparziale e indipendente;
  • L'impegno del controllore nei confronti dell'attenzione dell'amministrazione sarà reso necessario a qualsiasi modifica delle informazioni da esso fornite al fine di ottenere l'accreditamento;
  • In tal caso, tutte le approvazioni che ha ottenuto in precedenza, nel settore delle costruzioni;
  • l'entità dell'approvazione richiesta in base alla categoria o alle categorie di costruzione della struttura e la natura o l'estensione dei capricci che ne possono derivare.

Procedura

Il fascicolo sarà presentato alla Commissione di Accreditamento, che garantirà il rispetto delle esposizioni. Lei sentirà la ricorrente prima di deliberare su cosa fare della sua domanda. Quando emette un parere favorevole, informerà il ministro che emetterà l'approvazione entro sei mesi dalla ricezione del fascicolo completo. Il silenzio mantenuto in questo lasso di tempo varrà la pena rifiutare l'applicazione.

Per andare oltre Articoli R. 111-29 e R. 111-32 del codice edilizio e abitativo; Appendice III del decretato 26 novembre 2009 definizione dei modi pratici per accedere all'attività del controllore tecnico; collegamento al segretariato della Commissione per l'accreditamento dei controllori tecnici .

b. Predichiarazione per l'UE o il CEE nazionale per esercizi temporanei e occasionali

Autorità competente

Il ministro responsabile della costruzione è responsabile della decisione sulla prima dichiarazione di attività.

Documenti di supporto

Questa richiesta può essere inviata elettronicamente o per posta e prende la forma di una cartella con i seguenti documenti di supporto:

  • Lo stato civile del nazionale e l'indirizzo della sua casa;
  • un certificato che giustifica la sua costituzione legale in uno Stato dell'UE o del CEE e che non comporta un divieto di pratica;
  • tutti i documenti che giustificano le sue qualifiche professionali;
  • qualsiasi documento che giustifichi di essere impegnato in questa attività da almeno due anni negli ultimi dieci anni, purché l'UE o lo Stato del CEE in cui è istituita non regoli tale attività;
  • l'impegno che il cittadino agirà in modo imparziale e indipendente;
  • La natura dello spettacolo che intende esibire e la sua data di inizio e di fine;
  • un certificato di assicurazione di responsabilità civile su misura per il beneficio che ha intenzione di fare.

Procedura

Il ministro responsabile della costruzione avrà un mese di tempo per verificare il fascicolo e autorizzare la consegna, dopo un parere favorevole da parte della Commissione di accreditamento. In caso di differenze sostanziali tra le qualifiche professionali del cittadino e quelle richieste in Francia, il ministro può chiedere al cittadino di comparire dinanzi alla commissione e dimostrare le sue conoscenze e competenze Costruzione.

Vale la pena accettare la domanda dopo la ricezione del fascicolo, entro un mese.

Per andare oltre Articoli R. 111-29-1 e R. 111-32-1 del codice edilizio e abitativo; collegamento al segretariato della Commissione per l'accreditamento dei controllori tecnici .

c. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve compilare un modulo di reclamo online. Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).

Sei gradi. Testi di riferimento

  • Articoli da L. 111-23 a L. 111-26 del codice edilizio e abitativo;
  • Articoli da 111-29 a R. 111-42 del codice edilizio e abitativo;
  • ordine del 26 novembre 2009 che definisce i termini pratici di accesso all'esercizio dell'attività di controllore tecnico;
  • decreto 99-443 del 28 maggio 1999 relativo alle clausole tecniche generali applicabili ai contratti pubblici di controllo tecnico;
  • Standard NF P 03-100.