Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Biologo medico

1. Definizione dell'attività

La biologia medica è una disciplina medica che consiste, attraverso una visita medica specifica, di diagnosticare e prevenire le patologie dei pazienti e di garantire il loro follow-up terapeutico.

Lo specialista medico (chiamato biologo medico) esegue questo esame in un laboratorio di biologia medica.

Per andare oltre Articolo L. 6211-1 del codice di sanità pubblica.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

Per essere un biologo medico, il professionista deve:

  • essere professionalmente qualificato per esercitarsi come medico o farmacista e tenere:- una laurea specialistica in biologia medica (vedi sotto "Diploma specializzato in Biologia Medica (DESBM)"),
    • una qualifica in biologia medica rilasciata dal National College of Physicians, dal National College of Pharmacists o dal Ministro della Difesa per i Praticanti Militari,
    • un'autorizzazione individuale di esercizio rilasciata dal ministro responsabile per la salute alle condizioni dell'articolo L. 4111-2 del codice di sanità pubblica;
  • essere elencati nel Collegio dei Medici o dei Farmacisti.

Per scoprire come allenarsi per diventare un farmacista o un medico, e come registrarsi sul Collegio di Queste Professioni, si consiglia di fare riferimento alle carte "Farmaco" e "Medico qualificato in Medicina Generale".

Inoltre, alcuni professionisti possono avere la loro area di specializzazione riconosciuta (vedi infra "Riconoscimento di un'area di specializzazione").

Per andare oltre Articoli da L. da 6213-1 a L. 6213-6-1 del codice di sanità pubblica.

Formazione

Diploma in biologia medica (DESBM)

Per praticare come biologo medico, il professionista deve tenere la "Biologia Medica" DES.

Questa formazione è disponibile per gli studenti di medicina che hanno superato con successo i National Classant Tests (NCA) e per gli studenti di farmacia che hanno superato il concorso di stage.

Questo diploma consente al futuro specialista di acquisire le conoscenze e la pratica necessarie per svolgere i suoi compiti.

Questa formazione è composta da otto semestri, di cui almeno tre sono in uno stage con supervisione universitaria e almeno uno in un luogo di tirocinio senza supervisione universitaria.

Si noti che

Come parte del suo progetto professionale, il futuro biologo medico può richiedere una formazione trasversale specializzata (TSF) tra i seguenti:

  • bioinformatica medica;
  • genetica e medicina molecolare bioclinica;
  • ematologia bioclinica;
  • igiene - prevenzione delle infezioni, resistenza;
  • medicina e biologia riproduttiva - andrologia;
  • Nutrizione applicata
  • farmacologia medica/terapeutica;
  • terapia cellulare/trasfusione.

La formazione del DES è suddivisa in tre fasi: la fase di base, la fase di approfondimento e la fase di consolidamento.

La fase di base

Durano quattro semestri, permette al candidato di acquisire le conoscenze di base della specialità scelta e di eseguire:

  • tre tirocini in un luogo accreditato senior in biologia medica e devono coprire i campi della biochimica molecolare, dell'ematologia e della batteriologia-virologia;
  • uno stage in un luogo con licenza senior in biologia medica e in un campo diverso dal precedente stage.

La fase di approfondimento

Della durata di due semestri, permette al candidato di acquisire le conoscenze e le competenze necessarie per praticare la specialità scelta e per completare due tirocini in un luogo approvato come preside di biologia medica e beneficiando dell'accreditamento. per quest'area.

La fase di consolidamento

Con due semestri, permette al candidato di consolidare le sue conoscenze ed eseguire:

  • uno stage di un semestre in un luogo con licenza senior in biologia medica;
  • uno stage di un semestre in un luogo con accreditamento funzionale in biologia medica o principalmente accreditato in un'altra specialità e secondario in biologia medica.

Per andare oltre : Decreto del 27 novembre 2017 che modifica il decreto del 12 aprile 2017 relativo all'organizzazione del terzo ciclo di studi medici e al decreto del 21 aprile 2017 relativo alle conoscenze, alle competenze e ai modelli di formazione dei diplomi di studio e stabilire l'elenco di questi diplomi e le opzioni specializzate trasversali e la formazione degli studi medici post-laurea.

Riconoscimento di un'area specializzata

Può anche praticare come biologo medico, il professionista che, al 30 maggio 2013:

  • praticato biologia medica in una struttura sanitaria per almeno due anni negli ultimi 10 anni, o che ha iniziato a praticare tra il 13 gennaio 2008 e il 13 gennaio 2010 e praticato questa attività per due anni prima del 13 gennaio 2012. Tuttavia, il professionista che ha praticato la biologia medica in un campo di specializzazione può praticare solo in questo campo;
  • praticato come veterinario e che, avendo iniziato una specializzazione in biologia medica prima del 13 gennaio 2010, è stato premiato con la sua specializzazione entro il 13 gennaio 2016;
  • ha ricoperto il ruolo di direttore o vicedirettore di un Centro nazionale per le malattie trasmissibili ed è stato autorizzato a praticare la biologia medica dal ministro responsabile per la salute;
  • è stato autorizzato dal ministro responsabile della sanità in un'area di specializzazione del suo laboratorio;
  • ha servito per almeno tre anni come biologo medico in una struttura di biologia medica o in laboratorio.

Se necessario, il professionista dovrà richiedere il riconoscimento della sua area di specializzazione (vedi infra "5 gradi. a. Richiesta di riconoscimento della specializzazione").

Inoltre, il direttore o il vicedirettore di un centro nazionale per il controllo delle malattie trasmissibili dovrà anche richiedere un'autorizzazione all'esercizio (cfr. infra "5o. b. Richiesta di autorizzazione alla pratica per il direttore o il vicedirettore di un centro nazionale per le malattie trasmissibili").

Per andare oltre Articoli L. 6213-2 e L. 6213-2-1 del codice di sanità pubblica; Ordinanza n. 2010-49 13 gennaio 2010 su Medical Biology.

Costi associati alla qualifica

La formazione che porta alla laurea del medico è pagata e il costo varia a seconda dell'istituzione scelta. Per ulteriori informazioni, si consiglia di verificare con le istituzioni interessate.

b. Cittadini dell'UE: per esercizi olfatto temporaneo e occasionale (Consegna gratuita dei servizi (LPS))

Un cittadino di uno Stato dell'Unione europea (UE) o una parte statale dell'accordo dello Spazio economico europeo (AEA) legalmente stabilito può praticare la stessa pratica temporanea e occasionale in Francia. senza essere elencati nel Collegio dei Medici o dei Farmacisti.

A tal fine, dovrà fare una dichiarazione preliminare, la cui natura dipende dalla sua qualifica professionale e da una dichiarazione che giustifica di avere le competenze linguistiche necessarie per esercitarsi in Francia.

Per conoscere i termini di queste dichiarazioni anticipate, si consiglia di fare riferimento ai paragrafi "5". Procedure e formalità di riconoscimento della qualifica" delle carte "Farmacista" e "Medico qualificato in medicina generale".

c. Cittadini dell'UE: per un esercizio permanente (LE)

Un cittadino di uno Stato o di uno DEI EAE legalmente stabilito nell'UE che esercita la professione di medico o farmacista può svolgere la stessa attività in modo permanente in Francia.

In quanto tale, il cittadino può beneficiare, a seconda della natura della sua qualifica professionale, vale a dire:

  • riconoscimento automatico del diploma di medico o farmacista. Se necessario, spetta al Collegio verificare la regolarità del suo diploma, titolo o certificazione e concedere il riconoscimento automatico per registrarlo nell'Ordine della Professione in questione;
  • l'autorizzazione individuale a praticare. Se necessario, il professionista dovrà richiedere il permesso. Si consiglia di fare riferimento alle carte "Farmacista" e "Medico qualificato in medicina generale" per ulteriori informazioni.

Tre gradi. Condizioni di onorabilità, regole etiche, etica

a. Conformità con il codice etico di medici o farmacisti

Il biologo medico è soggetto al rispetto delle regole professionali applicabili alle professioni del medico e del farmacista.

Tutte le disposizioni dei codici etici dei medici e dei farmacisti sono codificate nelle sezioni R. 4127-1 a R. 4127-112 e R. 4235-1 a R. 4235-77 del Codice di Sanità Pubblica.

In quanto tale, il professionista deve rispettare i principi di dignità, non discriminazione, segretezza professionale o indipendenza.

Per andare oltre Articolo L. 6213-7 del Codice di sanità pubblica.

b. Attività cumulative

Il professionista può svolgere qualsiasi altra attività solo se tale combinazione è compatibile con i principi di indipendenza professionale e dignità impostigli.

In quanto tale, non può conciliare i suoi doveri con altre attività vicine al settore sanitario.

È inoltre vietato svolgere una funzione amministrativa e utilizzarla per aumentare la sua clientela.

Per andare oltre Articoli da R. da 4127-26 a R. 4127-27 e da R. 4235-4 a R. 4235-23 del Codice di Sanità Pubblica.

c. Obbligazione per lo sviluppo professionale continuo

Il biologo medico come professionista della salute deve seguire un programma di sviluppo professionale continuo. Questo programma migliora la qualità e la sicurezza delle cure, e mantiene e aggiorna la conoscenza.

Tutta la formazione o le azioni devono essere trascritte in un documento personale contenente i certificati di formazione.

Per andare oltre Decreto n. 2016-942 dell'8 luglio 2016 sull'organizzazione del continuo sviluppo professionale degli operatori sanitari.

È uno di quattro gradi. Assicurazione e sanzioni

a. Obbligo assicurativo

Obbligo di ottenere un'assicurazione di responsabilità civile Professionale**

In qualità di professionista della salute, un biologo medico che pratica su base liberale deve usuperare un'assicurazione professionale di responsabilità civile.

D'altra parte, se esercita come dipendente, questa assicurazione è solo facoltativa. In questo caso, spetta al datore di lavoro prendere tale assicurazione per i suoi dipendenti per gli atti compiuti durante la loro attività professionale.

Obbligo di aderire a una cassa di assicurazione vecchiaia o previdenziale

Il professionista è tenuto a:

  • ad esagerare con il Fondo autonomo di medici di Francia (CARMF), se esercita la professione di medico ed è inserito nel consiglio di amministrazione del Collegio dei Medici;
  • di aderire al Fondo di Assicurazione della Vecchia Età dei Farmacisti (CAVP), se è elencato sul tavolo del Collegio dei Farmacisti.

Per scoprire come sono queste procedure, è possibile consultare il Sito Web CAVP E Sito web di CARMF .

Tassazione dopo l'assicurazione sanitaria

Una volta registrato nell'Ordine della Sua professione, la professione professionale in forma liberale deve dichiarare la sua attività con il Fondo di assicurazione sanitaria primaria (CPAM).

Termini

La registrazione al CPAM può essere effettuata online sul sito ufficiale di Medicare.

Documenti di supporto

Il dichiarante deve fornire un file completo che includa:

  • Copia di un documento di identità valido
  • un estratto conto di identità bancaria professionale (RIB)
  • se necessario, il titolo (s) per consentire l'accesso al settore 2.

Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla sezione sull'installazione dei medici sul sito web dell'assicurazione sanitaria.

b. Sanzioni

Sanzioni disciplinari

Il professionista è tenuto, per la sua inclusione nell'elenco dell'ordine della sua professione, a comunicare al consiglio dipartimentale dell'ordine a cui appartiene, tutti i contratti e le approvazioni relativi alla sua professione, nonché quelli relativi all'uso del materiale e i locali in cui opera, se non è il proprietario.

In caso di violazione di tale obbligo, il professionista si incorre in una delle seguenti sanzioni disciplinari:

  • Un avvertimento
  • Colpa
  • un divieto temporaneo o permanente di esercitarsi;
  • delisting dal grafico degli ordini.

Per andare oltre Articoli L. 6241-1; L. 4124-6 e L. 4234-6 del Codice di sanità pubblica.

Sanzioni penali

Un professionista che lavora come biologo medico senza essere professionalmente qualificato rischia una pena detentiva di un anno e una multa di 15.000 euro per usurpazione del titolo.

Inoltre, la pratica illegale della professione di biologo medico è punibile con una pena detentiva di due anni e una multa di 30.000 euro.

Per andare oltre Articoli L. 6242-1 e L. 6242-2 del Codice di sanità pubblica.

Cinque gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Richiesta di riconoscimento della specializzazione

Autorità competente

Il professionista deve presentare la sua domanda al Centro Nazionale di Gestione con lettera raccomandata con avviso di ricevimento a:

Centro Di Gestione Nazionale, Dipartimento Concorrenza, Autorizzazione Esercizio, Mobilità e Sviluppo Professionale 21 B, rue Leblanc, 75737 Parigi Cedex 15

Documenti di supporto

La sua domanda deve includere i seguenti documenti:

  • Una lettera di richiesta motivata che supera l'area di specializzazione prevista;
  • Una fotocopia di un documento d'identità valido
  • Un curriculum dettagliato e le pubblicazioni di qualsiasi richiedente
  • Una copia di tutti i suoi diplomi
  • un certificato che giustifica che il cittadino ha praticato la biologia medica per almeno due anni negli ultimi dieci anni e prima del 13 gennaio 2012;
  • per il vicedirettore di un centro nazionale per le malattie trasmissibili, il suo dottorato di ricerca in pratica o all'università, o la sua laurea in ingegneria in relazione alla biologia medica;
  • per il medico o il farmacista che esercita in un ospedale o un'università, un documento che giustifica che pratica bene in un tale istituto da almeno tre anni e menziona il suo status.

Tempo e procedura

Il Centro Nazionale di Gestione riconosce la ricezione della domanda entro un mese dalla ricezione e la invia alla Commissione Nazionale di Biologia Medica. Se il richiedente non riceve risposta entro quattro mesi dalla ricezione del fascicolo completo, al richiedente viene concesso il riconoscimento.

Per andare oltre Articolo R. 6213-2 del codice di sanità pubblica; dell'ordine del 14 febbraio 2017, indicando la composizione del fascicolo da fornire alla Commissione Nazionale di Biologia Medica ai sensi dell'articolo L. 6213-12 del Codice di Sanità Pubblica e definendo le aree di specializzazione menzionate nell'articolo R. 6213-1 dello stesso Codice.

b. Domanda di autorizzazione alla pratica per il direttore o il vicedirettore di un centro nazionale per le malattie trasmissibili

Autorità competente

Il professionista deve rivolgersi al Centro Nazionale di Gestione con lettera raccomandata con avviso di ricevimento.

Documenti di supporto

La sua domanda deve comprendere:

  • Una lettera di richiesta motivata
  • Una fotocopia di un documento d'identità valido
  • Un curriculum che descrive il suo background professionale e, se necessario, tutte le sue pubblicazioni;
  • una copia della sua domanda per il permesso di svolgere i compiti di direttore o assistente direttore di laboratorio;
  • una fotocopia di tutti i suoi diplomi, titoli o certificazioni nel campo della biologia medica.

Tempo e procedura

Il Centro nazionale di gestione riconosce la ricezione della domanda entro un mese dalla ricezione. La mancata risposta al ministro della Sanità oltre i quattro mesi è la ragione del rifiuto della domanda di congedo.

Per andare oltre R. da 6213-5 a R. 6213-7 del Codice di salute pubblica; ordinato dal 14 febbraio 2017 sopra; V della Sezione 9 dell'Ordinanza n. 2010-49 del 13 gennaio 2010 relativa alla biologia medica.

c. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve compilare un modulo di reclamo online. Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).