Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Osteopata

Ultimo aggiornamento: : 2020-04-15 17:21:54

1. Definizione dell'attività

Un osteopata è un professionista della salute la cui attività consiste nell'analizzare, valutare i disturbi funzionali del corpo dei suoi pazienti e curarli eseguendo manipolazioni manuali ed esterne. Queste manipolazioni possono essere muscolo-scheletriche o mio-fasciale (dolore locale dai muscoli).

Si noti che

Il professionista dell'osteopata è tenuto, se non è un medico, a riferire il suo paziente a un professionista, purché i sintomi richiedano una diagnosi o un trattamento medico.

Per andare oltre Decreto n. 2007-435 del 25 marzo 2007 sugli atti e le condizioni dell'osteopatia.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

Può esercitare l'attività osteopatia:

  • medici, ostetriche, massaggiatori con un'università o una laurea interuniversitaria presso un'università medica e riconosciuti dal Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Medici. Si consiglia di fare riferimento ai registri relativi a queste professioni per maggiori informazioni;
  • titolari di una formazione di sanzione di diploma in osteopatia emessa da un istituto accreditato alle condizioni del Decreto n. 2014-1043 del 12 settembre 2014 relative all'accreditamento degli istituti di formazione per l'osteopatia (cfr. infra "Formazione").

Una volta che soddisfa una di queste condizioni, l'interessato deve registrare il suo documento di formazione presso l'Agenzia regionale della sanità (cfr. infra "5o). a. Procedere alla registrazione del suo titolo come osteopata").

Formazione all'osteopatia

Per esercitarsi, il professionista deve essere stato addestrato in osteopatia.

Questo corso quinquennale è disponibile per i candidati che hanno almeno diciassette anni il 31 dicembre dell'anno in cui entrano nella formazione e si detengono una laurea di primo livello.

Il candidato deve presentare un fascicolo di candidatura all'istituto in cui desidera svolgere la sua formazione. Questo file include:

  • Un curriculum con una lettera di presentazione
  • un verbale scolastico con tutti i suoi risultati e valutazioni;
  • Se necessario, un certificato di lavoro
  • Una copia del suo diploma di laurea o titolo equivalente
  • un certificato di scolarità per gli studenti anziani.

Una volta selezionato, il candidato deve essere intervistato per valutare le sue capacità e motivazioni.

Ogni anno di formazione è suddiviso in unità didattiche teoriche e pratiche, il cui contenuto sarà oggetto di un allegato pubblicato a breve nel bollettino ufficiale sulla salute, la protezione sociale e la solidarietà. Inoltre, il candidato deve completare diversi stage pratici durante la sua formazione clinica pratica e alla fine della sua formazione sostenere una tesi.

Alla fine del corso, il diploma viene assegnato ai candidati che hanno:

  • convalidato tutte le unità didattiche;
  • hanno sostenuto con successo la loro tesi di laurea;
  • 150 consultazioni complete e avendo acquisito tutte le competenze nella formazione clinica pratica.

Per andare oltre : decreto del 12 dicembre 2014 relativo alla formazione in osteopatia.

Costi associati alla qualifica

Il costo della formazione varia a seconda del corso previsto. Per maggiori informazioni si consiglia di avvicinarsi alle istituzioni interessate.

b. Cittadini dell'UE: per esercizi olfatto temporaneo e occasionale (Consegna gratuita dei servizi)

Qualsiasi cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea (UE) di una parte statale dell'accordo sullo Spazio economico europeo (AEA) che esercita come osteopata può svolgere la stessa attività su base temporanea e casuale in Francia.

A tal fine, l'interessato deve fare una dichiarazione preventiva prima del suo primo servizio in Francia (cfr. infra "5o. b. Predichiarazione per il cittadino per un esercizio temporaneo e casuale (LPS)").

Per andare oltre Articolo 10 e a seguito del decreto n. 2007-235 del 25 marzo 2007 relativo alla pratica e alle condizioni di osteopatia.

c. Cittadini dell'UE: per un esercizio permanente (Free Establishment)

Qualsiasi cittadino di uno Stato membro dell'UE o del CEA può, se stabilito legalmente in tale Stato, fare uso del suo titolo di osteopata in Francia.

A tale scopo, il livello nazionale deve:

  • ha conseguito un diploma di formazione emesso da uno Stato membro che regola l'attività osteopatia e gli consente di svolgere tale attività;
  • Se in tale Stato membro non è regolamentato né l'accesso alla formazione né all'esercizio fisico, detengono una laurea in osteopatia e un certificato che giustifica che egli è impegnato in questa attività da almeno due anni negli ultimi dieci anni;
  • un certificato di formazione rilasciato da un terzo Stato e riconosciuto in uno Stato membro diverso dalla Francia.

Una volta che il cittadino soddisfa queste condizioni, può richiedere il permesso di utilizzare il suo titolo professionale con il direttore generale dell'Agenzia Sanitaria Regionale (ARS) (vedi infra "5o. c. Richiesta di autorizzazione all'esercizio per un esercizio permanente (LE)).

Per andare oltre Articoli da 6 a 9 del decreto n. 2007-435 del 25 marzo 2007 sulle pratiche e le condizioni dell'osteopatia.

Tre gradi. Regole etiche

L'osteopata è vincolato dalle regole etiche applicabili alla sua professione.

In quanto tale, egli deve:

  • Mantenere i termini degli annunci di progresso scientifico e assicurarsi di mantenere le vostre competenze per l'esercizio della vostra attività;
  • fornire tutte le sue cure ai suoi pazienti senza discriminazioni;
  • Esercitare in modo indipendente e garantire il rispetto della riservatezza professionale del paziente e del diritto alle informazioni;
  • mantenere buoni rapporti con i colleghi e non agire ai fini di una concorrenza sleale.

Per andare oltre Il Codice Etico è disponibile sul Sito Associazione dell'Osteopatia (AFO).

È uno di quattro gradi. Assicurazione

Il professionista dell'osteopata liberale è tenuto a prendere un'assicurazione di responsabilità civile per eventuali danni subiti da terzi nel corso della sua attività.

I limiti minimi della garanzia non possono essere inferiori a:

  • otto milioni di euro per reclamo per professionista;
  • 15 milioni di euro all'anno di assicurazione per professionista.

Per andare oltre Articolo 1 del decreto n. 2014-1347 del 10 novembre 2014 sui limiti di garanzia dei contratti assicurativi sottoscritti da osteopati e chiropratici.

Cinque gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Procedere alla registrazione del suo titolo di osteopata

Autorità competente

Il professionista deve registrare il suo diploma, titolo, certificato o autorizzazione con il direttore dell'agenzia sanitaria regionale della sua residenza professionale.

Documenti di supporto

La sua domanda deve comprendere:

  • Le forma Cerfa n. 13777*03 Completato e firmato interattivo;
  • Id
  • per il cittadino francese: il diploma, il titolo, il certificato o l'autorizzazione originali;
  • nazionale dell'UE:- l'originale della sua laurea,
    • traduzione, certificata da un traduttore certificato del suo diploma in francese,
    • l'autorizzazione a svolgere la propria attività in Francia.

Procedura

Una volta registrato, il professionista è registrato nel registro degli osteopati chiamati Adeli (Automazione delle liste) e riceve un numero di identificazione.

Costo

Gratuito.

Per andare oltre articolo 5 del decreto del 25 marzo 2007 di cui sopra.

b. Pre-dichiarazione per il cittadino per un esercizio temporaneo e casuale (LPS)

Autorità competente

Il cittadino deve inviare la sua dichiarazione per lettera raccomandata con richiesta di notifica, al direttore generale dell'agenzia sanitaria regionale di sua scelta.

Documenti di supporto

La sua domanda deve includere i seguenti documenti, se del caso, con la loro traduzione in francese:

  • Una tessera civile e nazionalità;
  • Copiare i suoi diplomi, certificati o titoli di formazione;
  • una prova dell'autorità che ha emesso il diploma o il titolo che certifica che la formazione è stata svolta in un istituto di istruzione superiore che ne menziona la durata;
  • la durata e il contenuto degli studi e degli stage effettuati durante la formazione;
  • quando il cittadino ha conseguito il diploma, il titolo o il certificato in un paese terzo e riconosciuto da uno Stato membro:- Un certificato dello Stato membro che certifica la durata e le date dell'esercizio della sua attività,
    • se necessario, un'indagine sui corsi di formazione continua effettuata.

Procedura

Il direttore generale dell'ARS decide dopo il parere del comitato degli osteopati composto dal direttore della LRA, un medico, un massaggiatore, due osteopati tra cui un insegnante. Entro un mese dalla ricezione della domanda, il direttore generale informa il richiedente:

  • Che può iniziare l'erogazione del servizio
  • Non può iniziare la fornitura del servizio;
  • in caso di differenze sostanziali tra la sua formazione e quella richiesta in Francia, egli deve sottoporsi a un test attitudinale.

In caso di incompleto, il direttore generale dell'LRA informa il richiedente che ha un mese di fornire le informazioni mancanti.

Inoltre, in assenza di una risposta da parte del direttore generale dell'LRA, il cittadino può iniziare a fornire servizi.

Si noti che

Il cittadino è su un elenco speciale e riceve un numero di ricevuta e di registrazione. La dichiarazione è rinnovabile ogni anno alle stesse condizioni.

Per andare oltre Articoli da 10 a 10-5 del decreto del 25 marzo 2007 di cui sopra; decreto del 25 marzo 2007 relativo alla composizione del fascicolo e all'organizzazione del test attitudinaria e al corso di adattamento previsto per gli osteopati dal decreto n. 2007-435 del 25 marzo 2007 in relazione agli atti e alle condizioni di pratica Osteopatia.

c. Domanda di autorizzazione all'esercizio per il cittadino dell'UE per un esercizio permanente (LE)

Autorità competente

Il cittadino deve presentare la sua richiesta al direttore generale dell'LRA che deciderà dopo il parere della commissione di osteopati di cui sopra.

Documenti di supporto

La sua domanda deve includere i seguenti documenti, se del caso, con la loro traduzione in francese:

  • Un certificato di nascita e un ID validi
  • Un curriculum e una lettera di presentazione
  • Una copia di tutti i diplomi, certificati o titoli ottenuti;
  • Un documento che giustifica che il cittadino ha completato la sua formazione in un istituto di istruzione superiore;
  • Il contenuto degli studi e degli stage effettuati durante la sua formazione, nonché il volume orario di insegnamenti e stage;
  • quando il cittadino ha ottenuto il diploma o la qualifica di formazione in un paese terzo, ma riconosciuto da uno Stato membro dell'UE o quando lo Stato membro del paese d'otazione non regola l'esercizio dell'attività o il suo accesso, un certificato dello Stato membro certificare la durata della pratica professionale del richiedente e le date corrispondenti.

Ritardi e procedure

Il direttore generale dell'LRA riconosce la ricezione della richiesta entro un mese e presenta la richiesta al parere della commissione regionale degli osteopati, che sarà responsabile della verifica di tutte le informazioni.

Si noti che

La mancata risposta entro quattro mesi è una decisione di respingere la domanda.

Buono a sapersi: misure di compensazione

Se la formazione ricevuta dal cittadino è inferiore di almeno un anno a quella richiesta per il cittadino francese o quando si riferisce a soggetti sostanzialmente diversi da quelli richiesti in Francia, la commissione incaricato di valutare la sua le qualifiche professionali possono decidere di sottoporle a un test attitudinale o ad un corso di adeguamento non superiore a tre anni e svolto sotto la responsabilità di un professionista qualificato.

Per andare oltre Articoli da 6 a 9 del decreto del 25 marzo 2007 di cui sopra; sito ufficiale Ars.

d. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve compilare un modulo di reclamo online. Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).