Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Ostetrica

1. Definizione dell'attività

L'ostetrica consiste nell'aiutare le donne a partorire. Questo professionista della salute accompagna i suoi pazienti durante la gravidanza, esegue ultrasuoni, fa diagnosi e prescrive esami medici ed esami.

Essi possono essere tenuti a prescrivere vaccini a madri e neonati, a partecipare con il medico alle attività di assistenza medica riproduttiva o a svolgere consultazioni contraccettive e follow-up ginecologico preventivo.

Per andare oltre Articoli da L. da 4151-1 a L. 4151-4 e R. 4127-318 del codice di salute pubblica.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

Ai sensi dell'articolo L. 4111-1 del codice di sanità pubblica, al fine di esercitare legalmente l'ostetrica in Francia, gli interessati devono soddisfare cumulativamente le seguenti tre condizioni:

  • ha il diploma di ostetricia o di diploma, di certificato o di altro titolo menzionato nell'articolo L. 4151-5 del codice della sanità pubblica (vedi infra "Buono a sapersi: riconoscimento automatico del diploma");
  • essere di nazionalità francese, cittadinanza andorrana o cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea (UE) o parte dell'accordo sullo Spazio economico europeo (AEA) o Marocco, subordinatamente all'applicazione delle norme derivate dal codice sanitario impegni pubblici o internazionali;
  • eccezioni, essere elencati nel Consiglio del Collegio delle Ostetriche (vedi infra "5.0). b. Chiedere l'inclusione nell'elenco delle ostetriche").

Per andare oltre Articoli L. 4111-1 e L. 4151-5 del Codice di sanità pubblica.

Buono a sapersi: riconoscimento automatico del diploma

Ai sensi dell'articolo L. 4151-5 del codice di sanità pubblica, i cittadini dell'UE o del SEE possono esercitare la professione di ostetrica se detengono uno dei seguenti titoli:

  • un certificato di formazione ostetrico rilasciato da uno di questi Stati in conformità agli obblighi dell'UE ed elencato nel decreto del 13 febbraio 2007;
  • un certificato di formazione ostetrico rilasciato da uno Stato dell'UE o del CEE, conformemente agli obblighi dell'UE, non nell'elenco del decreto del 13 febbraio 2007, se è accompagnato da un certificato di tale Stato che attua che sta sanzionando un formazione conformemente a tali obblighi e a un certificato che indica il tipo di formazione intrapresa, integrata se necessario da una pratica professionale, e che essa è assimilata, da lui, ai diplomi, ai certificati e ai titoli elencati in questo elenco;
  • un certificato di formazione ostetrico rilasciato da uno di questi Stati in conformità agli obblighi comunitari, non nell'elenco del decreto del 13 febbraio 2007 e non accompagnato dal certificato di pratica professionale indicato nel decreto del 13 febbraio 2007, se uno Stato dell'UE o del CEA certifica che la persona si è effettivamente e legittimamente dedicata alle attività ostetriche per almeno due anni consecutivi nei cinque anni precedenti l'emissione di tale certificato;
  • un certificato di formazione ostetrico rilasciato da uno Stato dell'UE o del CEA ha iniziato in tale Stato prima delle date del decreto del 13 febbraio 2007 e non conforme agli obblighi dell'UE, se accompagnato da un certificato di uno di questi stati che certifica che il titolare del certificato di formazione si è effettivamente e legittimamente dedicato alle attività ostetriche in tale Stato per almeno tre anni consecutivi nei cinque anni precedenti emissione di questo certificato;
  • un certificato di formazione ostetrico rilasciato dall'ex Cecoslovacchia, dall'ex Unione Sovietica o dall'ex Iugoslavia o che sanziona la formazione iniziata prima della data di indipendenza della Repubblica ceca, della Slovacchia, dell'Estonia, Lettonia, Lituania o Slovenia, se accompagnato da un certificato delle autorità competenti della Repubblica ceca o della Slovacchia per i documenti di formazione rilasciati dall'ex Cecoslovacchia, Estonia, Lettonia o Repubblica ceca Lituania per i documenti di formazione pubblicati dall'ex Unione Sovietica, Slovenia, per i documenti di formazione rilasciati dall'ex Iugoslavia, certificando di avere la stessa validità giuridica dei documenti di formazione rilasciati da Stato. Il presente certificato è accompagnato da un certificato rilasciato dalle stesse autorità che indica che il titolare ha esercitato la professione ostetrica in tale stato, in modo efficace e legittimo, durante il almeno tre anni consecutivi nei cinque anni precedenti l'emissione del certificato;
  • una formazione di designazione della formazione ostetrica che ha iniziato in Romania prima delle date fissate nell'ordine del 13 febbraio 2007 e non conforme agli obblighi comunitari, se tale Stato certifica che la persona ha esercitato in tale Stato, in modo efficace e legittimo, la professione di ostetricia durante i periodi fissati dal ministro responsabile della salute.
  • un certificato di formazione ostetrico rilasciato in Polonia a professionisti che hanno completato la loro formazione prima del 1o maggio 2004 e non in conformità agli obblighi comunitari se tale Stato certifica che la persona ha esercitato in tale Stato, in modo efficace e legittimo, il ostetricia per periodi stabiliti dal decreto del ministro della Sanità o se il documento di formazione include un programma speciale di rivalutazione che gli consente di equiparare un titolo nell'elenco del decreto del 13 febbraio 2007;
  • ostetricia formazione certificati rilasciati da una formazione sanzionatorio dello Stato dell'UE o del CEA iniziata prima del 18 gennaio 2016.

Per andare oltre articolo L. 4151-5; decreto del 13 febbraio 2007 che stabilisce l'elenco dei diplomi, certificati e altri titoli ostetrici emessi dagli Stati membri dell'Unione europea, dalle parti degli Stati all'accordo sullo Spazio economico europeo e dalla Confederazione svizzera, di cui all'articolo L. 4151-5 (2 gradi) del codice sanitario pubblico.

Formazione

Gli studi ostetrici si consistono in due cicli con una durata totale di cinque Anni.

L'allenamento è punteggiato:

  • un concorso alla fine del primo anno di università. Quest'anno di studio, chiamato il "primo anno di studi sanitari comuni" (PACES) è comune agli studenti in medicina, farmacia, odontologia, fisioterapia e ostetriche. Alla fine di questo primo concorso, gli studenti sono classificati in base ai loro risultati. Coloro che si trovano in un rango utile sotto il numerus clausus sono autorizzati a continuare i loro studi e a scegliere, se necessario, di continuare la formazione che porta all'ostetrica;
  • la laurea di una formazione generale in scienze maieutiche alla fine del terzo anno;
  • alla fine del quinto anno di formazione in una delle 35 scuole ostetriche.

Buono a sapersi

Gli studenti di ostetrica devono effettuare vaccinazioni obbligatorie. Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla sezione R. 3112-1 del Codice di integrità pubblica.

Diploma di istruzione generale in Scienze Maieuse (DFGSMa)

Il primo ciclo è sancito dal DFGSMa. Si compone di sei semestri e corrisponde al livello di licenza. I primi due semestri si svolgono presso l'Università di Medicina e corrispondono al PACES.

L'obiettivo della formazione è quello di:

  • acquisire le conoscenze scientifiche essenziali per padroneggiare le conoscenze e il know-how necessari per praticare la professione ostetrica integrando e approfondendo quelle acquisite nel ciclo precedente;
  • acquisire conoscenze e competenze pratiche durante la formazione clinica e gli stage;
  • L'approccio scientifico
  • Imparare a lavorare come team multi-professionale e acquisire tecniche di comunicazione essenziali per la pratica professionale;
  • consapevolezza dello sviluppo professionale continuo, compresa la valutazione delle pratiche professionali e il continuo approfondimento delle conoscenze.

Esso comprende un nucleo comune e un corso personalizzato durante il quale lo studente può approfondire o integrare la sua conoscenza sia:

  • nel campo della maieutica e della salute peritale;
  • per un orientamento di ricerca, nell'ambito di un corso di ricerca, accompagnato da uno stage minimo di quattro settimane;
  • in una particolare area diversa dalla maieutica.

Diploma di Ostetricia di Stato

Il secondo ciclo di studi ostetrici a livello di ostetrica è sancito dal diploma di Stato e comprende quattro semestri corrispondenti al livello del master.

Questo ciclo comprende gli insegnamenti teorici, metodologici, applicati, pratici e clinici, nonché il completamento degli stage.

Durante i loro stage, gli studenti devono scrivere una tesi che si tradurrà in una pubblica difesa davanti a una giuria.

Infine, durante l'ultimo semestre di formazione viene organizzato un certificato di sintesi clinica e terapeutica che dovrebbe essere utilizzato per verificare le competenze acquisite durante il secondo ciclo.

Il diploma di Stato viene rilasciato allo studente non appena ha:

  • convalidato il certificato di sintesi clinica e terapeutica;
  • ha sostenuto le sue memorie con successo.

Per andare oltre : decreto dell'11 marzo 2013 relativo al regime di istruzione per il diploma di ostetrica.

Costi associati alla qualifica

La formazione che porta al diploma di ostetrica è pagata e il costo varia a seconda dell'istituzione scelta. Per ulteriori informazioni, si consiglia di verificare con le istituzioni interessate.

b. Cittadini dell'UE o del CEE: per esercizio temporaneo e occasionale (Consegna gratuita dei servizi)

Il professionista membro di uno Stato dell'UE o del SEA che è stabilito e pratica legalmente in uno di questi Stati può, su base temporanea e occasionale in Francia, svolgere la stessa attività su base temporanea e occasionale, senza essere incluso nel Ostetriche.

Per fare questo, il professionista deve fare una dichiarazione preliminare, così come una dichiarazione che giustifica che egli ha le competenze linguistiche necessarie per praticare in Francia (vedi infra "5o. a. Fare una dichiarazione preventiva di attività per i cittadini dell'UE o del SEA impegnati in attività temporanee e occasionali (LPS)").

Cosa sapere

La registrazione al Collegio delle Ostetriche non è richiesta per il professionista del servizio libero (LPS). Pertanto, non è tenuto a pagare quote ordinali. L'ostetrica è semplicemente registrata in una lista specifica gestita dal Consiglio nazionale del Collegio delle ostetriche.

La pre-dichiarazione deve essere accompagnata da una dichiarazione relativa alle competenze linguistiche necessarie per svolgere il servizio. In questo caso, il controllo della conoscenza della lingua deve essere proporzionato all'attività da svolgere e svolgere una volta riconosciuta la qualifica professionale.

Quando i titoli di formazione non ricevono il riconoscimento automatico (vedere supra "2.0). a. Legislazione nazionale"), le qualifiche professionali del fornitore vengono verificate prima della fornitura del primo servizio. In caso di differenze sostanziali tra le qualifiche della persona interessata e la formazione richiesta in Francia che potrebbe danneggiare la salute pubblica, il richiedente è sottoposto a un test attitudinale.

L'ostetrica in situazione LPS è obbligata a rispettare le regole professionali applicabili in Francia, comprese tutte le regole etiche (vedi infra "3. Condizioni di onorabilità, regole etiche, etica"). È soggetto alla giurisdizione disciplinare del Collegio delle Ostetriche.

Si noti che

La performance viene eseguita sotto il titolo professionale francese di ostetrica. Tuttavia, quando le qualifiche di formazione non sono riconosciute e le qualifiche non sono state verificate, le prestazioni vengono effettuate sotto il titolo professionale dello Stato di Istituzione, al fine di evitare confusione Con il titolo professionale francese.

Per andare oltre Articolo L. 4112-7 del Codice di sanità pubblica.

c. Cittadini dell'UE o del CEE: per un esercizio permanente (Free Establishment)

Il programma automatico di riconoscimento dei diplomi

L'articolo L. 4151-5 del codice di sanità pubblica crea un regime per il riconoscimento automatico in Francia di alcuni diplomi o titoli, se presenti, accompagnati da certificati, ottenuti in uno Stato dell'UE o del SEE (vedi supra "2'a. legislazione nazionale").

Spetta al Consiglio nazionale del Collegio delle ostetriche verificare la regolarità dei diplomi, dei titoli, dei certificati e dei certificati, concedere il riconoscimento automatico e quindi pronunciarsi sulla domanda di inclusione nell'elenco dell'Ordine.

Per andare oltre Articolo L. 4151-5 del Codice di sanità pubblica.

Il regime di autorizzazione individuale a

Se l'UE o il cittadino del SEE non si qualificano per il riconoscimento automatico delle proprie credenziali, ricade su un regime di autorizzazione (cfr. sotto "5o). b. Se necessario, richiedere un'autorizzazione individuale).

Le persone che non ricevono il riconoscimento automatico, ma che detengono una designazione di formazione per esercitare legalmente la professione di ostetrica, possono essere autorizzate individualmente a esercitare in Francia, dal ministro della assistenza sanitaria, su consiglio di una commissione composta in particolare da professionisti.

Se l'esame delle qualifiche professionali attestato dalle credenziali di formazione e dall'esperienza professionale mostra differenze sostanziali con le qualifiche richieste per l'accesso alla professione e il suo esercizio in Francia, la persona deve sottoporsi a una misura di compensazione.

A seconda del livello di qualifica richiesto in Francia e di quello detenuto dall'interessato, l'autorità competente può:

  • offrire al richiedente la possibilità di scegliere tra un corso di adeguamento o un test attitudinale;
  • imporre un corso di regolazione o un test di attitudine
  • imporre un percorso di regolazione e un calvario.

Per andare oltre Articoli L. 4151-5-1, D. 4111-8, R. 4111-17 a R. 4111-20 e R. 4151-19 del Codice di sanità pubblica.

Tre gradi. Condizioni di onorabilità, regole etiche, etica

a. Conformità al Codice Etico Ostetrico

Le disposizioni del Codice Etico sono imposte a tutte le ostetriche che esercitano in Francia, che siano nel consiglio di amministrazione dell'Ordine o esenti da tale obbligo (vedi sopra: "5. b. Chiedere l'inclusione nell'elenco delle ostetriche").

Cosa sapere

Tutte le disposizioni del Codice Etico sono codificate nelle sezioni da 4127-301 a R. 4127-367 del Codice di salute pubblica.

In quanto tali, le ostetriche devono rispettare i principi di dignità, non discriminazione, segretezza professionale e indipendenza.

Per andare oltre Articoli da R. 4127-301 a R. 4127-367 del codice di salute pubblica.

b. Attività cumulative

L'ostetrica può svolgere qualsiasi altra attività solo se tale combinazione è compatibile con i principi di indipendenza professionale e dignità che le sono stati imposti. L'accumulo di attività non dovrebbe permettergli di approfittare delle sue prescrizioni o dei suoi consigli medici.

Un'ostetrica che serve un mandato elettivo o amministrativo è anche vietato usarlo per aumentare la sua clientela.

Per andare oltre Articoli R. 4127-322 e R. 4127-323 del codice di salute pubblica.

c. Condizioni di onorabilità

Al fine di praticare, l'ostetrica deve certificare che nessun procedimento che possa dare luogo a una condanna o a una sanzione che potrebbe influenzare la sua inclusione nel consiglio di amministrazione sono contro di lei.

Per andare oltre Articolo R. 4112-1 del codice sanitario pubblico.

d. Obbligazione per lo sviluppo professionale continuo

Le ostetriche devono partecipare annualmente a un programma di sviluppo professionale in corso. Questo programma ha lo scopo di mantenere e aggiornare le loro conoscenze e competenze, nonché per migliorare le loro pratiche professionali.

Come tale, il professionista della salute (salario o liberale) deve giustificare il suo impegno per lo sviluppo professionale. Il programma è sotto forma di formazione (presente, mista o non-presential) in analisi, valutazione e miglioramento della pratica e gestione del rischio. Tutta la formazione è registrata in un documento personale contenente i certificati di formazione.

Per andare oltre Articoli L. 4021-1 e R. 4382-1 del codice di sanità pubblica.

e. Attitudine fisica

Le ostetriche non devono presentarsi con infermità o patologia incompatibile con la pratica della professione (vedi infra "5 gradi. a. Richiesta di inclusione nell'elenco delle ostetriche").

Per andare oltre Articolo R. 4112-2 del codice sanitario pubblico.

È uno di quattro gradi. Assicurazione

a. Obbligo di assumere un'assicurazione responsabilità civile professionale

Come professionista sanitario, un'ostetrica liberale deve prendere un'assicurazione di responsabilità civile professionale.

D'altra parte, se esercita come dipendente, questa assicurazione è solo facoltativa. In questo caso, spetta al datore di lavoro prendere tale assicurazione per i suoi dipendenti per gli atti compiuti durante la loro attività professionale.

Per andare oltre Articolo L. 1142-2 del codice di sanità pubblica.

b. Obbligo di aderire al Fondo di pensionamento indipendente dei chirurghi odontoiatri e delle ostetriche (CARCDSF)

Qualsiasi ostetrica che fa parte del Collegio delle Ostetriche e pratica in forma liberale (anche a tempo parziale e anche se è impiegata) ha l'obbligo di aderire al CARCDSF.

L'individuo deve riferire a carCDSF entro un mese dall'inizio della sua attività liberale.

Per andare oltre Articolo R. 643-1 del codice di previdenza sociale; sito del sito del CARCDSF .

c. Obbligo di segnalazione dell'assicurazione sanitaria

Una volta riportata la lista dell'Ordine, l'ostetrica che esercita in forma liberale deve dichiarare la sua attività con il Fondo di assicurazione sanitaria primaria (CPAM).

Termini

La registrazione al CPAM può essere effettuata online sul sito ufficiale di Medicare.

Documenti di supporto

Il dichiarante deve fornire un file completo che includa:

  • Copia di un documento di identità valido
  • un estratto conto di identità bancaria professionale (RIB)
  • se necessario, il titolo (s) per consentire l'accesso al settore 2.

Per ulteriori informazioni, si prega di fare riferimento alla sezione sull'installazione liberale delle ostetriche sul sito web di Medicare.

Cinque gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Effettuare una predichiarazione dell'attività per i cittadini dell'UE o del TESORo impegnati in attività temporanee e occasionali (LPS)

Qualsiasi cittadino dell'UE o del SEE che sia istituito e pratici legalmente attività ostetriche in uno di questi Stati può esercitare in Francia su base temporanea o occasionale se fa la dichiarazione precedente (vedi supra "2". b. Cittadini dell'UE e del SEA: per un esercizio temporaneo e occasionale (Consegna gratuita dei servizi)").

La dichiarazione anticipata deve essere rinnovata ogni anno.

Si noti che

Qualsiasi cambiamento nella situazione del richiedente deve essere notificato alle stesse condizioni.

Autorità competente

La dichiarazione deve essere indirizzata, prima della prima consegna del servizio, al Consiglio nazionale del Collegio delle ostetriche.

Termini di rendiconto e ricevimento

La dichiarazione può essere inviata per posta o direttamente fatta online sul sito ufficiale del Collegio delle Ostetriche.

Quando il Consiglio nazionale dell'Ordine riceve la dichiarazione e tutti i documenti giustificativi necessari, invia al richiedente una ricevuta specificando il suo numero di registrazione e la disciplina esercitata.

Si noti che

Il prestatore di servizi informa l'agenzia nazionale competente di assicurazione malattia della sua prestazione di servizi inviando una copia della ricevuta o con qualsiasi altro mezzo.

Tempo

Entro un mese dalla ricezione della dichiarazione, il Consiglio nazionale dell'Ordine informa il richiedente:

  • Se può iniziare a fornire servizi;
  • quando la verifica delle qualifiche professionali mostra una differenza sostanziale con la formazione richiesta in Francia, deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e le competenze mancanti sottomettendosi a un calvario Attitudine. Se soddisfa questo controllo, viene informato entro un mese che può iniziare la fornitura di servizi;
  • quando la revisione del file evidenzia una difficoltà che richiede ulteriori informazioni, i motivi del ritardo nella revisione del file. Ha quindi un mese per ottenere le informazioni supplementari richieste. In questo caso, prima della fine del secondo mese dalla ricezione di queste informazioni, il Consiglio nazionale informa il richiedente, dopo aver esaminato il suo fascicolo:- se può iniziare la fornitura di servizi,
    • quando la verifica delle qualifiche professionali del ricorrente mostra una differenza sostanziale con la formazione richiesta in Francia, deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e le competenze mancanti, tra cui sottoposto a un test attitudine.

In quest'ultimo caso, se soddisfa tale controllo, viene informato entro un mese che può iniziare la fornitura di servizi. In caso contrario, viene informato che non può iniziare la consegna dei servizi. In assenza di una risposta da parte del Consiglio nazionale dell'Ordine entro questi tempi, l'erogazione dei servizi può iniziare.

Documenti di supporto

La pre-dichiarazione deve essere accompagnata da una dichiarazione relativa alle competenze linguistiche necessarie per svolgere il servizio e ai seguenti documenti giustificativi:

  • Le Modulo di reporting per la consegna anticipata  ;
  • Copia di un documento di identificazione valido o di un documento che attesta la nazionalità del richiedente;
  • Copia del documento o dei titoli di formazione, accompagnata, se necessario, da una traduzione da parte di un traduttore certificato;
  • un certificato dell'autorità competente dello Stato di insediamento dell'UE o del PAA che certifica che la persona è legalmente stabilita in tale Stato e che non gli è proibita di esercitare, accompagnato, se necessario, da una traduzione francese istituito da un traduttore certificato.

Si noti che

Il controllo della conoscenza della lingua deve essere proporzionato all'attività da svolgere e svolgere una volta riconosciuta la qualifica professionale.

Costo

Gratuito.

Per andare oltre Articoli L. 4112-7, R. 4112-9 e quanto segue del codice di salute pubblica; 20 gennaio 2010 ordine sulla dichiarazione preliminare della fornitura di servizi per la pratica del medico, chirurgo dentale e ostetrica.

b. Formalità per cittadini dell'UE o del CEE per un esercizio permanente (LE)

Se necessario, chiedere l'autorizzazione individuale per esercitare

Se il cittadino non è sotto il regime di riconoscimento automatico, deve richiedere una licenza di pratica.

Autorità competente

La richiesta è indirizzata in due copie, per lettera raccomandata con richiesta di notifica all'unità responsabile delle commissioni di autorizzazione all'esercizio (CAE) del Centro nazionale di gestione (NMC).

Documenti di supporto

Il fascicolo della domanda deve contenere tutti i seguenti documenti giustificativi:

  • Le modulo di domanda per l'autorizzazione a praticare la professione  ;
  • Una fotocopia di un documento d'identità valido
  • Una copia del titolo di formazione che consente la pratica della professione nello stato di ottenimento e, se necessario, una copia del titolo di formazione specialistica;
  • Se necessario, una copia dei diplomi supplementari;
  • qualsiasi prova utile che giustifichi la formazione continua, l'esperienza e le competenze acquisite durante l'esercizio professionale in uno Stato dell'UE o del SEA, o in uno stato terzo (certificati di funzioni, relazione di attività, valutazione operativa, ecc. ) ;
  • nell'ambito di funzioni svolte in uno Stato diverso dalla Francia, una dichiarazione dell'autorità competente di tale Stato, di meno di un anno, che attesta l'assenza di sanzioni nei confronti della ricorrente.

A seconda della situazione del richiedente, è necessaria un'ulteriore documentazione di supporto. Per ulteriori informazioni, consultare il sito ufficiale del Cng .

Cosa sapere

I documenti giustificativi devono essere scritti in francese o tradotti da un traduttore certificato.

Tempo

La NMC riconosce la ricezione della richiesta entro un mese dalla ricezione.

Il silenzio mantenuto per un certo periodo di tempo dalla ricezione del fascicolo completo vale la decisione di respingere la domanda. Questo ritardo aumenta a:

  • quattro mesi per le domande presentate da cittadini dell'UE o del CEE con una laurea presso uno di questi Stati;
  • sei mesi per domande da parte di cittadini terzi con un diploma da uno Stato dell'UE o del CEE;
  • un anno per altre applicazioni.

Tale periodo può essere prorogato di due mesi, per decisione dell'autorità ministeriale notificata non oltre un mese prima della scadenza di quest'ultimo, in caso di grave difficoltà nel valutare l'esperienza professionale del candidato.

Per andare oltre : decreto del 25 febbraio 2010 che stabilisce la composizione del fascicolo da fornire alle commissioni di autorizzazione competenti per l'esame delle domande presentate per l'esercizio in Francia delle professioni di medico, chirurgo dentale, ostetrica e Farmacista.

Buono a sapersi: misure di compensazione

Qualora vi siano differenze sostanziali tra la formazione e l'esperienza lavorativa del cittadino e quelle necessarie per esercitare in Francia, la NMC può decidere:

  • Suggerire al richiedente di scegliere tra un corso di adeguamento o un test attitudinale;
  • per imporre un percorso di regolazione e/o un test attitudinale.

Il test attitudino è inteso a verificare, attraverso prove scritte o orali o esercizi pratici, la capacità della ricorrente di esercitare l'ostetrica nella specialità interessata. Si occupa di argomenti che non sono contemplati dalle credenziali di formazione o formazione del richiedente o dall'esperienza professionale.

Il corso di adattamento consente alle parti interessate di acquisire le competenze necessarie per praticare la professione ostetrica. Viene effettuata sotto la responsabilità di un'ostetrica e può essere accompagnata da una formazione teorica aggiuntiva opzionale. La durata del tirocinio non supera i tre anni. Può essere fatto part-time.

Per andare oltre Articoli da R. 4111-17 a R. 4111-20 del Codice di sanità pubblica.

Chiedere l'inclusione sul tavolo del Collegio delle ostetriche

La registrazione nel consiglio dell'ordine è obbligatoria per svolgere legalmente l'attività ostetrica in Francia.

La registrazione non si applica:

  • Cittadini dell'UE o del SEE che sono stabiliti e che sono legalmente impegnati in attività ostetricie in uno Stato dell'UE o del SEE, quando compiono atti della loro professione in Francia su base temporanea e occasionale (vedi supra "2". b. cittadini dell'UE e del CEE: per esercizi temporanei e occasionali);
  • Ostetriche appartenenti a dirigenti attivi del servizio sanitario militare;
  • ostetriche che, con lo status di funzionario pubblico o di partecipazione di una comunità locale, non sono chiamate, nel corso dei loro doveri, a praticare la medicina.

Si noti che

La registrazione sul consiglio dell'Ordine consente l'emissione automatica e gratuita della tessera professionale sanitaria. La tessera professionale sanitaria è una carta d'identità aziendale elettronica. È protetto da un codice confidenziale e contiene, tra le altre cose, i dati di identificazione dell'ostetrica (identità, occupazione, specialità). Per ulteriori informazioni, si consiglia di fare riferimento al sito web del governo dell'Agenzia francese per la salute digitale.

Autorità competente

La domanda di registrazione è indirizzata al presidente del consiglio di amministrazione del Collegio delle ostetriche del dipartimento in cui la persona interessata desidera stabilire la sua residenza professionale.

La domanda può essere presentata direttamente al consiglio dipartimentale dell'Ordine interessato o inviatagli per posta registrata con richiesta di notifica.

Cosa sapere

In caso di trasferimento della sua residenza professionale al di fuori del dipartimento, il professionista è tenuto a richiedere il suo allontanamento dall'ordine del dipartimento in cui esercitava la sua pratica e la sua registrazione sull'ordine della sua nuova residenza professionale.

Procedura

Al ricevimento della richiesta, il consiglio di contea nomina un relatore che conduce la domanda e fa una relazione scritta. Il consiglio verifica i titoli del candidato e chiede la divulgazione del bollettino 2 della fedina penale del richiedente. In particolare, verifica che il candidato:

  • soddisfa le condizioni di moralità e di indipendenza necessarie (vedi supra "3.3. c. Condizioni di onorabilità");
  • soddisfa i requisiti di competenza necessari;
  • non presenta una disabilità o una condizione patologica incompatibile con la pratica della professione (vedi supra "3". e. Attitudine fisica").

In caso di seri dubbi sulla competenza professionale del richiedente o sull'esistenza di una disabilità o di una condizione patologica incompatibile con la prassi della professione, il consiglio di contea rinvia la questione al Consiglio regionale o interregionale. Competenza. Se, a parere della perizia, c'è un'inadeguatezza professionale che rende pericolosa la pratica della professione, il consiglio dipartimentale rifiuta la registrazione e specifica gli obblighi di formazione del praticante.

Nessuna decisione di rifiutare la registrazione può essere presa senza che la persona sia invitata almeno due settimane prima da una lettera raccomandata che richiede la notifica di ricezione di comparire dinanzi al Consiglio per spiegare.

La decisione del Consiglio del collegio viene notificata entro una settimana all'individuo, al Consiglio nazionale del Collegio delle ostetriche e al direttore generale dell'Agenzia regionale per la sanità (ARS). La notifica è per lettera raccomandata con richiesta di avviso di ricevimento.

La notifica menziona rimedi contro la decisione. La decisione di rifiutare deve essere giustificata.

Tempo

Il Presidente riconosce la ricezione del fascicolo completo entro un mese dalla sua registrazione.

Il consiglio dipartimentale del collegio deve decidere sulla domanda di registrazione entro tre mesi dalla ricezione del fascicolo completo della domanda. Se una risposta non riceve risposta entro questo lasso di tempo, la domanda di registrazione è considerata respinta.

Questo periodo è aumentato a sei mesi per i cittadini di paesi terzi quando si deve effettuare un'indagine al di fuori della Francia metropolitana. L'interessato viene quindi informato.

Può anche essere prorogato per un periodo non superiore a due mesi dal Consiglio dipartimentale quando è stato ordinato un parere di esperti.

Documenti di supporto

Il richiedente deve presentare un fascicolo completo di domanda che comprenda:

  • due copie del questionario standardizzato con un documento d'identità fotografico compilato, datato e firmato, disponibile nei Consigli dipartimentali del Collegio o direttamente scaricabili dal sito ufficiale del Consiglio nazionale del Collegio delle ostetriche;
  • una fotocopia di un documento d'identità valido o, se necessario, di un certificato di nazionalità rilasciato da un'autorità competente;
  • Se del caso, una fotocopia della carta di residenza familiare di un cittadino dell'UE valida, della carta residente CE valida a lungo termine o della carta residente con status di rifugiato valido;
  • In tal caso, una fotocopia di un certificato di cittadinanza valido;
  • una copia, accompagnata se necessario da una traduzione, fatta da un traduttore certificato, dei titoli formativi a cui sono allegati:- nel caso in cui il richiedente sia un cittadino dell'UE o del SEE, il certificato o i certificati forniti (cfr. sopra "2. a. Requisiti nazionali"),
    • al richiedente viene concesso un permesso di esercizio individuale (cfr. supra "2. v. cittadini dell'UE e del CEE: per un esercizio permanente"), copiando questa autorizzazione,
    • Quando il richiedente presenta un diploma emesso in uno Stato straniero la cui validità è riconosciuta sul territorio francese, la copia dei titoli a cui tale riconoscimento può essere subordinato;
  • per i cittadini di uno Stato straniero, un estratto di fedina penale o un documento equivalente di meno di tre mesi, rilasciato da un'autorità competente dello Stato di origine. Questa parte può essere sostituita, per i cittadini dell'UE o del BEE, che richiedono la prova della moralità o dell'onorificenza per l'accesso all'attività ostetrica, con un certificato, di età inferiore a tre mesi, dall'autorità competente dello Stato. certificando che queste condizioni morali o di onorabilità sono soddisfatte;
  • una dichiarazione sull'onore della ricorrente che attesta che nessun procedimento che possa dare luogo a una condanna o a una sanzione che potrebbe influire sulla quotazione nel consiglio di amministrazione è contro di lui;
  • un certificato di registrazione o di registrazione rilasciato dall'autorità con cui il richiedente è stato precedentemente registrato o registrato o, in mancanza di tale firma, una dichiarazione d'onore del richiedente che ha attestato di non essere mai stato registrato o registrato o, in mancanza di tale, un certificato di registrazione in uno stato dell'UE o del CEA;
  • tutte le prove che il richiedente dispone delle competenze linguistiche necessarie per esercitare la professione;
  • un curriculum.

Rimedi

Il richiedente o il Consiglio nazionale del Collegio delle ostetriche può impugnare la decisione di registrare o rifiutare la registrazione entro 30 giorni dalla notifica della decisione o dalla decisione implicita di respingerla. Il ricorso viene presentato dinanzi al Consiglio regionale territorialmente competente.

Il consiglio regionale deve decidere entro due mesi dalla ricezione della domanda. In assenza di una decisione entro tale termine, il ricorso è considerato respinto.

Anche la decisione del Consiglio regionale è soggetta ad appello, entro 30 giorni, al Consiglio nazionale del Collegio delle ostetriche. La decisione stessa può essere impugnata al Consiglio di Stato.

Costo

La registrazione nel consiglio di amministrazione del collegio è gratuita, ma crea l'obbligo di pagare le quote ordinali obbligatorie, il cui importo è fissato annualmente e che deve essere pagato nel primo trimestre dell'anno civile in corso. Il pagamento può essere effettuato online sul sito ufficiale del Consiglio nazionale del Collegio delle ostetriche. Come indicazione, nel 2018, l'importo di questo contributo ammonta a 148 euro.

Per andare oltre4112-1 e quanto segue del codice sanitario pubblico.

c. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve completare un modulo di reclamo online .

Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700, Parigi ( sito ufficiale ).