Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Radiofisicista

1. Definizione dell'attività

Il radiofisico o fisico medico è un professionista della salute che lavora all'interno di un team multidisciplinare la cui attività è quella di implementare la sua conoscenza delle radiazioni in campo medico. In particolare, è responsabile della qualità delle immagini, della dosimetria (studio quantitativo delle radiazioni) e garantisce l'ottimizzazione dell'uso di apparecchiature di radiazione per scopi diagnostici o terapeutici del paziente.

Il radiofisico porta la sua esperienza in:

  • radioterapia;
  • Medicina nucleare;
  • l'imaging medico.

Si noti che

La pratica illegale della professione è punibile con due anni di reclusione e una multa di 30.000 euro

Per andare oltre Articoli L. 4251-1 e L. 4252-2 del codice di sanità pubblica (Codice di salute pubblica).

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

Per svolgere l'attività di radiofisico, il professionista deve:

  • tenere in possesso di uno dei seguenti diplomi o titoli di formazione:- una laurea in fisica radiologica e medica,
    • un fisico medico,
    • l'accreditamento come radiofisico rilasciato prima del 28 novembre 2004;
  • per registrarlo.

Si noti che

Questa procedura di registrazione è gratuita e deve essere effettuata prima dell'inizio della professione di radiofisico con l'organismo competente.

Per andare oltre Articolo L. 4251-2 e L. 4251-3 del codice di sanità pubblica.

Formazione

Lauree honoris causa pre-requis

Per essere riconosciuta come persona professionalmente qualificata, la persona deve avere un master (B.A.5) in fisica radiologica o fisico medico. Le modalità di accesso e la formazione fornite sono specifiche per le università che esridono tali diplomi.

Si consiglia di avvicinarsi alle istituzioni interessate per ulteriori informazioni.

Diploma di qualificazione in Fisica Radiologica e Medica (DQPRM)

Al fine di specializzarsi, il professionista deve condurre la formazione in radioterapia, brachiterapia, radiologia e medicina nucleare e protezione delle radiazioni dei pazienti.

Questa formazione è disponibile per competizione. Possono essere applicati i candidati con un master (B.A. 5) o un livello equivalente nel campo della fisica radiologica e medica, ammessi come prerequisito per l'ingresso agli esami di ammissione.

Al fine di iscriversi ai test di selezione della formazione specializzata, il diploma del candidato deve soddisfare i requisiti di contenuto stabiliti nel programma II dell'ordine del 6 dicembre 2011 sulla formazione e le missioni della persona radiofisica medica e il riconoscimento delle qualifiche professionali dei cittadini stranieri per lo svolta di queste missioni in Francia.

La formazione specializzata è di almeno un anno e comprende:

  • istruzioni teoriche di almeno 180 ore
  • uno stage in una o più strutture sanitarie o pratiche liberali sotto la responsabilità di un professionista radiofisico. Questo stage si suddivide come segue:- minimo di 36 settimane in radioterapia;
    • 10 settimane di medicina nucleare;
    • Sei settimane in radiologia.

Al termine del tirocinio, il candidato deve sottoporsi a test di conoscenza davanti a una giuria professionale e, in caso di esito positivo, ottiene un DQPRM dall'organizzazione che ha eseguito la formazione.

Per andare oltre Articoli R. 1333-59 e il seguente del codice sanitario pubblico; al 6 dicembre 2011.

Costi associati alla qualifica

La formazione per una laurea in fisica radiologica e medica o fisico medico è pagata e il costo varia a seconda dell'istituto che fornisce la formazione. Per ulteriori informazioni, si consiglia di avvicinarsi allo stabilimento in questione.

b. Cittadini dell'UE: per esercizi olfatto temporaneo e occasionale (Consegna gratuita dei servizi (LPS))

Qualsiasi cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea (UE) o una parte dello Stato dell'accordo sullo Spazio economico europeo (AEA) legalmente stabilito e praticando l'attività di radiofisico in tale Stato può esercitare in Francia su base temporanea e casuale la stessa attività.

Qualora lo Stato membro non regoli la formazione o l'esercizio fisico, l'individuo deve giustificare l'esercizio di un radiofisico per almeno un anno negli ultimi dieci anni.

Una volta che il professionista soddisfa queste condizioni, deve fare una dichiarazione precedente prima della sua prima esibizione in Francia (vedi infra "4o. b. Predichiarazione per un cittadino dell'UE per un esercizio temporaneo e occasionale (LPS)").

Si noti che

Qualora vi siano differenze sostanziali tra la formazione professionale e l'esperienza nazionale e quelle necessarie per esercitare in Francia, il prefetto di reparto può decidere di sottoporlo a un test attitudinale o a uno stage. adattamento (cfr. infra "5.00). b. Buono a sapersi: misure di compensazione").

Inoltre, il cittadino deve giustificare la necessità di disporre delle conoscenze necessarie per praticare la professione di radiofisico in Francia.

Per andare oltre Articolo L. 4251-6 del Codice di sanità pubblica.

c. Cittadini dell'UE: per un esercizio permanente (Free Establishment (LE))

Qualsiasi cittadino dell'UE stabilito legalmente in uno Stato membro che lavora come radiofisico può svolgere la stessa attività in Francia, purché possieda:

  • un certificato di formazione rilasciato da uno o più Stati membri che regolano l'attività del radiofisico e gli consentono di svolgere tale attività legalmente;
  • nel caso in cui lo Stato non disciplina l'accesso o l'esercizio della professione, un titolo che attesti di aver ricevuto una formazione in preparazione per la pratica di tale professione e un documento che giustifica che essa è impegnata in questa attività da almeno un anno negli ultimi dieci anni Anni
  • un certificato di formazione rilasciato da un terzo Stato e riconosciuto da uno Stato membro diverso dalla Francia che gli consente di esercitare legalmente la sua professione. In tal caso, l'interessato deve aver giustificato la sua attività da tre anni in tale Stato membro.

Si noti che

In caso di differenze sostanziali tra la formazione del professionista e quella necessaria per esercitarsi come radiofisico in Francia, il prefetto può sottoporlo a una misura di compensazione (cfr. infra "5o. b. Buono a sapersi: misure di compensazione").

Per andare oltre Articolo L. 4251-5 del Codice di sanità pubblica.

Tre gradi. Assicurazione

In qualità di professionista sanitario, il radiofisico deve, se esercita in veste liberale, di mettere in pratica un'assicurazione responsabilità civile professionale.

Se esercita come dipendente, spetta al datore di lavoro prendere tale assicurazione per i suoi dipendenti per gli atti compiuti durante questa attività.

Per andare oltre Articolo L. 1142-2 del codice di sanità pubblica.

È uno di quattro gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Pre-dichiarazione per un cittadino dell'UE per un esercizio temporaneo e occasionale (LPS)

Autorità competente

Il cittadino deve presentare domanda prima della sua prima consegna di servizio al prefetto del dipartimento di sua scelta.

Documenti di supporto

La domanda deve comprendere:

  • Le modulo di dichiarazione Completato e firmato;
  • tutte le informazioni relative allo status civile, alla nazionalità e alla legalità dell'istituzione nazionale nello Stato membro di origine.

Tempo

Entro un mese dalla ricezione della richiesta del cittadino, il prefetto lo informa:

  • Che può iniziare l'erogazione del servizio
  • Non può iniziare la fornitura del servizio;
  • che egli deve essere risarcito per dimostrare di avere le conoscenze necessarie per svolgere la sua attività in Francia.

La mancata risposta del prefetto oltre un ritardo di un mese merita di essere respinta.

Esito della procedura

Il prefetto regionale registra il cittadino in una determinata lista e gli invia una ricevuta indicando il suo numero di registrazione e specificando l'agenzia di assicurazione sanitaria competente.

Si noti che

La dichiarazione preventiva consente al cittadino di esercitare su tutto il territorio francese e deve essere rinnovata ogni anno alle stesse condizioni.

Per andare oltre Articoli da 12 a 16 e Appendice VII dell'ordinanza del 6 dicembre 2011 sulla formazione e le missioni dello specialista di radiofisica medica e sul riconoscimento delle qualifiche professionali dei cittadini stranieri per l'esercizio di questi missioni in Francia.

b. Domanda di autorizzazione all'esercizio per il cittadino dell'UE per un esercizio permanente (LE)

Autorità competente

Il cittadino deve presentare una domanda in due copie per lettera raccomandata con notifica al prefetto del dipartimento in cui intende esercitarsi.

Documenti di supporto

La sua domanda deve contenere i seguenti documenti, se presenti, con la loro traduzione in francese:

  • Il modulo di autorizzazione all'esercizio è stato indicato nel programma V dell'ordine del 6 dicembre 2011 completato e firmato;
  • Una fotocopia del suo documento d'identità valido
  • Una copia del suo titolo di formazione che permette l'esercizio dell'attività del radiofisico e, se necessario, i suoi diplomi aggiuntivi;
  • qualsiasi documento che giustifichi la sua formazione o la sua esperienza professionale;
  • una dichiarazione dell'autorità competente del suo Stato di istituto di età inferiore a un anno, che atdivi che non è soggetta ad alcuna sanzione;
  • Una copia dei certificati che illustrano il livello di formazione e il contenuto e la durata degli stage convalidati dal richiedente;
  • a seconda dei casi:- quando lo Stato non disciplina l'accesso o la pratica della professione, qualsiasi prova che giustifichi che ha ricoperto la posizione di specialista di radiofisica medica per almeno un anno negli ultimi dieci anni,
    • quando il professionista ha acquisito il suo titolo di formazione in un terzo Stato, ma riconosciuto da uno Stato membro, il riconoscimento del titolo di formazione da parte dello Stato lo ha riconosciuto.

Ritardi e esito della procedura

Il prefetto riconosce la ricezione della richiesta entro un mese dalla ricezione.

La mancata risposta oltre i quattro mesi è un motivo per respingere la domanda. Una volta accettata la domanda, al cittadino viene assegnata una tessera sanitaria professionale e può esercitarsi come radiofisico alle stesse condizioni del cittadino francese.

Per andare oltre Articoli da 6 a 11 dell'ordine del 6 dicembre 2011 sopra.

Buono a sapersi: misure di compensazione

Quando l'esame delle qualifiche professionali del nazionale rivela differenze sostanziali tra la sua formazione e quella necessaria per svolgere l'attività di radiofisico in Francia o finché la formazione del professionista è meno di un anno in meno rispetto a quello del diploma francese, il prefetto di dipartimento può, dopo aver notificato una commissione, decidere di sottoporre il professionista a un test attitudinale o a un corso di adeguamento.

La prova attitudine consiste in un esame scritto e orale per verificare la conoscenza del cittadino. Il corso di adattamento, per un massimo di tre anni, deve essere svolto con un radiofisico che pratica da almeno tre anni per tirocini in medicina nucleare e radiologia e da almeno cinque anni per tirocini di radioterapia.

Le modalità di organizzazione delle misure di compensazione sono indicate nell'allegato VI del suddetto decreto del 6 dicembre 2011.

Per andare oltre Articolo L. 4251-5 del Codice di sanità pubblica.

c. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve compilare un modulo di reclamo online. Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segreteria Generale per gli Affari Europei, 68 rue de Bellechasse, 75700, Parigi sito ufficiale .