Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Responsabile delle strutture funebri

Ultimo aggiornamento: : 2020-04-15 17:22:28

1. Definizione dell'attività

Il direttore del funerale è un professionista che amministra una casa funebre.

In particolare, come funerale, è responsabile di determinare con le famiglie, l'organizzazione e le modalità del servizio funebre e garantire il buon funzionamento delle attività svolte all'interno della sua istituzione.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

Per essere un direttore funebre, il professionista deve:

  • Tenere un diploma per praticare la professione di consigliere funebre;
  • richiedere un'autorizzazione per la sua istituzione (vedi infra "5 gradi). b. Richiesta di autorizzazione."

Per andare oltre Articoli L. 2223-23 e D. 2223-55-2 del Codice Generale degli Enti Locali.

Formazione

Per svolgere legalmente la sua attività, il gestore di un'abitazione funebre deve ottenere un diploma entro 12 mesi dalla data dell'istituzione.

Questo diploma viene rilasciato non appena il candidato ha completato con successo la seguente formazione:

  • 140 ore di formazione teorica sulle seguenti materie:- igiene, sicurezza ed ergonomia,
    • legislazione e regolamentazione funebre,
    • psicologia e sociologia del lutto,
    • pratiche funebri e riti,
    • progettare e organizzare una cerimonia,
    • allenare una squadra,
    • prodotti, servizi e consulenza in vendita,
    • regolamentazione commerciale;
  • 70 ore di formazione pratica, svolta in un'azienda, una direzione o un'associazione autorizzata, al termine della quale verrà effettuata una valutazione scritta;
  • Formazione supplementare di 42 ore.

Al termine della formazione, il professionista viene sottoposto ad un esame, organizzato dalle organizzazioni di formazione.

Per andare oltre articolo D. 2223-55-3 e seguito del codice generale degli enti locali; decreto 30 aprile 2012 Decreto n. 2012-608 del 30 aprile 2012 sui diplomi nel settore funebre.

Richiesta di autorizzazione dell'istituto

L'autorizzazione viene rilasciata al gestore solo quando sono soddisfatte le seguenti condizioni:

  • il manager non deve essere stato oggetto di una condanna definitiva (vedi infra "3o. Condizioni di onorabilità, regole etiche");
  • Tutto il personale e il responsabile della struttura devono avere le qualifiche professionali minime richieste;
  • gli impianti tecnici e i veicoli che trasportano organismi devono rispettare le disposizioni degli articoli da R. 2223-67 a D. 2223-121 del codice generale degli enti locali;
  • il gestore deve essere in regola per quanto riguarda le tasse e i contributi previdenziali.

Per andare oltre Articolo L. 2223-23 del Codice generale degli enti locali.

Costi associati alla qualifica

La formazione che porta al diploma di consigliere funebre è pagata. Per ulteriori informazioni, si consiglia di avvicinarsi alle agenzie che lo dispensano.

b. Cittadini dell'UE: per l'esercizio temporaneo e casuale (Consegna gratuita del servizio (LPS))

Qualsiasi cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea (UE) o di un partito nello Spazio economico europeo può lavorare in Francia come consulente funebre, su base temporanea e occasionale se soddisfa una delle seguenti condizioni:

  • Essere legalmente stabiliti in tale Stato per svolgere la stessa attività;
  • hanno svolto questa attività per un anno negli ultimi dieci anni prima dell'erogazione, quando né la formazione né l'attività sono regolamentate in tale stato;
  • hanno ricevuto un autorizzazione dalla prefettura competente.

Per andare oltre Articoli L. 2223-23 e L. 2223-47 del Codice Generale degli Enti Locali.

c. Cittadini dell'UE: per un esercizio permanente (Free Establishment (LE))

Il cittadino di uno Stato dell'UE o del CEA può stabilirsi in Francia per praticare in modo permanente se giustifica:

  • Tre anni consecutivi di esperienza professionale
  • un certificato di competenza rilasciato da un'autorità competente quando la professione è regolamentata in tale Stato;
  • a tempo pieno o a tempo parziale, per un anno negli ultimi dieci anni, quando lo Stato non regola la professione o la formazione.

Una volta che il cittadino soddisfa una di queste condizioni, potrà rivolgersi al prefetto territorialmente competente per il riconoscimento delle sue qualifiche professionali (cfr. infra "4o. a. Richiedere il riconoscimento delle qualifiche professionali per il cittadino per un esercizio permanente (LE)).

Quando l'esame delle qualifiche professionali rivela differenze sostanziali tra la qualifica del professionista e quella richiesta di pratica in Francia, la persona interessata può essere sottoposta a un test attitudinale o a uno stage adattamento (cfr. infra "4.00. a. Buono a sapersi: misure di compensazione").

Per andare oltre Articoli L. 2223-48 e L. 2223-50 del Codice Generale degli Enti Locali.

Tre gradi. Condizioni di onorabilità, regole etiche, etica

Integrità

Per gestire una casa funebre, il professionista non deve essere stato sottoposto a:

  • una condanna definitiva con o senza una pena condizionale, registrata nel bollettino 2 della sua fedina penale o su una condanna emessa da un tribunale straniero per uno dei seguenti reati o delitti:- svolgere illegalmente un'attività professionale o sociale regolamentata,
    • corruzione o l'influenza del peddling,
    • intimidazione di una persona in un servizio pubblico,
    • Truffa
    • violazione della fiducia,
    • violazione della sepoltura o violazione del rispetto dovuto ai morti,
    • furto o ricezione,
    • aggressione morale o violenza sessuale,
    • Assalti Wilful;
  • bancarotta personale.

Per andare oltre Articolo L. 2223-24 del Codice generale degli enti locali.

Regole professionali

Il professionista è vincolato dalle norme nazionali sui funerali.

In quanto tale, deve includere:

  • garantire il rispetto delle disposizioni di informazione familiare, comprese le citazioni obbligatorie dei preventivi e degli ordini di acquisto emessi, come indicato negli articoli da R. 2223-24 a R. 2223-32-1 del codice generale degli enti locali (informazioni relative al professionale e alla natura dei servizi offerti);
  • proporre e rispettare i requisiti di finanziamento funebre (cfr. sezione R. 2223-33 del Codice generale degli enti locali).

Per andare oltre Articolo R. 2223-23-5 e che segue il codice generale degli enti locali.

È uno di quattro gradi. Assicurazione e sanzioni

Un gestore di stabilimenti celviti, che opera senza ottenere un'autorizzazione, è punibile con una multa di 75.000 euro.

Il professionista incorre nella stessa sanzione, se offre servizi in previsione di un funerale o entro due mesi dalla morte, al fine di ottenere l'ordine di forniture o prestazioni relative a un decesso. È inoltre vietata la ricerca di strade pubbliche per gli stessi benefici.

Inoltre, una pena detentiva di cinque anni e un'ammenda di 75.000 euro sono punibili offrendo qualsiasi beneficio direttamente o indirettamente (offerte, regali, promesse, ecc.) a persone con conoscenza di una morte a l'opportunità di ottenere prestazioni legate alla morte o di raccomandare i servizi di un professionista.

Per andare oltre Articoli L. 2223-33 e L. 2223-35 del Codice Generale degli Enti Locali.

Cinque gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Domanda di riconoscimento delle qualifiche professionali per i cittadini dell'UE per l'esercizio permanente (LE)

Autorità competente

Il prefetto del luogo di installazione nazionale è competente a decidere sulla domanda di riconoscimento delle qualifiche professionali.

Documenti di supporto

La domanda è fatta presentando un file con i seguenti documenti giustificativi:

  • Un documento d'identità valido
  • Un certificato di competenza o di formazione rilasciato da un'autorità competente;
  • qualsiasi prova, se del caso, che il cittadino abbia lavorato come consulente funebre per un anno a tempo pieno o parziale negli ultimi dieci anni in uno Stato membro che non regoli la professione.

Procedura

Il prefetto riconoscerà la ricezione del fascicolo completo entro un mese e informerà il cittadino in caso di documenti mancanti. Da allora avrà quattro mesi di tempo per decidere la domanda di riconoscimento o sottoporre il cittadino a una misura di compensazione.

Buono a sapersi: misure di compensazione

Al fine di svolgere la sua attività in Francia o di entrare nella professione, il cittadino può essere tenuto a sottoporsi a una misura di compensazione, che può essere:

  • Un corso di adattamento
  • un test attitudine effettuato entro sei mesi dalla notifica alla persona interessata.

Per andare oltre Articolo R. 2223-133 e che segue il codice generale degli enti locali; 25 agosto 2009 attuato la verifica delle conoscenze e misure compensative per il riconoscimento delle qualifiche professionali nel settore funebre.

b. Richiesta di sdoganamento

Autorità competente

Il professionista deve rivolgere la sua richiesta al prefetto del dipartimento in cui ha sede l'azienda, o dal prefetto di polizia per la città di Parigi.

Documenti di supporto

La sua domanda deve comprendere:

  • una dichiarazione che menziona il nome dell'istituzione, la sua forma giuridica, la sua attività, la sua sede, lo stato civile e la qualità del suo manager. Se necessario, un estratto dalla sua registrazione nel registro delle operazioni e delle imprese (RCS) o nell'elenco delle operazioni;
  • un elenco di attività per le quali è richiesta l'autorizzazione;
  • Prova che l'ente sta adempiendo agli obblighi fiscali e previdenziali richiesti;
  • Prova della capacità, dell'esercizio fisico e della formazione professionale del direttore e di tutto il personale;
  • Lo status aggiornato del personale impiegato presso la struttura
  • a seconda dei casi:- un certificato di conformità del veicolo per le attività di trasporto della carrozzeria prima di impostare la birra,
    • per la gestione e l'uso di una camera funeraria, un certificato di conformità con la commissione funebre,
    • una copia del diploma di thanatopracteur per il personale addetto alla conservazione,
    • in caso di attività legate alla gestione di un crematorio, certificato di rispetto del crematorio.

Procedura

Una volta completata la domanda, l'autorizzazione è concessa per un periodo di sei anni, in tutto il territorio e pubblicata nella raccolta degli eventi della prefettura. Tuttavia, qualora il professionista non giustifichi almeno due anni di esperienza professionale nell'attività per la quale si richiede l'autorizzazione, tale periodo è limitato a un anno.

Si noti che

L'autorizzazione dell'ente può essere sospesa fino a un anno o ritirata se:

  • Il professionista non soddisfa più le condizioni necessarie per la sua consegna;
  • L'attività per la quale è stata emessa non è più svolta all'interno dell'istituzione;
  • l'ordine pubblico.

Per andare oltre Articoli L. 2223-25 e R. 2223-56 e seguenti del Codice Generale delle Autorità Locali.

c. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve compilare un modulo di reclamo online. Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).