Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Ufficiale di informazioni sui voli e gli avvisi

1. Definizione dell'attività

Il responsabile informativo di volo e di allerta o "agente AFIS" (Aerodromo Flight Information Service) è un professionista che opera all'interno di un aeroporto.

Come tale, le sue principali missioni sono:

  • Fornire ai piloti informazioni sui parametri meteorologici, sul traffico aereo o sulla configurazione dell'aeroporto e delle piste;
  • per fornire un avviso di incidente e per avviare processi di emergenza in caso di incidente.

Può anche avere un ruolo nei rapporti con i funzionari dell'aviazione civile e deve garantire che trasmetta una buona immagine dell'aeroporto su cui si trova.

Cosa sapere

L'agente AFIS deve differenziarsi dal controllore: non rilascia alcuna autorizzazione per decollare o atterrare, il suo ruolo è esclusivamente informativo.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

La professione AFIS è soggetta all'emissione da parte della Direzione per la sicurezza dell'aviazione civile (DSAC) di una qualifica nota come "qualificazione AFIS" che attesti l'acquisizione di conoscenze teoriche e pratiche e che, se necessario, "Inglese AFIS." Questa qualifica consente al titolare di praticare su uno specifico campo d'aviazione.

Per andare oltre Articolo R. 135-8 del codice dell'aviazione civile e ordinanza del 16 luglio 2007 relativa alla qualificazione e alla formazione del personale AFIS.

Formazione

La qualifica AFIS si ottiene se il candidato ha:

  • ha ottenuto una designazione "AFIS" quando richiesto;
  • ha seguito l'addestramento, che è stato oggetto di una valutazione teorica iniziale e poi di una formazione teorica e pratica locale condotta direttamente in un campo d'aviazione e oggetto di una valutazione.

Formazione teorica iniziale

Se giustifica aver seguito una formazione il cui programma è stabilito nell'Appendice 1 del decreto del 16 luglio 2007, qualsiasi candidato, di almeno 18 anni, può effettuare il test di valutazione teorica iniziale.

Una volta registrata sul Piattaforma OCEANE , il candidato potrà recarsi in un centro d'esame per sostenere il test di valutazione teorica iniziale. Il candidato sarà sottoposto a un questionario a scelta multipla (MQ) e dovrà rispondere correttamente a un minimo di 48 domande su 60 per convalidare il test.

Il certificato di successo rilasciato dal DSAC è valido per un anno e consente l'accesso alla formazione teorica e pratica locale.

Per andare oltre Gli articoli 6 e 8 del decretato dal 16 luglio 2007 qualifica e formazione del personale AFIS.

Formazione teorica e pratica locale

La formazione teorica locale, che dura da due a ventiquattro settimane a seconda del candidato, comprende un curriculum identico a quello della formazione teorica iniziale, ma adattato all'ambiente locale dell'aeroporto in cui il candidato vuole evolvere. La formazione teorica e pratica locale comprende anche un programma di formazione complementare stabilito nel programma 2 del decreto del 16 luglio 2007.

La sua valutazione, per la valutazione teorica locale, viene effettuata in forma scritta e può anche essere accompagnata da una prova orale, a scelta del valutatore. La valutazione pratica locale viene effettuata in loco.

Dopo aver eseguito con successo la valutazione teorica e pratica locale, al candidato viene assegnato un certificato di successo. Questo certificato gli permette di svolgere le sue funzioni per due mesi, in attesa dell'emissione della qualifica AFIS da parte del DSAC.

Per andare oltre Articoli 7 e 9 dell'ordine del 16 luglio 2007.

Rinnovo

La qualifica AFIS è valida per tre anni. Il richiedente potrà presentare domanda di rinnovo presentando una domanda scritta al DSAC territorialmente competente.

La presente richiesta dovrebbe includere:

  • un certificato del fornitore AFIS che dimostrasse che la persona interessata ha eseguito almeno 24 ore o quattro ferie nei tre mesi precedenti la domanda;
  • un certificato del fornitore dell'AFIS che attesti che l'interessato ha completato la formazione professionale continua (cfr. sotto. "4a formazione professionale continua").

Menzione inglese AFIS

Oltre al successo dei vari test teorici e pratici di cui sopra, il funzionario AFIS che richiede la qualifica AFIS deve essere contrassegnato come "English AFIS" quando il servizio di informazioni su volo e di allerta è fornito in lingua inglese sul campo d'aviazione dove intende esercitare.

Questo può essere sulla qualifica quando l'ufficiale soddisfa le seguenti condizioni:

  • hanno un certificato di conoscenza della lingua inglese Livello B1 Il quadro comune europeo per le lingue (CECRL);
  • hanno subito una formazione sui temi aeronautici e la fraseologia (tutte le svolte tipiche in un determinato ambiente) in conformità con i temi dell'Appendice 7 al decreto del 16 luglio 2007.

Cosa sapere

Questo è valido solo per un periodo di tre anni. Ad ogni rinnovo, l'ufficiale AFIS dovrà fare una richiesta scritta al DSAC insieme ai seguenti documenti:

  • Un certificato di conoscenza della lingua inglese di livello B1 rilasciato entro sei mesi dal rinnovo;
  • un certificato di formazione su temi aeronautici e fraseologia rilasciato da un fornitore AFIS.

Per andare oltre Articolo 2-1 e Appendici 5, 6 e 7 dell'Ordine del 16 luglio 2007.

Costi associati alla qualifica

I costi di formazione per i responsabili AFIS variano in base all'organizzazione di formazione. Per ulteriori informazioni, si consiglia di avvicinarsi a uno di loro.

b. Cittadini dell'UE o del CEE: per esercizio temporaneo e occasionale (Consegna gratuita dei servizi)

Qualsiasi cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea (UE) o parte dello Spazio economico europeo, che sia istituito e pratici legalmente l'attività dell'agente AFIS in tale Stato, può svolgere la stessa attività in Francia, su base temporanea e occasionale.

Egli deve prima richiederlo con la dichiarazione scritta indirizzata al DSAC, 50 Henry Farman Street, 75720 Paris Cedex 15 (vedi infra "5o. a. Ottenere una licenza per esercitare il cittadino per un esercizio temporaneo o casuale (LPS)").

Nel caso in cui la professione non sia regolamentata, né nel corso dell'attività né nel contesto della formazione, nello stato in cui il professionista è legalmente stabilito, deve aver svolto tale attività per almeno un anno, nel corso dei dieci anni prima del beneficio, in uno o più Stati dell'UE.

In caso di differenze sostanziali tra la qualifica professionale del cittadino e la formazione in Francia, il DSAC competente può richiedere che la persona interessata sottoponga a un test attitudinale.

Per andare oltre paragrafo IV dell'articolo 2 dell'articolo 2 dell'Ordine del 16 luglio 2007.

c. Cittadini dell'UE o del CEE: per un esercizio permanente (Free Establishment)

Per esercitare la professione di agente AFIS in Francia in modo permanente, l'UE o il CONSIGLIO di amministrazione devono soddisfare una delle seguenti condizioni:

  • detenere un certificato di competenza o di formazione richiesto per la professione di agente AFIS in uno Stato dell'UE o del CEA quando si regola la professione sul suo territorio;
  • in cui lo Stato dell'UE o del CEE non disciplina questa professione:- agente AFIS da almeno un anno, a tempo pieno o a tempo parziale, negli ultimi dieci anni,
    • hanno un certificato di competenza o un titolo di prova di formazione che giustifica che il cittadino ha preparato l'esercizio dell'agente AFIS.

Una volta che il cittadino soddisfa una di queste condizioni, sarà in grado di richiedere il riconoscimento AFIS dal DSAC, 50 rue Henry Farman, 75720 Paris Cedex 15 (vedi sotto "5o. b. Ottenere la qualifica AFIS per il cittadino per un esercizio permanente (LE)).

In caso di differenze sostanziali tra la qualifica professionale del nazionale e la formazione in Francia, il DSAC competente può esigere che la persona interessata sottoponga a misure compensative (cfr. infra 5. a. Buono da sapere: misure di indennizzo").

Per andare oltre paragrafo I a III dell'articolo 2 dell'Ordine del 16 luglio 2007.

Tre gradi. Condizioni di onorabilità, regole etiche, etica

In caso di grave impatto o negligenza nell'esecuzione delle sue funzioni, l'ufficiale AFIS può avere il suo qualifica AFIS sospeso o ritirato, rispettivamente, con o senza formalità, quando l'emergenza e la sicurezza lo richiedono.

Per andare oltre Articolo R.135-8 del Codice dell'Aviazione Civile.

È uno di quattro gradi. Formazione professionale continua

La formazione professionale continua della durata di 6 ore all'anno deve essere seguita dall'agente AFIS. Permette al professionista di aggiornare regolarmente la sua conoscenza delle nuove normative e delle sue competenze, nonché di mantenere il suo livello di competenze linguistiche B1 richieste per la designazione "English AFIS".

Al termine di ogni formazione continua, all'ufficiale AFIS viene fornito un certificato che giustifica il completamento della sessione di manutenzione delle competenze.

In ogni caso, ogni funzionario dell'AFIS dovrà essere in grado di giustificare, nel corso della sua carriera, il follow-up di questa formazione annuale continua presentando un opuscolo di formazione aggiornato.

Inoltre, laddove sono richieste menzioni inglesi, il richiedente deve mantenere un minimo di livello B1 e seguire una formazione continua nella sua conoscenza della fraseologia e dei temi aeronautici nel programma 7 del sedicesimo ordine. luglio 2007.

Per andare oltre all'articolo 11 e 11-1 dell'Ordine del 16 luglio 2017.

Cinque gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Ottenere una licenza per esercitare il cittadino per un esercizio temporaneo o casuale (LPS)

Autorità competente

La Direzione per la sicurezza dell'aviazione civile ha l'autorità di decidere sulla domanda di autorizzazione per l'esecuzione del servizio.

Documenti di supporto

A sostegno della sua domanda di congedo, il cittadino sottopone al DSAC un fascicolo territorialmente competente contenente i seguenti documenti giustificativi:

  • un certificato di riconoscimento della sua competenza, quando la professione è regolamentata nello Stato dell'UE o nel POE in cui è stabilita;
  • un certificato che giustifica la sua attività per almeno un anno, negli ultimi dieci anni, quando né la formazione né la pratica della professione sono regolamentate nel suo stato;
  • se necessario, un certificato di conoscenza della lingua (vedi sopra "2. b. Menzione inglese AFIS").

Tempo

Una volta ricevuto il fascicolo, l'autorità competente avrà un mese per prendere la sua decisione, che può essere:

  • consentire al cittadino di fornire il suo primo servizio;
  • richiedere ulteriori informazioni. In questo caso, avrà due mesi dopo l'invio di questi documenti per decidere;
  • in caso di differenze sostanziali tra la formazione del nazionale e quella francese, e date le implicazioni per la sicurezza pubblica, di sottoporlo a un test attitudino entro un mese dalla sua decisione. Se la persona ha successo, l'autorità competente gli rilascerà la qualifica AFIS per svolgere lo spettacolo;
  • non autorizzare la consegna.

Per andare oltre paragrafo IV dell'articolo 2 dell'articolo 2 dell'Ordine del 16 luglio 2007.

b. Ottenere la qualifica AFIS per il cittadino per un esercizio permanente (LE)

Autorità competente

La Direzione per la sicurezza dell'aviazione civile ha l'autorità di decidere sulla domanda di qualificazione AFIS.

Documenti di supporto

A sostegno della sua domanda di qualifica, il cittadino presenta al DSAC un fascicolo contenente i seguenti documenti giustificativi:

  • Un certificato di riconoscimento della propria competenza quando la professione è regolamentata nell'UE o nello Stato del CEE;
  • un certificato che giustifica la sua attività per almeno un anno negli ultimi dieci anni, quando né la formazione né la pratica della professione sono regolamentate nello Stato membro;
  • se necessario, un certificato di conoscenza della lingua (vedi sopra "2. b. Menzione inglese AFIS").

Esito della procedura

Al ricevimento di tutti gli elementi del fascicolo, il DSAC sarà in grado di decidere l'emissione della qualifica AFIS o, se necessario, sull'attuazione di misure di compensazione da parte dell'interessato.

Una volta concessa la qualifica AFIS, il cittadino sarà in grado di esercitare la professione di agente AFIS in uno specifico campo d'aviazione.

Buono a sapersi: misure di compensazione

Al fine di svolgere la sua attività in Francia o di entrare nella professione, il cittadino può essere tenuto a presentare la misura di compensazione di sua scelta, che può essere:

  • un corso di adattamento, a volte con formazione supplementare, che sarà valutato alla fine del progetto;
  • un test attitudine effettuato entro sei mesi dalla notifica alla persona interessata.

Per andare oltre paragrafi II e III dell'articolo 2.3 e degli articoli 4, 5 e 11 dell'ordinanza del 16 luglio 2007.

c. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve completare un modulo di reclamo online .

Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).