Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Facilitatore dei corsi di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale

1. Definizione dell'attività

Il facilitatore dei corsi di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale è un professionista la cui attività comprende la fornitura di conducenti che hanno perso punti sulla patente di guida con punti in punti e punti di consapevolezza sicurezza stradale.

Questi corsi sono composti da moduli volti a cambiare gli atteggiamenti di questi piloti in modo che non ripetano il loro comportamento pericoloso.

Questi corsi sono facilitati da un team composto da un insegnante di guida e sicurezza stradale e da uno psicologo, entrambi in possesso del certificato di idoneità per addestrare istruttori di guida di veicoli a (BAFM) e l'autorizzazione ad animare.

Conformemente alle disposizioni della sezione D. 114-12 del Codice delle relazioni pubbliche e dell'Amministrazione, qualsiasi utente può ottenere un certificato informativo sulle norme applicabili alle professioni relative all'insegnamento della guida costosa e della consapevolezza della sicurezza stradale. A tale scopo, è necessario inviare l'applicazione al seguente indirizzo: bfper-dsr@interieur.gouv.fr.

Per andare oltre Articoli da L. 212-1 a L. 212-5 e Da R. 223-5 a R. 223-13 dello Highway Traffic Act.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

Al fine di svolgere l'attività di facilitatore dei corsi di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale, il professionista deve avere almeno 25 anni e tenere:

  • patente di guida valida e il cui periodo di prova è scaduto;
  • un insegnante di guida e sicurezza stradale per esperti di sicurezza stradale;
  • un'autorizzazione all'esercizio (vedi sotto "Autorizzazione per l'esercizio");
  • per i pitistologi, una prova della sua registrazione nel Registro Nazionale degli Psicologi.

Per andare oltre Articolo L. 212-1 della legge sul traffico stradale.

Formazione

Per essere riconosciuto come esperto di sicurezza stradale, il professionista deve soddisfare tutti i requisiti per svolgere le funzioni didattiche di guida e sicurezza stradale. Puoi ottenere maggiori informazioni sull'inserzione Insegnare la guida e la sicurezza stradale .

Per andare oltre Articolo R. 212-2 della legge sul traffico stradale; dell'ordine del 26 giugno 2012 sull'autorizzazione a condurre corsi di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale.

Formazione iniziale e continua obbligatoria

Formazione iniziale

Prima di esercitarsi, il professionista deve completare la formazione iniziale. Per ottenere l'accesso, deve avere uno dei seguenti diplomi aggiuntivi oltre alla sua qualifica professionale (vedi sopra "Formazione"):

  • per l'insegnante, un certificato di idoneità a formare istruttori che insegnano a guidare veicoli a motore a terra (BAFU) rilasciato dal Ministero della sicurezza stradale;
  • per l'insegnante, un certificato di facilitatore per la formazione dei conducenti responsabili dei reati (BAFCRI) rilasciato dal Ministero della sicurezza stradale;
  • per il facilitatore psicologo, un diploma che gli permette di fare uso professionale del titolo di psicologo (il cui elenco è fissato nell'articolo 1 del decreto n. 90-255 del 22 marzo 1990 che stabilisce l'elenco dei diplomi per fare uso del titolo di psicologo).

Questa formazione iniziale, che mira a consentirgli di condurre corsi di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale, è immati dall'Istituto nazionale per la sicurezza e la ricerca stradale (INSERR).

Consiste in cinque settimane di formazione teorica e formazione pratica su base alternata per osservare e animare sequenze di stage.

Il contenuto di questa formazione è fissato nel programma 5 dell'ordine del 26 giugno 2012 come indicato.

Formazione continua

Il professionista deve svolgere una formazione continua durante la sua attività al fine di aggiornare le sue conoscenze. Questa formazione di due o cinque giorni è fornita anche da inSERR. Deve essere effettuata ogni cinque anni prima di qualsiasi rinnovo dell'autorizzazione ad animare.

I termini e i contenuti di questa formazione sono indicati nel programma 6 dell'ordine del 26 giugno 2012, come indicato.

Per andare oltre articolo 4 dell'ordine del 26 giugno 2012 sopra riportato.

Autorizzazione all'esercizio

Per ottenere questa autorizzazione il professionista deve:

  • Avere almeno 25 anni
  • Avere un certificato di formazione iniziale nello sviluppo di corsi di sensibilizzazione alla sicurezza stradale;
  • essere il titolare:- valida autorizzazione didattica (le cui condizioni sono stabilite nella I dell'articolo R. 212-2 del Codice della strada) e un ulteriore diploma nel campo della formazione sulla sicurezza stradale,
    • un diploma per l'uso del titolo di psicologo e della patente di guida valida e il cui periodo di prova è scaduto;
    • non sono stati condannati a una pena penale o penitenziaria ai sensi della sezione R. 212-4 dello Highway Traffic Act.

Una volta soddisfatte queste condizioni, deve richiedere un'autorizzazione di esercizio (vedi infra "5o. b. Richiesta di autorizzazione alla pratica").

Si noti che

L'autorizzazione all'esercizio può essere ritirata dal professionista, purché non soddisfi più i requisiti richiesti per la sua emissione;

L'autorizzazione può essere sospesa fino a sei mesi se viene incorrenella da una delle condanne o delle sanzioni ai sensi della sezione R.212-4 dell'Highway Traffic Act.

Per andare oltre Articoli da L. 212-3 a L. 212-5 e II della Sezione R. 212-2 dello Highway Traffic Act.

Costi associati alla qualifica

La formazione per l'organizzazione di corsi di formazione sulla sicurezza stradale è pagata e il costo varia a seconda del percorso scelto.

Per ulteriori informazioni, si consiglia di avvicinarsi alle istituzioni interessate.

b. Cittadini dell'UE: per l'esercizio temporaneo e casuale (Consegna gratuita del servizio (LPS))

Qualsiasi cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea (UE) o di una parte dello Stato dell'accordo dello Spazio economico europeo (AEA), che è legalmente stabilito ed è coinvolto nel lavoro di un corso di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale, può funzionare come membro dello Spazio economico europeo (AEA) temporanei e casuali, la stessa attività in Francia.

Qualora in tale Stato membro non sia disciplinato né l'accesso alla professione né il suo esercizio, il professionista deve giustificare l'aver svolto tale attività per un mese a un anno negli ultimi dieci anni.

Una volta adempiuto a questa condizione, l'interessato deve, prima della sua prima esibizione in Francia, fare una dichiarazione preventiva per svolgere questa attività (cfr.5o. b. Predichiarazione per esercizio temporaneo e casuale (LPS)").

c. Cittadini dell'UE: per un esercizio permanente (Free Establishment (LE))

Qualsiasi cittadino di uno Stato dell'UE o del CEA legalmente stabilito in tale Stato membro che sia un facilitatore dei corsi di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale può, su base permanente, svolgere la stessa attività in Francia.

Per fare questo, egli deve:

  • avere un certificato di competenza o di formazione rilasciato da uno Stato membro che regola l'attività o da un terzo Stato e riconosciuto da uno Stato membro;
  • nel caso in cui lo Stato non regoli la professione, sia impegnato in questa attività da almeno un anno negli ultimi dieci anni e detenga almeno un certificato di competenza o un documento di formazione che giustifichi di essere stato preparato per l'esercizio di questa professione.

Una volta che il professionista soddisfa queste condizioni, deve richiedere un permesso di esercizio (vedi "5.00. (a.) domanda di autorizzazione all'esercizio) alle stesse condizioni del cittadino francese.

Per andare oltre Articolo R. 212-3-1 della legge sul traffico stradale.

Tre gradi. Condizioni di onorabilità

Per esercitarsi, il professionista non deve essere stato condannato per un reato o una pena penitenziale per:

  • danno alla persona umana (ad esempio, danno involontario alla vita, messa in pericolo di altri, traffico di stupefacenti, ecc.);
  • danni materiali (furto, frode, ricezione, ecc.);
  • violazione dell'autorità statale e della fiducia pubblica (indignazione e ribellione con una persona che è custode dell'autorità pubblica, della contraffazione e dell'uso della contraffazione per iscritto, falsa testimonianza, ecc.);
  • frode in un esame pubblico o in un concorso
  • violazioni degli obblighi di diritto del lavoro (lavoro nascosto, violazione dell'uguaglianza tra uomini e donne, impiego di stranieri illegali, ecc.);
  • un'infrazione al codice del traffico (impedire il traffico, guida senza patente di guida, hit-and-run, mancanza di assicurazione, ecc.);
  • l'uso di narcotici.

Per andare oltre Articoli L. 212-2 e R. 212-4 dell'Highway Traffic Act.

È uno di quattro gradi. Sanzioni

Il professionista rischia una pena detentiva di un anno e una multa di 15.000 euro se lavora come facilitatore del corso di sensibilizzazione alla sicurezza stradale senza avere l'autorizzazione a guidare.

Per andare oltre Articolo L. 212-4 della legge sul traffico stradale.

Cinque gradi. Processo di riconoscimento delle qualifiche e formalità

a. Richiedere il permesso di esercitarsi

Autorità competente

Il professionista deve presentare la sua richiesta al prefetto del dipartimento del suo luogo di residenza su carta gratuita.

Documenti di supporto

La sua domanda deve essere corredata dai seguenti documenti:

  • Prova d'identità
  • una prova di residenza o, se non un dipendente, una dichiarazione di stabilimento sul territorio nazionale;
  • Una fotocopia a due lati della sua patente di guida valida
  • Una fotocopia dei suoi diplomi o qualifiche
  • per il cittadino straniero, un permesso di soggiorno valido;
  • Una fotocopia della sua valida autorizzazione didattica, purché il professionista sia un esperto facilitatore della sicurezza stradale;
  • Se il professionista pratica come psicologo, una fotocopia della sua prova di registrazione nel National Register of Psychologists (File di directory condiviso di professionisti sanitari (RPPS) o precedentemente ADELI);
  • una fotocopia del suo certificato di follow-up al corso di formazione iniziale di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale, il cui modello è stabilito nel programma 2 dell'ordine del 26 giugno 2012 di cui sopra.

Procedura e scadenze

Il prefetto riconosce la ricezione della richiesta entro un mese. L'autorizzazione all'esercizio, modellata sulla programmazione 3 dell'ordine del 26 giugno 2012, viene rilasciata per un periodo di cinque anni.

Si noti che

L'autorizzazione può essere soggetta a una domanda di rinnovo che deve essere presentata dal professionista almeno due mesi prima della sua scadenza.

Per andare oltre il 26 giugno 2012.

b. Predichiarazione per esercizio temporaneo e casuale (LPS)

Autorità competente

Il professionista deve rivolgersi con qualsiasi mezzo al prefetto del dipartimento in cui desidera esercitarsi.

Documenti di supporto

La sua domanda deve includere i seguenti documenti, se del caso, con la loro traduzione in francese:

  • Un'identificazione o una prova di nazionalità per il cittadino dell'UE;
  • per il cittadino dell'UE, un certificato che atprima la sua costituzione legale in un paese membro per svolgere l'attività di facilitatore dei corsi di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale e che non è in grado di sostenere divieti temporanei o permanenti praticare o condannare penalmente per una violazione del codice della strada;
  • prova delle sue qualifiche professionali
  • in tal caso, la prova che egli è stato impegnato in questa attività per almeno un anno negli ultimi dieci anni in uno Stato membro.

Procedura

Entro un mese dalla ricezione della domanda, il prefetto può autorizzare il richiedente a svolgere l'attività o per l'esame delle sue qualifiche, decidere di sottoporlo a un test attitudinale (vedi sotto "Buono sapere: misure di indennizzo").

Il silenzio tenuto dal prefetto oltre un mese vale il permesso di praticare. Questa autorizzazione viene rilasciata per un periodo di cinque anni.

Buono a sapersi: misure di compensazione

Qualora vi siano differenze sostanziali tra la formazione ricevuta dal cittadino e quella richiesta in Francia per svolgere l'attività di un corso di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale, il prefetto può decidere di sottoporla a un evento Attitudine. Questa prova attitudine prende la forma di un esame scritto, i cui risultati saranno comunicati a lui entro trenta giorni.

Per andare oltre Articoli R. 212-1 e R. 212-2 dell'Highway Traffic Act.

c. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve compilare un modulo di reclamo online. Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).