Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Ufficiale di sorveglianza e guardia

1. Definizione dell'attività

Il responsabile della sorveglianza umana o della guardia è un professionista la cui missione principale è quella di monitorare le persone e le proprietà di un sito o di un edificio. L'ufficiale conduce round e screening di persone o veicoli che entrano nel sito e può utilizzare mezzi elettronici di controllo. Può anche intervenire in caso di malfunzionamento tecnico nel recinto del luogo che monitora.

Per andare oltre Articolo L. 611-1 paragrafo 1 del Codice della sicurezza interna.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

Chiunque desideri svolgere l'attività di custode deve giustificare un'attitudine professionale e tenere in mano una carta professionale rilasciata dalla Commissione locale di accreditamento e controllo (CNAC) istituita all'interno del Consiglio nazionale di Attività di sicurezza privata (Cnaps). L'emissione di un biglietto da visita è soggetta alle seguenti condizioni:

  • non essere stato condannato a una pena penitenziale o a una pena penale registrata nel n. 2 o per cittadini stranieri in un documento equivalente, incompatibile con l'esercizio di un'attività penale Sicurezza privata;
  • giustificare le qualifiche necessarie per svolgere l'attività di sorveglianza e di guardia umana: seguita dalla formazione in un'organizzazione di formazione autorizzata dai Cnaps e tenere una certificazione professionale registrata presso il RNCP, giustificare equivalenza a determinate condizioni (ufficiali di polizia, gendarmi, polizia municipale, militari);
  • per i cittadini stranieri, di detenere un permesso di soggiorno per svolgere un'attività sul territorio nazionale;
  • non essere soggetti a un ordine di espulsione o divieto dall'attuale territorio francese.

Per andare oltre Sezione L. 612-20 del Codice della Sicurezza Nazionale.

Formazione

La formazione professionale per giustificare l'idoneità professionale di un funzionario della sicurezza privata è soggetta all'autorizzazione rilasciata dalle Cnaps. Questa decisione si tratta di:

  • prima di reclutare in una società che protegge le persone. In questo caso, l'interessato riceverà unautorizzazione preventiva per l'accesso alla formazione 6 mesi, da consegnare a un centro di formazione (autorizzato dai Cnaps). Le certificazioni professionali che forniscono la possibilità di svolgere l'attività di responsabile della sicurezza privata vengono regolarmente aggiornate. Essi sono registrati con l'RNCP e appaiono sul sito Cnaps.
  • durante l'assunzione. Una persona che ha stipulato un contratto di lavoro con una società di protezione privata deveautorizzazione provvisoria da impiegare valido per 6 mesi. Questa autorizzazione non gli consente di ricoprire una posizione A3P, ma impegna l'azienda a fornirgli una formazione immediata per giustificare la sua idoneità alla pratica.

Si noti che

La domanda di autorizzazione è presentata direttamente Online sul sito web di Cnaps.

Per andare oltre Articoli L. 612-22 e L. 612-23 del Codice della Sicurezza Nazionale.

Costi associati alla qualifica

La formazione che porta alla professione di supervisore e guardia ufficiale può dare i loro frutti. Per ulteriori informazioni, si consiglia di avvicinarsi alle organizzazioni di formazione che lo erogano.

b. Cittadini dell'UE o del CEE: per esercizio temporaneo e occasionale (Consegna gratuita dei servizi)

Non ci sono disposizioni per un'attività occasionale o una tantana in quanto non ci sono piani per emettere biglietti da visita per brevi periodi di tempo.

Per andare oltre Articolo R. 612-25 del Codice di Sicurezza Nazionale.

c. Cittadini dell'UE o del CEE: per un esercizio permanente (Free Establishment)

Qualsiasi cittadino di uno Stato dell'UE o del POA che sia istituito e pratici legalmente l'attività di responsabile della protezione fisica delle persone in tale Stato può svolgere la stessa attività in Francia su base permanente.

Dovrà richiedere una tessera professionale, che è allo studio della competente delegazione territoriale e sottoposta al CLAC territorialmente competente (vedi infra "5o). b. Ottenere un biglietto da visita per l'UE o il cittadino del CEE per un esercizio permanente (LE) ").

Se né l'attività né la formazione che ha portato a tale attività sono regolamentate nello Stato in cui è legalmente stabilita, l'UE o il paese ae dovranno giustificare la formazione in tale stato e nell'esperienza lavorativa. uno o più stati dell'UE o del CEA almeno un anno negli ultimi dieci anni.

Se l'esame delle qualifiche professionali rivela differenze sostanziali rispetto a quelle necessarie per l'accesso alla professione e alla sua pratica in Francia, la persona interessata può essere soggetta a una misura di compensazione (cfr. infra "5o. b. Buono a sapersi: misure di compensazione").

Per andare oltre Articoli L. 612-20 e R. 612-24-1 del Codice di Sicurezza Nazionale.

Tre gradi. Esercizio di incompatibilità

Le attività di sorveglianza umana o di guardia non possono essere coinvolte cumulativamente nelle attività:

  • proteggere le navi francesi dalle minacce di un atto terroristico o di un'acquisizione;
  • cercare informazioni o informazioni destinate a terzi nell'ambito dell'attività di un agente di ricerca privato;
  • monitoraggio delle opinioni politiche, filosofiche o religiose delle persone o delle affiliazioni sindacali.

Per andare oltre Articoli L. 611-1, L. 612-2 e L. 612-4 del Codice di Sicurezza Nazionale.

È uno di quattro gradi. Istruzione continua e assicurazione

a. Obbligo di seguire una formazione professionale continua

Il rinnovo della tessera professionale è subordinato al follow-up della formazione continua finalizzata al mantenimento e all'aggiornamento delle competenze (MAC) della persona interessata. Questa formazione, Stage 31 ore devono aver luogo entro 24 mesi dalla data di scadenza della carta.

Per andare oltre Articolo L. 622-19-1 del codice di sicurezza interno e articolo 4 dell'ordine del 27 febbraio 2017 sulla formazione continua dei funzionari di sicurezza privata.

b. Obbligo di assumere un'assicurazione responsabilità civile professionale

In qualità di professionista indipendente, il supervisore e l'ufficiale di custodia devono sottogliare un'assicurazione responsabilità civile professionale.

D'altra parte, se esercita come dipendente, questa assicurazione è solo facoltativa. In questo caso, spetta al datore di lavoro prendere tale assicurazione per i suoi dipendenti per gli atti compiuti durante la loro attività professionale.

Per andare oltre Sezione L. 612-5 del Codice della Sicurezza Nazionale.

Cinque gradi. Procedure e formalità di riconoscimento delle qualifiche

a. Fare una dichiarazione per l'UE o il TRANS Nazionale per un esercizio temporaneo e casuale (LPS)

Non sono previste attività temporanee o temporanee.

b. Ottenere un biglietto da visita per l'UE o il cittadino del CEE per un esercizio permanente (LE)

Autorità competente

Il CLAC, territorialmente competente, decide l'emissione del biglietto da visita, purché il cittadino soddisfi le condizioni di attribuzione.

Documenti di supporto

Per ottenere il biglietto da visita, il cittadino invia un file completo per posta al CLAC territorialmente competente. Questo file deve includere i seguenti documenti giustificativi:

  • Un modulo Debitamente completato e firmato;
  • Una fotocopia del documento di identità di un cittadino
  • Un certificato di lavoro rilasciato dal datore di lavoro del cittadino o dal futuro datore di lavoro;
  • prova di idoneità professionale che può essere:- un certificato professionale registrato nell'elenco nazionale delle certificazioni professionali,
    • un certificato di qualifica professionale sviluppato dalla sua sede professionale,
    • un certificato di competenza o di formazione rilasciato da uno Stato dell'UE o del CEA che disciplina l'attività del custode nel suo territorio, e compresi i dettagli e la durata dei moduli della formazione seguiti,
    • La prova del fatto che il cittadino è stato impegnato in questa attività, a tempo pieno o a tempo parziale, negli ultimi dieci anni in cui né l'attività professionale né la formazione sono regolamentate nell'UE o nello Stato del SEA.

Cosa sapere

I documenti giustificativi devono essere scritti in francese o tradotti da un traduttore certificato, se necessario.

Durata e rinnovo

Il biglietto da visita viene emesso nella forma smaterializzata di un numero di registrazione e rimane valido per cinque anni. Qualsiasi cambiamento nello stato di occupazione dovrà essere notificato al CLAC, ma non comporterà il rinnovo obbligatorio della carta. Al termine di questi cinque anni, il professionista potrà richiedere il rinnovo tre mesi prima della data di scadenza, a condizione che egli presenti un certificato di formazione continua (vedi supra "4o). a) Obbligo di seguire una formazione professionale continua").

Esito della procedura

Una volta che il cittadino ha ottenuto il numero di registrazione del CLAC territorialmente competente, dovrà trasmetterlo al suo datore di lavoro che gli rilascerà la carta professionale finale.

Buono a sapersi: misure di compensazione

Al fine di svolgere la sua attività in Francia o di entrare nella professione, il cittadino può essere tenuto a sottoporsi a una misura di compensazione, che può essere:

  • un corso di adattamento fino a tre anni
  • un test attitudine effettuato entro sei mesi dalla notifica alla persona interessata.

Per andare oltre Articoli L. 612-20, L. 612-24, R. 612-12 e dal titolo della Homeland Security Code.

Modi e scadenze per il ricorso

La ricorrente può contestare il rifiuto di emettere il biglietto da visita entro due mesi dalla notifica della decisione di rifiuto, formando un ricorso preamministrativo obbligatorio con l'accreditamento nazionale e controllo del Consiglio nazionale delle attività di sicurezza privata (Cnaps), situato 2-4-6, Boulevard Poissonnière, 75009 Parigi.

La Commissione nazionale si prettegierà sulla base dello status fattuale e giuridico prevalente alla data della sua decisione.

Questo rimedio è obbligatorio prima di qualsiasi contenzioso. È gratis.

Il contenzioso può essere esercitato dinanzi al tribunale amministrativo del luogo di residenza del richiedente o al tribunale amministrativo di Parigi per i richiedenti che hanno il loro luogo di residenza all'estero entro due mesi dalla notifica. decisione esplicita della Commissione nazionale di accreditamento e controllo, ossia l'acquisizione della decisione implicita di respingere il silenzio mantenuto dalla Commissione nazionale di accreditamento e controllo per due mesi dalla data del ricevere il rimedio amministrativo obbligatorio.

Per andare oltre Articolo L. 633-3 del Codice della Sicurezza Nazionale; Articoli da L. da 412-1 a L. 412-8 del Codice delle relazioni pubblico-governative; Articoli da R. da 421 a R. 421-7 del Codice di Giustizia Amministrativa.

c. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'UE o parte dell'accordo DEL SEA. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).
Procedura

Il cittadino deve completare un modulo di reclamo online .

Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).
Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Esito della procedura

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.
Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).