Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Monitor a vela

Ultimo aggiornamento: : 2020-04-15 17:23:11

1. Definizione dell'attività

L'istruttore di vela supervisiona le attività del multiscafo, del gommone e della crociera fino a 12 miglia da un rifugio e attività di windsurf. Si esercita con qualsiasi pubblico e in qualsiasi luogo in cui l'attività è praticata.

Oltre 12 miglia di un rifugio, l'istruttore di vela può crociera in una flottiglia sotto la responsabilità di un leader della flotta, con i diplomi richiesti.

Per andare oltre : Appendice 1 del decreto del 9 luglio 2002 che crea le attività nautiche speciali dei giovani professionisti, dell'istruzione popolare e del brevetto sportivo (BPJEPS).

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

Come insegnante di sport, l'istruttore di vela deve avere un diploma, un titolo professionale o un certificato di qualificazione:

L'attività dell'istruttore di vela è disciplinata dagli articoli L. 212-1 e seguendo il Codice di Sport che richiedono certificazioni tra cui le "attività nautiche" BPJEPS, il diploma statale dei giovani, l'istruzione popolare e sport (DEJEPS) specialità "sviluppo sportivo" menzionare "vela" e il diploma statale di gioventù, educazione popolare e sport (DESJEPS) specialità di specialità "prestazioni sportive" menzionare "vela".

Si noti che

L'istruttore di vela del Certificate of Professional Qualification (CQP) consente di supervisionare l'attività di navigazione sotto la responsabilità di un altro istruttore che detiene un diploma statale.

Per andare oltre Endorsement No.75 del 4 ottobre 2002 relativo al CQP "Sailing assistant monitor".

I diplomi stranieri possono essere ammessi in equivalenza ai diplomi francesi dal ministro responsabile dello sport, dopo il parere della Commissione per il riconoscimento delle qualifiche posto al ministro.

Per andare oltre Articoli A. 212-1 Appendice II-1, L. 212-1 e R. 212-84 del Codice dello Sport.

Buono a sapersi: l'ambiente specifico

La pratica di navigare oltre 200 miglia nautiche da un rifugio è un'attività in un ambiente specifico, che prevede il rispetto di specifiche misure di sicurezza. Pertanto, solo le organizzazioni sotto la tutela del Ministero dello Sport possono formare i futuri professionisti.

Per andare oltre Articoli L. 212-2 e R. 212-7 del Codice dello Sport.

Formazione

BPJEPS specialità "attività nautiche" menzione monovalente "vela"

Le "attività nautiche" di BPJEPS attestano il possesso delle competenze professionali essenziali per l'esercizio dell'istruttore di attività nautica. Si tratta di un grado di livello 4 (come una laurea tecnica, una laurea tradizionale o un certificato di tecnico).

La formazione può essere comune a diverse discipline delle attività nautiche, ma il candidato deve scegliere la menzione appropriata per il suo progetto. Per quanto riguarda la vela, questa è la menzione monovalente di "vela".

Per andare oltre Articolo D. 212-20 del Codice dello Sport e decreto del 9 luglio 2002 che stabilisce le particolarità "attività nautiche" del BPJEPS.

Buono a sapersi

I titolari delle "attività nautiche" BPJEPS possono passare il Certificato di Specializzazione (CS) "crociera" che permette di supervisionare la crociera costiera o offshore fino a 200 miglia da un rifugio. Per ulteriori informazioni, si consiglia di fare riferimento all'Appendice V del decreto del 9 luglio 2002 che crea le "attività nautiche" speciali del BPJEPS.

Prerogative**

Le "attività nautiche" di BPJEPS permettono di praticare il commercio tutto l'anno e con tutto il pubblico. I luoghi in cui le attività sono svolte sono varie: associazione, club sportivo, imprese, autorità locali, istituzione che accolgano gli anziani, ecc. Il pubblico che può essere sorvegliato sono diversi: bambini, adulti, anziani, sportivi, turisti, ecc.

Questo diploma conferisce competenze relative a:

  • l'allenatore e coinvolgendo attività di scoperta e di avvio, compresi i primi livelli di competizione nel campo della vela;
  • Partecipazione all'organizzazione e alla gestione della propria attività;
  • Partecipazione al funzionamento della struttura organizzativa delle attività;
  • partecipazione alla manutenzione e alla manutenzione delle attrezzature relative alle attività di navigazione.

Per andare oltre Articolo 3 dell'ordine del 9 luglio 2002 che crea le "attività nautiche" speciali del BPJEPS.

Condizioni per l'accesso alla formazione che portano al PJEPS

L'interessato deve:

  • Essere minorenni
  • Fornire un modulo di registrazione con una fotografia
  • Fornire una fotocopia di un documento d'identità valido
  • produrre il certificato o i certificati che giustifichino il sollievo di talune prove stabilite dal decreto che crea la specialità, la menzione del diploma o il certificato supplementare in questione;
  • fornire un certificato medico non contraddittorio alla pratica delle attività nautiche di età inferiore a tre mesi, al momento dell'ingresso nella formazione;
  • fornire, alle persone con disabilità, il parere di un medico approvato dalla Federazione francese Handisport o dalla Federazione francese di sport adattato o nominato dal Comitato per i diritti e l'autonomia delle persone con disabilità sul La necessità di sviluppare test di pre-certificazione, se necessario;
  • fornire copie del certificato di censimento e del certificato individuale di partecipazione alla Giornata della difesa e della cittadinanza;
  • Se necessario, fornire i documenti che giustificano esenzioni ed equivalenze di diritto;
  • produrre, per un certificato complementare, una fotocopia del diploma che autorizza la registrazione in formazione o un certificato di registrazione per la formazione che porta a tale diploma;
  • Concesso in licenza per guidare imbarcazioni da diporto "costiere" o "interne";
  • Tenere l'unità di insegnamento "Prevenzione e soccorso civico livello 1" (PSC1) o il suo equivalente;
  • produrre un certificato di 100 metri stile libero, l'inizio dell'immersione e il recupero di un oggetto subacqueo ad una profondità di 2 metri, rilasciato da una persona che detiene una certificazione delle attività acquatiche;
  • produrre il certificato di successo con i requisiti precedenti relativi alla prassi personale del candidato nei media o nei media, rilasciato dal direttore tecnico nazionale della Federazione velica francese;
  • soddisfare i requisiti pre-educativi:- trasmettere istruzioni verbali e garantire una presentazione orale di un compito,
    • garantire l'integrità fisica e morale del pubblico,
    • organizzare le procedure pratiche del gruppo o dell'equipaggio per ottimizzare il tempo individuale di attività,
    • organizzare e monitorare un'area pratica in relazione agli obblighi di sicurezza,
    • prevenire e intervenire in modo appropriato per garantire la sicurezza di un gruppo di professionisti o di un equipaggio,
    • eseguire un intervento con un professionista o un equipaggio in difficoltà,
    • padroneggiare il funzionamento dei veicoli a motore necessari per supervisionare la pratica.

Per ulteriori informazioni, si consiglia di fare riferimento agli orari 3 e 4 del decreto del 9 luglio 2002 che crea le "attività nautiche" speciali del BPJEPS.

Quando ti iscrivo a una delle organizzazioni di formazione, potrebbero essere necessarie mostre aggiuntive. Per ulteriori informazioni, si consiglia di avvicinarsi all'organizzazione di formazione pertinente.

In determinate condizioni, è possibile ottenere esenzioni per determinati eventi. Per ulteriori informazioni, si consiglia di fare riferimento al decreto del 9 luglio 2002 di cui sopra.

Per andare oltre Articoli L. 212-2, D. 212-20 e successivi, A. 212-35 e A. 212-36 del Codice dello Sport; dell'ordinanza del 9 luglio 2002 che istituisca le "attività nautiche" speciali del BPJEPS.

DEJEPS specialità "sviluppo sportivo" menzionare "vela"

DEJEPS è un diploma statale registrato al livello III dell'elenco nazionale delle certificazioni professionali.

Essa attesta l'acquisizione di una qualifica nell'esercizio di un'attività professionale di coordinamento e supervisione a fini educativi nei settori delle attività fisiche, sportive, socio-educative o culturali.

Questo diploma può essere ottenuto per intero con la voce del VAE. Per ulteriori informazioni, è possibile sito ufficiale 212-40 del Codice dello Sport.

Per andare oltre Articolo D. 212-35 del Codice dello Sport.

Prerogative di navigazione DeJEPS

Il possesso di DEJEPS attesta, nel campo della navigazione entro 200 miglia nautiche da un rifugio, delle seguenti abilità:

  • condurre un approccio di sviluppo sportivo per i concorrenti nazionali;
  • Coordinamento dell'attuazione di un progetto di sviluppo
  • Sviluppare attività per scopi sportivi ed educativi;
  • Coordinamento di team di volontari e professionisti
  • condurre attività di formazione con professionisti e volontari di coaching;
  • effettuare azioni di tutoraggio.

Per andare oltre Articolo 2 del decreto del 1 luglio 2008 che crea la designazione "vela" di "sviluppo sportivo" di specialità deJEPS.

Condizioni per l'accesso alla formazione che porta alla navigazione deJEPS

L'interessato deve:

  • Fornire un modulo di registrazione con una fotografia
  • Fornire una fotocopia di un documento d'identità valido
  • produrre il certificato o i certificati che giustifichino il sollievo di talune prove stabilite dal decreto che crea la specialità, la menzione del diploma o il certificato supplementare in questione;
  • Fornire un certificato medico non contraddittorio alla pratica sportiva di età inferiore a un anno;
  • per le persone con disabilità, fornire il parere di un medico approvato dalla Federazione francese Handisport o dalla Federazione francese di sport adattato o nominato dal Comitato per i diritti e l'autonomia delle persone con disabilità sulla necessità Organizzare il pre-test, se necessario, in base alla certificazione.
  • fornire copie del certificato di censimento e del certificato individuale di partecipazione alla Giornata della difesa e della cittadinanza;
  • Se necessario, fornire i documenti che giustificano esenzioni ed equivalenze di diritto;
  • produrre, per un certificato complementare, una fotocopia del diploma che autorizza la registrazione in formazione o un certificato di registrazione per la formazione che porta a tale diploma;
  • Avere una patente di guida barca da diporto motore, opzione costiera o equivalente;
  • un certificato di successo in un percorso di stile libero di 100 metri, con un inizio di immersione e un ostacolo galleggiante di un metro sulla superficie. Questo certificato è rilasciato da una persona che detiene una certificazione per supervisionare le attività nautiche;
  • Conservare un certificato di formazione di pronto soccorso (PSC1) o un certificato equivalente;
  • recisi vinte ai sei eventi di concorso, di cui almeno uno è equivalente al quarto grado e uno equivalente al terzo grado, come definito dalla Federazione velica francese, emesso dall'organizzatore di questi concorsi o dal direttore tecnico nazionale della vela;
  • produrre un certificato di livello di prestazioni pratico rilasciato dal Direttore Tecnico della Vela Nazionale. Il livello è valutato da almeno due telai tecnici nominati dal direttore tecnico nazionale della vela, su un supporto scelto dal candidato tra un gommone, un windsurf, un catamarano o uno abitabile;
  • produrre un certificato di coaching volontario o professionale effettuato in modo indipendente su almeno due dei media di cui sopra, rilasciato dal direttore tecnico nazionale della vela;
  • soddisfare i requisiti pre-educativi verificati durante l'impostazione di una sessione didattica seguita da un colloquio:- essere in grado di garantire l'integrità fisica e morale del pubblico ospitante,
    • Essere in grado di organizzare un'area di pratica,
    • Essere in grado di monitorare l'attività nell'area pratica,
    • Essere in grado di rispondere a un incidente o un incidente in modo appropriato con un gruppo di professionisti o un equipaggio,
    • Essere in grado di analizzare un dispositivo di monitoraggio e risposta in conformità con le normative vigenti,
    • essere in grado di padroneggiare il sistema antidoping esistente.

Per andare oltre A. 212-35 e A. 212-36 del Codice dello Sport e degli Articoli 3 e 5 dell'Ordine del 1 luglio 2008 che ha creato la designazione "vela" di specialità deJEPS "sviluppo sportivo".

In determinate condizioni, è possibile ottenere esenzioni per determinati eventi.

Per andare oltre Articolo 4 dell'ordine del 1o e luglio 2008 creando la "vela" dello "sviluppo sportivo" SPECIALty DEJEPS.

DESJEPS specialità "prestazioni sportive" menzionare "vela"

DesJEPS è un diploma di stato superiore registrato al livello II del National Directory of Professional Certifications.

Essa attesta l'acquisizione di una qualifica nell'esercizio di un'attività professionale di competenza tecnica e gestione a fini educativi nei settori delle attività fisiche, sportive, socio-educative o culturali.

Per andare oltre Articolo D. 212-51 del Codice dello Sport.

Questo diploma può essere ottenuto per intero attraverso il VAE. Per ulteriori informazioni, è possibile sito ufficiale 212-56 del Codice dello Sport.

Prerogative di desinjePS

Il possesso del DESJEPS attesta, nel campo della navigazione entro 200 miglia nautiche di un rifugio, delle seguenti abilità:

  • Preparare un progetto strategico di performance a vela che comprenda lo sviluppo territoriale;
  • condurre un sistema di formazione a vela
  • Ottimizzare le prestazioni di un'organizzazione del lavoro
  • Organizzare la formazione e i formatori nell'ambito delle reti professionali dell'organizzazione;
  • gestire un'organizzazione sportiva.

Per andare oltre Articolo 2 del decreto del 1o luglio 2008 che crea la designazione "vela" della specifica SPECIALty "sports performance" desJEPS.

Condizioni per l'accesso alla formazione che porta alla vela DESJEPS

L'interessato deve:

  • Fornire un modulo di registrazione con una fotografia
  • Fornire una fotocopia di un documento d'identità valido
  • produrre il certificato o i certificati che giustifichino il sollievo di talune prove stabilite dal decreto che crea la specialità, la menzione del diploma o il certificato supplementare in questione;
  • Fornire un certificato medico non contraddittorio alla pratica sportiva di età inferiore a un anno;
  • fornire, alle persone con disabilità, il parere di un medico approvato dalla Federazione francese Handisport o dalla Federazione francese di sport adattato o nominato dal Comitato per i diritti e l'autonomia delle persone con disabilità sul La necessità di sviluppare test pre-test come richiesto in accordo con la certificazione in questione;
  • fornire copie del certificato di censimento e del certificato individuale di partecipazione alla Giornata della difesa e della cittadinanza;
  • Se necessario, fornire i documenti che giustificano esenzioni ed equivalenze di diritto;
  • produrre, per un certificato complementare, una fotocopia del diploma che autorizza la registrazione in formazione o un certificato di registrazione per la formazione che porta a tale diploma;
  • Tenere la patente di guida per le barche da diporto del motore, un'opzione "coastal";
  • Conservare un certificato che autorizza l'uso della radio
  • un certificato di successo in un percorso di stile libero di 100 metri, con un inizio di immersione e un ostacolo galleggiante di un metro sulla superficie. Questo certificato è rilasciato da una persona che detiene una certificazione per supervisionare le attività acquatiche;
  • Detenere un certificato di formazione di pronto soccorso (PSC1);
  • produrre il certificato di esperienza di coaching sportivo professionale o volontario rilasciato dal direttore tecnico della vela per giustificare un'esperienza professionale o volontaria di coaching sportivo sia 36 mesi combinati e 2.400 18 mesi e 1.200 ore in cui il richiedente giustifica un grado minimo di coaching di livello III. Questa esperienza professionale o volontaria nel coaching sportivo dovrebbe includere tre aree:- La responsabilità di coordinare una squadra di istruttori o allenatori con una durata minima cumulativa di 8 mesi o 6 mesi per il candidato con un diploma di allenatore di livello III minimo,
    • conducendo azioni di allenamento per il coaching sportivo per un minimo cumulativo di 30 giorni,
    • condurre azioni di formazione con una durata minima cumulativa di 30 giorni;
  • recisi vinte ai sei eventi di concorso, di cui almeno uno è equivalente al quarto grado e uno equivalente al terzo grado, come definito dalla Federazione velica francese, emesso dall'organizzatore di questi concorsi o dal direttore tecnico nazionale della vela;
  • produrre un certificato di livello di prestazioni pratico rilasciato dal Direttore Tecnico della Vela Nazionale. Il livello è valutato da almeno due telai tecnici nominati dal direttore tecnico della vela su un supporto scelto dal candidato tra un gommone, un windsurfista, un catamarano o uno abitabile;
  • produrre un certificato di esperienza di coaching sportivo professionale o volontario rilasciato dal direttore tecnico della vela;
  • soddisfare i requisiti pre-educativi verificati durante l'impostazione di una sessione didattica seguita da un colloquio:- essere in grado di garantire l'integrità fisica e morale del pubblico ospitante,
    • Essere in grado di organizzare un'area di pratica,
    • Essere in grado di monitorare l'attività nell'area pratica,
    • Essere in grado di rispondere a un incidente o un incidente in modo appropriato con un gruppo di professionisti o un equipaggio,
    • Essere in grado di analizzare un dispositivo di monitoraggio e risposta in conformità con le normative vigenti,
    • essere in grado di padroneggiare il sistema antidoping esistente.

Per andare oltre Articoli A. 212-35 e A. 212-36 del Codice dello Sport; decreto del 1o luglio 2008 creando la designazione "vela" della SPECIALty DESJEPS "sportivperformance".

In determinate condizioni, è possibile ottenere esenzioni per determinati eventi.

Per andare oltre Articoli 4 e 6 del decreto del 1 luglio 2008 che crea la designazione "vela" della SPECIALty "sports performance" desJEPS.

Costi associati alla qualifica

La formazione per ottenere BPJEPS, DEJEPS o DESJEPS è pagata. I loro costi variano a seconda delle menzioni e delle organizzazioni di formazione. Per maggiori dettagli, si consiglia di avvicinarsi all'organizzazione di formazione in questione.

b. Cittadini dell'UE: per esercizi olfatto temporaneo e occasionale (Consegna gratuita dei servizi)

Cittadini dell'Unione europea (UE)Spazio economico europeo (AEA) stabilita legalmente in uno di questi Stati può svolgere la stessa attività in Francia temporaneamente e occasionalmente a condizione che abbia inviato una precedente dichiarazione di attività al prefetto del dipartimento della consegna.

Se l'attività o la formazione che vi conduce non è regolamentata nello Stato membro di origine o nello stato del luogo di stabilimento, il cittadino deve anche giustificare l'aver svolto tale attività per almeno l'equivalente di due anni a tempo pieno nel negli ultimi dieci anni prima del beneficio.

I cittadini europei che desiderano esercitare in Francia in modo temporaneo o occasionale devono disporre delle competenze linguistiche necessarie per svolgere l'attività in Francia, in particolare al fine di garantire la sicurezza delle attività e la sua capacità di allertare i servizi di emergenza.

Per andare oltre Articoli Da L. 212-7 e Da R. 212-92 a R. 212-94 del Codice dello Sport.

c. Cittadini dell'UE: per un esercizio permanente (Free Establishment)

Un cittadino di uno Stato dell'UE o del SEE può stabilirsi in Francia per praticare in modo permanente, se soddisfa una delle seguenti quattro condizioni:

Se lo Stato membro d'origine disciplina l'accesso o l'esercizio dell'attività:

  • detenere un certificato di competenza o un certificato di formazione rilasciato dall'autorità competente di uno Stato dell'UE o del CEA che certifica un livello di qualificazione almeno equivalente al livello immediatamente inferiore a quello richiesto in Francia;
  • essere titolare di un titolo acquisito in un terzo Stato e ammesso in equivalenza a uno Stato dell'UE o del CEA e giustificare l'aver svolto questa attività per almeno due anni a tempo pieno in tale Stato.

Se lo Stato membro d'origine non disciplina l'accesso o l'esercizio dell'attività:

  • giustificare essere stato attivo in uno Stato dell'UE o del SEA, a tempo pieno per almeno due anni negli ultimi dieci anni, o, in caso di esercizio a tempo parziale, giustificando un'attività di durata equivalente e tenendo un certificato l'autorità competente di uno di questi Stati, che attesta una disponibilità per l'esercizio dell'attività, nonché un livello di qualificazione almeno equivalente al livello immediatamente inferiore a quello richiesto in Francia;
  • essere il titolare di un certificato di qualificazione almeno equivalente al livello immediatamente inferiore a quello richiesto in Francia, rilasciato dall'autorità competente di uno Stato dell'UE o del CEA e sanzionare la formazione regolamentata in particolare l'esercizio di tutte o parte delle attività menzionate nell'articolo L. 212-1 del Codice dello Sport, costituito da un ciclo di studi integrato, se necessario, dalla formazione professionale, dal tirocinio o dalla pratica professionale.

Se il cittadino soddisfa una delle quattro condizioni di cui sopra, il requisito di qualificazione richiesto per esercitare è considerato soddisfatto.

Tuttavia, se le qualifiche professionali del cittadino differiscono sostanzialmente dalle qualifiche richieste in Francia che non garantirebbero la sicurezza dei professionisti e dei terzi, egli può essere tenuto a presentare un test attitudinale o il completamento di un corso di aggiustamento (vedi sotto "Buono a saper sapere: misure di compensazione").

Il cittadino deve avere la conoscenza della lingua francese necessaria per svolgere la sua attività in Francia, in particolare al fine di garantire la sicurezza delle attività fisiche e sportive e la sua capacità di allertare i servizi di emergenza.

Per andare oltre Articoli Da L. 212-7 e R. 212-88 a R. 212-90 del Codice dello Sport.

Tre gradi. Condizioni di onorabilità

È vietato esercitarsi come istruttore di vela in Francia per le persone che sono state condannate per qualsiasi reato o per uno qualsiasi dei seguenti reati:

  • tortura e atti di barbarie;
  • Assalti sessuali;
  • traffico di droga;
  • Mettere in pericolo gli altri;
  • pimping e i reati che ne derivano;
  • minacciare i minori;
  • uso illecito di sostanze o piante classificate come narcotici o provocazioni all'uso illecito di stupefacenti;
  • violazioni degli articoli da L. 235-25 a L. 235-28 del Codice dello Sport;
  • come punizione complementare a un reato fiscale: divieto temporaneo di esercitare, direttamente o per persona interposto, per conto proprio, di qualsiasi professione industriale, commerciale o liberale ( sezione 1750 del codice tributario generale).

Inoltre, nessuno può insegnare, facilitare o supervisionare un'attività fisica o sportiva con minori, se è stato oggetto di una misura amministrativa che gli vieta di partecipare, in qualsiasi veste, alla gestione e alla supervisione degli istituti e gli organismi legislativi o di regolamenti relativi alla protezione dei minori in un centro vacanze e di svago, nonché ai gruppi giovanili, o se è stato oggetto di una misura amministrativa per sospendere tali le stesse funzioni.

Per andare oltre Articolo L. 212-9 del Codice dello Sport.

È uno di quattro gradi. Processo e formalità delle qualifiche

a. Obbligazione di segnalazione (ai fini dell'ottenimento della tessera di educatore sportivo professionale)

Chiunque desideri praticare una qualsiasi delle professioni disciplinate dall'articolo L. 212-1 del Codice dello Sport deve dichiarare la sua attività al prefetto del dipartimento del luogo in cui intende esercitarsi come principale. Questa dichiarazione attiva l'ottenimento di un biglietto da visita.

La dichiarazione deve essere rinnovata ogni cinque anni.

Autorità competente

La dichiarazione deve essere indirizzata alla Direzione dipartimentale della coesione sociale (DDCS) o alla direzione dipartimentale per la coesione sociale e la protezione della popolazione (DDCSPP) del dipartimento di pratica o dell'esercizio principale, o direttamente in linea sul  sito ufficiale .

Tempo

Entro un mese dalla presentazione del fascicolo di dichiarazione, la prefettura invia un riconoscimento al dichiarante. Il biglietto da visita, valido per cinque anni, viene quindi indirizzato al dichiarante.

Documenti di supporto

I documenti giustificativi da fornire sono:

  • Cerfa 12699*02 ;
  • Una copia di un ID valido
  • Un documento d'identità con foto
  • Una dichiarazione sull'onore che attesta l'esattezza delle informazioni nella forma;
  • Una copia di ciascuno dei diplomi, titoli, certificati invocati;
  • Una copia dell'autorizzazione alla pratica o, se necessario, l'equivalenza del diploma;
  • un certificato medico non contraddittorio alla pratica e alla supervisione delle attività fisiche o sportive in questione, meno di un anno.

Se hai un rinnovo del reso, contatta:

  • Modulo Cerfa 12699*02 ;
  • Un documento d'identità con foto
  • Una copia del certificato di revisione valido per le qualifiche soggette al requisito di riciclaggio;
  • un certificato medico non contraddittorio alla pratica e alla supervisione delle attività fisiche o sportive in questione, meno di un anno.

Inoltre, in tutti i casi, la prefettura chiederà il rilascio di un estratto di meno di tre mesi dalla fedina penale del dichiarante per verificare che non vi sia alcuna disabilità o divieto di pratica.

Costo

Gratuito.

Per andare oltre Articoli L. 212-11, R. 212-85 e A. 212-176 a 212-178 del Codice dello Sport.

b. Effettuare una predichiarazione dell'attività per i cittadini dell'UE impegnati in attività temporanee e occasionali (LPS)

I cittadini dell'UE o del SEA stabiliti legalmente in uno di questi Stati che desiderano esercitare in Francia su base temporanea o occasionale devono fare una dichiarazione preventiva di attività prima della prima prestazione di servizi.

Se il ricorrente desidera trarne un nuovo vantaggio in Francia, questa dichiarazione preventiva deve essere rinnovata.

Al fine di evitare gravi danni alla sicurezza dei beneficiari, il prefetto può, durante il primo beneficio, effettuare un controllo preliminare delle qualifiche professionali del richiedente.

Autorità competente

La precedente dichiarazione di attività deve essere indirizzata alla Direzione dipartimentale responsabile della coesione sociale (DDCS) o alla Direzione dipartimentale responsabile della coesione sociale e della protezione della popolazione (DDCSPP) del dipartimento in cui dichiarante vuole eseguire la sua performance.

Tempo

Entro un mese dalla ricezione del fascicolo di dichiarazione, il prefetto notifica al richiedente:

  • o una richiesta di ulteriori informazioni (in questo caso, il prefetto ha due mesi per dare la sua risposta);
  • o una ricevuta per una dichiarazione di erogazione del servizio se non effettua un controllo delle qualifiche. In questo caso, la fornitura del servizio può iniziare;
  • o che stia conducendo il controllo delle qualifiche. In questo caso, il prefetto emette quindi al richiedente una ricevuta che gli consente di iniziare la sua prestazione o, se la verifica delle qualifiche rivela differenze sostanziali con le qualifiche professionali richieste in Francia, prefetto sottopone il richiedente a un test attitudino (vedi infra "Buono a sapersi: misure di compensazione").

In tutti i casi, in assenza di una risposta entro i termini summenzionati, il richiedente è considerato legalmente attivo in Francia.

Documenti di supporto

Il file di pre-segnalazione dell'attività deve includere:

  • Una copia del modulo di dichiarazione fornito nel programma II-12-3 del Codice dello Sport;
  • Un documento d'identità con foto
  • Una copia di un ID
  • Una copia del certificato di competenza o titolo di formazione;
  • Una copia dei documenti che attestano che il dichiarante è legalmente stabilito nello Stato membro dell'istituzione e che non è incorrere in alcun divieto, nemmeno temporaneo, di esercitare (tradotto in francese da un traduttore certificato);
  • nel caso in cui né l'attività né la formazione che conducono a questa attività sia regolamentata nello Stato membro dell'istituzione, una copia di tutti i documenti che giustifichino che il dichiarante ha svolto tale attività in tale Stato per almeno l'equivalente di due anni a tempo pieno negli ultimi dieci anni (tradotto in francese da un traduttore certificato);
  • uno dei tre documenti tra cui scegliere (in caso contrario, si terrà un colloquio):- Una copia di un certificato di qualifica rilasciato dopo la formazione in francese,
    • Una copia di un certificato di livello francese rilasciato da un istituto specializzato,
    • una copia di un documento che attesta un'esperienza professionale acquisita in Francia.

Costo

Gratuito.

Rimedi

Eventuali contenziosi devono essere essuasi entro due mesi dalla notifica della decisione al giudice amministrativo competente.

Per andare oltre Articoli R. 212-92 e successivi, A. 212-182-2 e articoli successivi e Appendice II-12-3 del Codice dello Sport.

c. Effettuare una predichiarazione di attività per i cittadini dell'UE per un esercizio permanente (LE)

Qualsiasi cittadino dell'UE o del SEE qualificato per svolgere tutte o parte delle attività menzionate nell'articolo L. 212-1 del codice dello sport e che desideri stabilirsi in Francia, deve fare una dichiarazione al prefetto del dipartimento in cui intende esercizio come principale.

Questa dichiarazione consente al dichiarante di ottenere una carta professionale e quindi di praticare legalmente in Francia alle stesse condizioni dei cittadini francesi.

La dichiarazione deve essere rinnovata ogni cinque anni.

In caso di differenza sostanziale rispetto alla qualifica richiesta in Francia, il prefetto può deferire il comitato di riconoscimento delle qualifiche al ministro dello sport per la consulenza. Possono anche decidere di sottoporre il cittadino a un test attitudino o a un corso di alloggio (vedi sotto: "Buono a sapersi: misure compensative").

Autorità competente

La dichiarazione deve essere indirizzata alla Direzione dipartimentale responsabile della coesione sociale (DDCS) o alla Direzione dipartimentale responsabile della coesione sociale e della protezione della popolazione (DDCSPP).

Tempo

La decisione del prefetto di rilasciare il biglietto da visita rientra in tre mesi dalla presentazione del fascicolo completo da parte del dichiarante. Tale termine può essere prorogato di un mese su decisione motivata. Se il prefetto decide di non emettere la carta professionale o di sottoporre il dichiarante a una misura di compensazione (prova di idoneità o stage), la sua decisione deve essere motivata.

Documenti giustificativi per la prima dichiarazione di attività

Il file di rapporto attività deve includere:

  • Una copia del modulo di dichiarazione fornito nel programma II-12-2-a del Codice dello Sport;
  • Un documento d'identità con foto
  • Una copia di un ID valido
  • un certificato medico non contraddittorio alla pratica e alla supervisione di attività fisiche o sportive, di età inferiore a un anno (tradotto da un traduttore certificato);
  • Una copia del certificato di competenza o titolo formativo, accompagnata da documenti che descrivono il corso di formazione (programma, volume orario, natura e durata dei tirocini effettuati), tradotti in francese da un traduttore certificato;
  • In tal caso, una copia di qualsiasi prova che giustifichi l'esperienza lavorativa (tradotta in francese da un traduttore certificato);
  • Se il documento di formazione è stato ottenuto in un terzo Stato, copie dei documenti che attestano che il titolo è stato ammesso come equivalenza in uno Stato dell'UE o del SEA che regola l'attività;
  • uno dei tre documenti tra cui scegliere (in caso contrario, si terrà un colloquio):- Una copia di un certificato di qualifica rilasciato dopo la formazione in francese,
    • Una copia di un certificato di livello francese rilasciato da un istituto specializzato,
    • Una copia di un documento che attesta un'esperienza professionale acquisita in Francia;
  • documenti che attestano che il dichiarante non è stato oggetto di nessuna delle condanne o delle misure di cui agli articoli L. 212-9 e L. 212-13 del codice dello sport (tradotto in francese da un traduttore certificato) nello Stato membro di origine.

Prove di una dichiarazione di attività di rinnovo

Il file di rinnovo dell'attività deve includere:

  • Una copia del modulo di rinnovo del reso, modellato sul programma II-12-2-b del Codice dello Sport;
  • Un documento d'identità con foto
  • un certificato medico non contraddittorio alla pratica e alla supervisione di attività fisiche o sportive, meno di un anno.

Costo

Gratuito.

Rimedi

Eventuali contenziosi devono essere essuasi entro due mesi dalla notifica della decisione al giudice amministrativo competente.

Per andare oltre Articoli da R. 212-88 a R. 212-91, A. 212-182 e Orari II-12-2-a e II-12-b del Codice dello Sport.

d. Misure di compensazione

Se vi è una differenza sostanziale tra la qualifica del richiedente e quella richiesta in Francia di svolgere la stessa attività, il prefetto fa riferimento alla commissione per il riconoscimento delle qualifiche, collocata al ministro responsabile dello sport. Questa commissione, dopo aver esaminato e indagato il file, rilascia, entro il mese del suo rinvio, un avviso che invia al prefetto.

A suo parere, la commissione può:

  • ritiene che vi sia effettivamente una sostanziale differenza tra la qualifica del dichiarante e quella richiesta in Francia. In questo caso, la commissione propone di sottoporre il dichiarante a un test attitudinale o a un corso di adeguamento. Definisce la natura e le modalità precise di queste misure di compensazione (la natura delle prove, i termini della loro organizzazione e valutazione, il periodo di organizzazione, il contenuto e la durata del tirocinio, i tipi di strutture che possono ospitare il tirocinante, ecc.) ;
  • che non vi è alcuna differenza sostanziale tra la qualifica del dichiarante e quella richiesta in Francia.

Al ricevimento del parere della commissione, il prefetto notifica al dichiarante la sua decisione motivata (non è obbligato a seguire il parere della commissione):

  • Se il dichiarante richiede un indennizzo, ha un mese di tempo per scegliere tra il test attitudine e il corso di alloggio. Il prefetto rilascia quindi un biglietto da visita al dichiarante che ha rispettato le misure di compensazione. D'altra parte, se il corso o il test attitudine non è soddisfacente, il prefetto notifica la sua decisione motivata di rifiutare di emettere la carta professionale alla persona interessata;
  • se non ha bisogno di un risarcimento, il prefetto rilascia un biglietto da visita alla persona interessata.

Per andare oltre Articoli R. 212-84 e D. 212-84-1 del Codice dello Sport.

e. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'Unione europea o da parte dell'accordo DEL TESORo. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).
Procedura

Il cittadino deve completare un  modulo di reclamo online .

Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.
Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).
Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).