Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Paracadutista professionista

Ultimo aggiornamento: : 2020-04-15 17:23:12

1. Definizione dell'attività

Il paracadutista professionista è un equipaggio di aviazione professionale nell'aviazione civile. La sua attività consiste nel cadere da un'altezza di un centinaio di metri a diverse migliaia, di solito uscendo da un aereo, e poi tornare sulla terra con l'aiuto di un paracadute.

Dopo l'uscita, il paracadutista è in caduta libera per un periodo più o meno lungo a seconda della disciplina praticata, dell'altezza alla quale è stato lasciato cadere e della relativa altitudine di apertura. Può eseguire da solo, per esempio in acrobazia, o con altri paracadutisti delle figure durante la caduta prima di raggiungere il suolo volando il suo paracadute in modo da atterrare nel luogo previsto.

Il professionista può eseguire salti dimostrativi a pagamento o completare una missione di lavoro aereo.

Per andare oltre Articolo L. 6521-1 del codice di trasporto; l'ordinanza del 25 agosto 1954 in relazione alla classificazione degli equipaggi professionali nell'aviazione civile; Articolo 1 dell'ordine sulla creazione di un brevetto e di una patente di paracadutista professionale e di una qualifica di istruttore.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Legislazione nazionale

In qualità di equipaggio professionale nell'aviazione civile, il paracadutista professionista è soggetto all'applicazione degli articoli L. 6521-2 del codice di trasporto, che stabilisce che devono essere:

  • titolare di un titolo aeronautico valido;
  • registrati e in una delle tre categorie:- saggi e ricevimenti,
    • Trasporto aereo,
    • lavoro aereo.

Per svolgere la sua attività, il paracadutista deve detenere il brevetto e la licenza corrispondente alla natura del salto pianificato richiesto.

Si noti che

Equipaggio che fornisce servizi di trasporto aereo o di lavoro stabiliti in uno Stato membro dell'Unione europea (UE) diverso dalla Francia o in una parte statale dell'accordo dello Spazio economico europeo (AEA) o accordi bilaterali l'UE con la Confederazione svizzera e l'equipaggio di un aereo dipendente di un fornitore di servizi di trasporto aereo o di lavoro con sede in uno degli Stati di cui sopra, che sono temporaneamente attivi in Francia, non rientrano nell'ambito di applicazione l'ademazione di tale obbligo. Questo personale fa riferimento alle disposizioni dei "b. cittadini dell'UE: per un esercizio temporaneo e occasionale (consegna gratuita dei servizi)" e "c. cittadini dell'UE: per un esercizio permanente (Free Establishment)" di seguito.

Per andare oltre Articoli L. 6521-1 e quanto segue del codice di trasporto; Articolo 2 del 3 dicembre 1956 decreto sulla creazione di un brevetto e licenza di paracadutisti professionisti e di un istruttore di qualificazione.

Formazione

Nessuno può praticare il paracadutismo se non è in grado di giustificare il possesso della licenza corrispondente alla natura del salto previsto richiesto con tutte le qualifiche necessarie.

La licenza e le qualifiche possono essere rilasciate solo ai titolari di brevetti.

Per andare oltre Articolo 2 del 3 dicembre 1956 decreto sulla creazione di un brevetto e licenza di paracadutisti professionisti e di un istruttore di qualificazione.

Brevetto e licenza di paracadutisti professionisti

Il brevetto è un titolo che sancisco una serie di conoscenze teoriche e pratiche generali. Viene rilasciato dopo l'esame ed è definitivamente acquisito dal suo titolare.

La licenza è un titolo di 12 mesi, che sanziona l'idoneità e il diritto dei titolari di brevetti di svolgere le funzioni corrispondenti.

Esso viene rinnovato per un periodo della stessa durata, a condizione che il richiedente abbia completato venti salti nei dodici mesi precedenti la domanda di rinnovo o cinque salti nei sei mesi precedenti tale domanda. Saranno presi in considerazione solo i salti durante i quali sono stati utilizzati i paracadute.

Il mancato rispetto di queste condizioni deve soddisfare il controllo dell'istruttore sulle prove pratiche necessarie per rilasciare la licenza.

Per andare oltre Gli articoli 1, 7 e 9 dell'ordinanza del 3 dicembre 1956 sulla creazione di un brevetto e licenza di paracadutista professionista e di un istruttore di qualificazione.

Prerogative 

La licenza per paracadutisti professionali consente al titolare di effettuare tutti i tipi di salti con attrezzature in conformità con le normative vigenti in materia di remunerazione.

Per andare oltre Articolo 9 dell'ordine del 3 dicembre 1956 di cui sopra.

Condizioni per il brevetto e la licenza

L'interessato deve:

  • in possesso di un certificato medico di classe 1. Per ulteriori informazioni su questo certificato, si raccomanda di fare riferimento all'ordine del 27 gennaio 2005 sull'idoneità fisica e mentale dell'equipaggio tecnico dell'aviazione civile;
  • Avere diciotto anni;
  • o totale duecentocinquanta salti, tra cui almeno duecento salti durante i quali ha utilizzato solo il dispositivo di apertura controllato e comprendente un minimo di venticinque cadute libere di una durata di 30 secondi o più;
  • cioè, il totale di duecento salti tra cui almeno centocinquanta salti durante i quali ha utilizzato solo il dispositivo di apertura controllata e comprendente un minimo di 25 cadute libere di una durata di 30 secondi o più, se giustifica avere completamente e in modo soddisfacente seguito un insegnamento certificato;
  • soddisfare i test teorici sull'aerodinamica, la costruzione e le attrezzature del paracadute, la tecnica di attuazione e l'uso del paracadute, la meteorologia e le normative aeronautiche;
  • soddisfare i test pratici: si tratta di eventi in corso che includono un test di salti e un test di caduta hardware.

Per andare oltre Gli articoli 4 e 9 dell'ordine del 3 dicembre 1956 di cui sopra; articolo 3 e allegato all'ordinanza del 25 aprile 1962 sul programma e sul regime di esame per il brevetto e la licenza del paracadutista professionista.

Buono a sapersi

Per ottenere il brevetto e la licenza del paracadutista professionista per equivalenza, il candidato deve:

  • Avere 18 anni e detenere un certificato medico di classe 1;
  • Essere un titolare:- che, per almeno dodici mesi, un diploma statale di gioventù, istruzione popolare e sport (DEJEPS) specialità menzionare "paracadutismo", un certificato professionale di gioventù, istruzione popolare e sport ( BPJEPS) specialità "paracadutismo" o un certificato di stato di educatore sportivo (BEES) di primo grado, opzione "paracadutismo", e avendo soddisfatto i test teorici del certificato di paracadutista professionale,
    • oppure, da un certificato di istruttore al salto di apertura controllato ritardato rilasciato dal Ministro della Difesa e giustificare l'aver effettuato una formazione completa e soddisfacente sui regolamenti dell'aviazione civile previsti dall'autorità militare e certificata da un'organizzazione delle forze armate,
    • o, il certificato di equipaggio esperto o paracadutista di test e ricevimenti rilasciato dal ministro della difesa e giustifica di aver effettuato una formazione completa e soddisfacente sulle norme dell'aviazione civile fornito dall'autorità militare e attestato da un'agenzia delle forze armate;
  • 20 salti nei 12 mesi precedenti l'applicazione.

Per andare oltre Articolo 9-2 dell'ordine del 3 dicembre 1956.

Qualifica dell'istruttore

È necessaria una qualifica di istruttore per autorizzare il titolare della licenza di paracadutisti professionisti a dare o dirigere la formazione di volo necessaria per ottenere tale licenza.

Validità

La qualifica dell'istruttore è valida per trentasei mesi, rinnovabile per periodo della stessa durata, a condizione che l'interessato giustificherà di aver condotto la formazione di almeno cinquanta salti durante i ventiquattro mesi precedenti la domanda.

Se l'individuo non ha effettuato questo numero di salti, deve soddisfare il test attitudino di un istruttore paracadutista professionista per i compiti di un istruttore di paracadutisti professionista.

Condizioni

Il candidato deve soddisfare le seguenti condizioni:

  • totale trecentocinquanta salti tra cui almeno trecento salti durante i quali ha utilizzato solo il dispositivo di apertura controllato e comprendente un minimo di quaranta cadute libere della durata compresa tra 30 e 60 secondi e un minimo di dieci cadute libere che durano più di 60 secondi;
  • hanno completato un corso soddisfacente e completo come istruttore di paracadutisti.

Per andare oltre L'articolo 10 dell'articolo del 3 dicembre 1956 ordina noto alla creazione di un brevetto e di una patente di paracadutisti professionisti e di un istruttore di qualificazione.

Buono a sapersi

Per qualificarsi come istruttore paracadutista professionista per equivalenza, devono essere soddisfatti i seguenti requisiti:

  • essere un titolare valido di una licenza di paracadutisti professionisti o soddisfare i requisiti per ottenere il brevetto e la licenza paracadutisti professionale per equivalenza;
  • Essere un titolare:- o, per almeno dodici mesi, una specialità DEJEPS "sviluppo sportivo" menzionare "paracadutismo", o un BEES di secondo grado, opzione "paracadutismo",
    • da una qualifica di formatore ai progressi accompagnati in una caduta o una qualifica di un addestratore pilota di paracadute a due posti con trasporto passeggeri rilasciato dal ministro della difesa,
    • certificato di paracadutista che naviga lo sperimentatore o paracadutista dei test e delle ricezioni, vice capo della missione minimo, rilasciato dal ministro della difesa;
  • hanno effettuato almeno cinquanta salti negli ultimi 24 mesi prima della domanda.

Per andare oltre L'articolo 10.2 dell'articolo del 3 dicembre 1956 ordina noto sulla creazione di un brevetto e licenza di paracadutista professionista e di un istruttore di qualificazione.

Qualifica dei salti con paracadute a due posti
Prerogative

Questa qualifica è necessaria per autorizzare il titolare di una licenza di paracadutista professionale a eseguire salti con paracadute a due posti.

Per andare oltre Articolo 9-1 del decreto del 3 dicembre 1956 sulla creazione di un brevetto e licenza di paracadutisti professionisti e di un istruttore di qualificazione; 30 maggio 2011 ordinano l'addestramento, la qualificazione e la pratica dei salti con paracadute a due posti da parte di paracadutisti professionisti.

Cosa sapere

Ogni pilota paracadute a due posti deve, prima di trasportare un passeggero, assicurarsi di:

  • che il briefing informativo dei passeggeri è stato condotto da un paracadutista che detiene la qualifica di salto con il paracadute a due posti;
  • Ha almeno un altimetro e un taglia-cinghia;
  • in condizioni normali, che il dispositivo di apertura della vela principale sia implementato ad un'altezza minima di 1.500 metri.Per andare oltre articolo 9 dell'ordinanza del 30 maggio 2011.
Validità

La qualifica è valida per dodici mesi. Si proroga se il paracadutista professionista giustifica, nei dodici mesi precedenti la fine della data di validità, l'esecuzione di un centinaio di salti tra cui trenta in un paracadute a due posti o un salto di prova con un istruttore di salto con paracadute a due posti, quest'ultimo che prende Sedile passeggero.

Inoltre, il paracadutista deve eseguire un controllo in volo con un istruttore di salto con paracadute a due posti prima di un controllo teorico delle conoscenze ogni cinque anni dalla data delle qualifiche. La qualifica viene rinnovata se giustifica aver completato il salto del test nei trenta giorni precedenti.

Condizioni di emissione

L'interessato deve:

  • Possesso di una licenza per paracadutisti professionisti
  • avere completato e soddisfacentemente completato la formazione teorica e pratica;
  • salti supervisionati eseguiti in modo soddisfacente.
Condizioni per l'ammissione alla formazione

L'interessato deve:

  • Tenere un certificato di idoneità per i test pratici di volo dell'esame per la licenza di paracadutisti professionisti validi o per una licenza di paracadutisti professionisti;
  • giustificare un totale minimo di mille salti in caduta libera, tra cui almeno duecento salti negli ultimi ventiquattro mesi e almeno un centinaio di salti negli ultimi dodici mesi. Almeno 200 salti devono essere stati effettuati utilizzando un dispositivo di apertura dell'estrattore flessibile;
  • due pratici salti di selezione.

Per andare oltre articolo 2 dell'ordinanza del 30 maggio 2011.

Buono a sapersi

Per qualificarsi per un salto con paracadute a due posti per equivalenza, il titolare di una licenza valida per paracadutisti professionisti deve soddisfare i seguenti requisiti:

  • giustificare un totale minimo di mille salti in caduta libera, tra cui almeno duecento salti negli ultimi ventiquattro mesi e almeno un centinaio di salti negli ultimi dodici mesi. Almeno 200 salti devono essere stati effettuati utilizzando un dispositivo di apertura dell'estrattore flessibile;
  • giustificare l'esecuzione di almeno cento salti con paracadute a due posti;
  • Essere un titolare:- o, per almeno dodici mesi, una specialità "paracadutare" BPJEPS, o una BEES di primo grado, un'opzione di "paracadutismo", una specialità didattica in tandem,
    • una qualifica di pilota di paracadute operativo a due posti nel trasporto passeggeri o una qualifica di addestratore pilota di paracadute a due posti con trasporto passeggeri;
  • hanno una recente esperienza di 100 salti, tra cui trenta salti con paracadute a due posti, nei dodici mesi precedenti alla domanda;
  • hanno aggiornato le conoscenze teoriche specifiche per la pratica del salto con il paracadute a due posti.

Per andare oltre articolo 8 dell'ordine del 30 maggio 2011 sopra riportato.

Costi associati alla qualifica

La formazione che porta al brevetto e la licenza è pagata. Il costo varia a seconda dell'organizzazione della formazione.

Per maggiori dettagli, si consiglia di avvicinarsi all'organizzazione di formazione in questione.

b. Cittadini dell'UE: per esercizi olfatto temporaneo e occasionale (Consegna gratuita dei servizi)

Ogni cittadino di uno Stato membro dell'UE o del CEA che prevede di fornire servizi su base temporanea e casuale deve:

  • Essere legalmente stabiliti in uno Stato membro per lavorare come paracadutista professionista;
  • sono stati paracadutisti in uno o più Stati membri a tempo pieno per almeno un anno o part-time per un periodo totale equivalente ai dieci anni precedenti il beneficio, quando la professione o la formazione in tale paese guida non è regolamentata nello Stato membro dello stabilimento.

Per andare oltre Articolo 2 bis dell'ordine del 3 dicembre 1956 di cui sopra.

c. Cittadini dell'UE: per un esercizio permanente (Free Establishment)

Qualsiasi cittadino di uno Stato membro dell'UE o del CEA può ottenere una licenza per paracadutisti professionisti e, se necessario, le qualifiche associate:

  • se ha il certificato di competenza o la formazione necessaria per svolgere l'attività di paracadutisti in uno di questi stati quando regola la professione;
  • o se dispone di uno o più certificati di competenza o di documenti di prova rilasciati da un'autorità competente di uno di questi Stati membri che non disciplinano tale professione, e che attesta di essere stato preparato per l'esercizio di questa attività, e se ha lavorato come paracadutista professionista a tempo pieno o a tempo parziale per un periodo totale equivalente ai dieci anni precedenti in uno o più di quegli Stati che non regolano tale occupazione.

Per andare oltre Articolo 2 bis dell'ordine del 3 dicembre 1956 di cui sopra.

Tre gradi. Legislazione sociale

Il codice del lavoro è applicabile agli assistenti di volo dell'aviazione civile e ai loro datori di lavoro, a meno che non vi sia una disposizione specifica.

a. Contratto di lavoro

L'impegno di un membro dell'equipaggio di volo professionale si traduce necessariamente nell'istituzione di un contratto di lavoro scritto che specifichi diverse menzioni.

Se il contratto è concluso per una missione specifica, indica la destinazione finale della missione e il tempo da cui è considerata compiuta.

Ogni assistente di volo retribuito ha diritto a uno stipendio garantito su base mensile.

b. Orario di lavoro

Le disposizioni del codice del lavoro relative all'orario di pausa obbligatorio, al lavoro notturno e al riposo giornaliero non si applicano agli equipaggi dell'aviazione civile.

Il tempo di servizio annuale dei paracadutisti non può superare le 2.000 ore, in cui il tempo di volo è limitato a 900 ore.

Oltre ai periodi di congedo legale definiti dal codice del lavoro, questi dipendenti beneficiano di almeno 7 giorni al mese e di almeno 96 giorni all'anno civile senza alcun servizio e obbligo. In questi giorni, notificati in anticipo, possono includere periodi di riposo e tutto o parte del tempo di inattività determinato dalla legge o dalla regolamentazione.

c. Esecuzione del contratto di lavoro

A meno che non si tratti di fornire un servizio pubblico, gli equipaggi aerei e gli assistenti di volo aggiuntivi possono essere assegnati al lavoro aereo in aree di ostilità civile e militare solo se sono volontari. Un appalto speciale definisce quindi le condizioni speciali di lavoro e copre espressamente, oltre ai rischi abituali, i rischi particolari dovuti alle condizioni di impiego.

Con eccezioni, l'attività dei paracadutisti non può essere svolta nel trasporto aereo pubblico oltre i sessant'anni.

Per andare oltre Articoli L. 6521-6 e successivi, L. 6523-1 e successivi del codice di trasporto.

È uno di quattro gradi. Processo e formalità delle qualifiche

a. Pre-registrazione dei registri dell'equipaggio

In qualità di equipaggio professionista nell'aviazione civile, un paracadutista professionista che esercita in modo abituale e principale, per proprio conto o per conto di altri, a scopo di lucro o a pagamento, deve:

  • Mantenimento di una valida designazione aeronautica
  • essere iscritti nel registro per le loro funzioni e in una delle tre categorie seguenti:- saggi e ricevimenti,
    • lavoro aereo.

Per essere iscritto nel registro corrispondente alle sue funzioni, il candidato non deve avere al numero 2 della sua fedina penale alcun riferimento incompatibile con l'esecuzione dei compiti ai quali sta facendo domanda.

Autorità competente 

La richiesta deve essere indirizzata alla Direzione generale dell'aviazione civile, 50 Henry Farman Street, 75720 Paris Cedex 15.

Documenti di supporto

I documenti giustificativi da fornire sono:

  • Forma Cerfa 47-0049;
  • Una copia di un ID
  • Un permesso di soggiorno
  • un estratto n. 3 dalla fedina penale di età inferiore a tre mesi;
  • Un certificato medico
  • una dichiarazione d'onore (compresa la certificazione di essere un regolare e principale marittimo);
  • una dichiarazione di non appartenenza al servizio pubblico;
  • per i marittimi in possesso di una licenza professionale stabilita da uno Stato membro dell'UE e convalidata dalla Francia, una copia di tale convalida;
  • per i dipendenti, una copia certificata del contratto di lavoro che menziona esplicitamente la data di lavoro e i doveri svolti;
  • per i lavoratori autonomi, il certificato di registrazione sul registro di commercio o il certificato di dichiarazione ai servizi fiscali che mostrano chiaramente l'attività del marittimo autonomo;
  • per il personale militare di carriera, il certificato dell'autorità militare che certifica che essi sono collocati in una posizione la cui durata non è presa in considerazione nel calcolo della pensione militare e che non vieta loro di un'attività retribuita primaria al di fuori Esercito.

Per andare oltre Articoli L. 6521-2 e L. 6521-3 del Codice di Trasporto; decreto del 21 gennaio 1998 sulle procedure di registrazione degli equipaggi professionali nell'aviazione civile.

b. Effettuare una predichiarazione dell'attività per i cittadini dell'UE impegnati in attività temporanee e occasionali (LPS)

Prima della prima prestazione di servizi, il cittadino deve presentare una richiesta scritta all'autorità competente che può ordinare una verifica delle sue qualifiche professionali.

L'ispezione effettuata deve consentire al ministro incaricato dell'aviazione civile, su consiglio del Consiglio del personale vela professionale dell'aeronautica civile o del suo gruppo di esperti, di garantire che l'interessato, per l'esercizio dell'attività, paracadutista non presenta alcuna inadeguatezza professionale che potrebbe influenzare la sicurezza.

Dopo tutti i controlli, se il candidato è ritenuto idoneo, gli viene rilasciata la licenza del paracadutista professionista e, se necessario, le qualifiche associate. In caso contrario, la domanda viene obiettata e il richiedente non è autorizzato a svolgere attività di paracadutisti professionali. Il richiedente può rappresentarsi nel test attitudine.

Autorità competente

La richiesta deve essere indirizzata al Ministro dell'Aviazione Civile (Direzione Generale dell'Aviazione Civile, 50 Henry Farman Street, 75720 Paris Cedex 15).

Condizioni di licenza

Il richiedente deve:

  • soddisfare gli standard medici (vedi supra "2 a. Formazione");
  • giustificare la conoscenza delle normative nazionali in materia di aviazione attraverso un corso di adattamento con un operatore o superando il test del diritto aereo 010 dell'esame teorico della licenza pilota commerciale (CPL);
  • soddisfare i requisiti minimi di esperienza.

Tempo 

Entro un mese dalla ricezione della domanda e dei documenti allegati, il ministro responsabile dell'aviazione civile:

  • informa l'interessato dell'ecometo dell'audit;
  • o richieste di ulteriori informazioni specificando le informazioni da fornire. In questo caso, prende la decisione entro due mesi dalla ricezione delle informazioni supplementari.

Misure di compensazione

Il ministro dell'aviazione civile può richiedere al richiedente di dimostrare di avere le conoscenze, le competenze o le competenze mancanti attraverso un test attitudini:

  • in caso di sostanziale differenza tra le competenze professionali del richiedente e quelle acquisite dalla formazione teorica e pratica necessaria per svolgere l'attività di paracadutista professionista sul territorio francese;
  • o quando queste sono inferiori, in quanto questa differenza può influire sulla sicurezza aerea e non può essere compensata dall'esperienza lavorativa della persona o dalle conoscenze, competenze e competenze acquisite durante la l'apprendimento permanente che è stato convalidato da un organismo competente per questo scopo.

Per andare oltre Articolo 2 bis del decreto del 3 dicembre 1956 sulla creazione di un brevetto e licenza di paracadutisti professionisti e di un istruttore di qualificazione.

c. Ottenere una licenza per i cittadini dell'UE per un esercizio permanente (LE)

Per ottenere la licenza e, se necessario, le qualifiche associate, il professionista deve rivolgersi all'autorità competente.

Dopo tutti i controlli, se il candidato è ritenuto idoneo, gli viene rilasciata la licenza del paracadutista professionista e, se necessario, le qualifiche associate.

In caso contrario, la domanda viene obiettata e il richiedente non è autorizzato a svolgere attività di paracadutisti professionali.

Autorità competente 

Il richiedente deve presentare la sua domanda al Ministro dell'Aviazione Civile (Direzione dell'Aviazione Civile, 50 Henry Farman Street, 75720 Paris Cedex 15).

Condizioni di licenza

Il richiedente deve:

  • Soddisfare gli standard medici
  • giustificare la conoscenza delle normative nazionali in materia di aviazione attraverso un corso di adattamento con un operatore o superando il test del diritto aereo 010 dell'esame teorico della licenza pilota commerciale (CPL);
  • soddisfare i requisiti minimi di esperienza.

Se vi è un serio e concreto dubbio sul livello sufficiente di conoscenza linguistica in francese della persona che beneficia del riconoscimento delle sue qualifiche professionali in relazione alle attività di paracadutisti professionisti, il Il ministro può imporre un controllo delle competenze linguistiche.

Misure di compensazione

Se le conoscenze, le competenze e le competenze acquisite dal richiedente attraverso la formazione, l'esperienza lavorativa e l'apprendimento permanente sono sostanzialmente diverse o meno in termini di contenuto rispetto a quelle acquisite con una formazione teorica e pratica per svolgere l'attività di paracadutista professionista in Francia, il ministro incaricato dell'aviazione civile può, su consiglio del Consiglio, dell'equipaggio professionale dell'aeronautica civile o del suo gruppo esperto, prendere la decisione debitamente giustificata di imporre alla persona:

  • un corso di adattamento che è in fase di valutazione e possibilmente accompagnato da un'ulteriore formazione;
  • o un test attitudinivo per valutare la capacità del richiedente di svolgere attività di paracadutisti professionisti.

La scelta è lasciata al richiedente. Il ministro dell'aviazione civile assicura che il richiedente abbia la possibilità di presentare il test di idoneità entro un massimo di sei mesi dalla decisione iniziale che richiede il test attitudinitivo del richiedente.

Per andare oltre Articolo 2 bis del decreto del 3 dicembre 1956 sulla creazione di un brevetto e licenza di paracadutisti professionisti e di un istruttore di qualificazione.

d. Rimedi

Centro di assistenza francese

Il Centro ENIC-NARIC è il centro francese per informazioni sul riconoscimento accademico e professionale dei diplomi.

Solvit

SOLVIT è un servizio fornito dall'Amministrazione nazionale di ogni Stato membro dell'Unione europea o da parte dell'accordo DEL TESORo. Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione a una controversia tra un cittadino dell'UE e l'amministrazione di un altro di questi Stati. SOLVIT interviene in particolare nel riconoscimento delle qualifiche professionali.

Condizioni

L'interessato può utilizzare SOLVIT solo se stabilisce:

  • che la pubblica amministrazione di uno Stato dell'UE non ha rispettato i propri diritti ai sensi del diritto dell'UE in qualità di cittadino o di un'altra impresa di un altro Stato dell'UE;
  • che non ha già avviato un'azione legale (l'azione amministrativa non è considerata come tale).

Procedura

Il cittadino deve completare un  modulo di reclamo online .

Una volta che il suo fascicolo è stato inviato, SOLVIT lo contatta entro una settimana per richiedere, se necessario, ulteriori informazioni e per verificare che il problema rientri nelle sue competenze.

Alla fine del periodo di 10 settimane, SOLVIT presenta una soluzione:

  • Se questa soluzione risolve la controversia sull'applicazione del diritto europeo, la soluzione viene accettata e il caso viene chiuso;
  • in caso di soluzione, il caso viene chiuso come irrisolto e deferito alla Commissione europea.

Documenti di supporto

Per entrare in SOLVIT, il cittadino deve comunicare:

  • Dati di contatto completi
  • Descrizione dettagliata del suo problema
  • tutte le prove nel fascicolo (ad esempio, corrispondenza e decisioni ricevute dall'autorità amministrativa competente).

Tempo

SOLVIT si impegna a trovare una soluzione entro dieci settimane il caso è stato rilevato dal centro SOLVIT nel paese in cui si è verificato il problema.

Costo

Gratuito.

Ulteriori informazioni

SOLVIT in Francia: Segretariato generale per gli affari europei, 68 rue de Bellechasse, 75700 Parigi ( sito ufficiale ).