Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookie che consentono di realizzare statistiche sulle visite.Saperne di più Accetto

Conducente di auto da trasporto senza conducente (VTC)

1. Definizione dell'attività

Il conducente di un'auto da trasporto con autista (VTC) è un professionista la cui attività consiste nel trasportare persone e bagagli con prenotazioni anticipate utilizzando un veicolo con almeno quattro e non più di nove posti, tra cui autista.

Il conducente può operare come operatore di autodadi da trasporto con autista (VTC), a condizione che sia registrato nel registro VTC (vedi scheda Operatore di autodadi da trasporto senza conducente (VTC) ).

Regolamento delle attività

A differenza dei taxi, il conducente VTC non è idoneo per l'autorizzazione di parcheggio:

  • Egli deve giustificare una pre-prenotazione per prendersi cura di un cliente;
  • è vietato praticare il predoni, cioè fermarsi, parcheggiare o guidare sulla corsia aperta al traffico pubblico in cerca di clienti;
  • non può parcheggiare sulla corsia aperta al traffico pubblico nella parte anteriore delle stazioni e dei terminal più di un'ora prima che il cliente che ha effettuato una prenotazione di prenotazione sia curato;
  • Al termine del servizio, egli è tenuto a tornare al posto del gestore di tale auto o in un luogo, fuori dalla carreggiata, dove è consentito il parcheggio, a meno che non giustifichi un'altra prenotazione anticipata o un contratto con il cliente finale.

Per andare oltre: Sezioni L. 3120-2 e L. 3122-9 del codice di trasporto.

Due gradi. Qualifiche professionali

a. Requisiti nazionali

Il driver VTC deve soddisfare determinate condizioni di installazione e di funzionamento, tra cui:

  • Avere una patente di guida
  • Soddisfare una condizione di fitness professionale
  • soddisfare una condizione di onore professionale.

Inoltre, il conducente deve aver stipulato una polizza di assicurazione di responsabilità civile e deve rivolgersi all'autorità amministrativa per una scheda di guida VTC professionale.

Per andare oltre: Articoli L. 3120-2, L.3120-4, R. 3120-1 a R.3120-9 del codice di trasporto.

Condizioni della patente di guida

Il conducente VTC deve avere la patente di guida per guidare il veicolo utilizzato. Il periodo di prova della patente di guida deve essere scaduto. Per i cittadini di uno Stato membro dell'Unione europea o di una parte dello Stato dello Spazio economico europeo, il conducente VTC deve essere in possesso di una patente rilasciatagli da più di tre anni.

Per andare oltre: Sezione R. 3120-6 e R. 3120-8-1 del codice di trasporto.

Condizione di attitudine professionale

Lo stato del fitness professionale può essere verificato superando un esame di ammissione del conducente vtc. Questo esame comprende prove scritte di ammissibilità e un test di ammissione pratico, il cui programma e le prove sono definiti per ordine congiunto del Ministro dei Trasporti e del Ministro responsabile per l'Economia.

Le prove scritte consistono in un nucleo comune tra i candidati per la professione di pilota taxi e VTC, e test specifici per la professione di pilota VTC. La prova pratica di ammissione consiste in una situazione.

Le sessioni d'esame sono organizzate dalle Camere di Commercio e Artigianato (CMA). Il candidato deve pagare una tassa di iscrizione (circa 202 euro nel 2019 per tutti i test). La registrazione deve essere effettuata online sulla piattaforma dedicata . I candidati sono fortemente invitati a pagare le loro tasse di registrazione online con carta di credito.

I documenti giustificativi da fornire al momento della registrazione consistono in:

  • Una recente fotografia d'identità
  • Una copia della prova d'identità valida (CNI, passaporto);
  • prova di residenza di meno di 3 mesi
  • una fotocopia a due lati della patente di guida B;
  • per gli stranieri provenienti da uno Stato non UE, il permesso di lavoro di cui all'articolo L.5221-2 del codice del lavoro;
  • un certificato medico, originale e rilasciato da un ufficiale medico, come definito nella II di cui all'articolo R. 221-11 dello Highway Traffic Act, meno di due anni;
  • pagamento delle tasse di registrazione, tramite assegno o direttamente sulla piattaforma di registrazione.

Un candidato non è autorizzato a sostenere l'esame se è stato sottoposto a:

  • un ritiro permanente del suo biglietto da visita VTC nei dieci anni precedenti la sua applicazione;
  • esclusione per frode all'esame di ammissione nella professione di conducente VTC negli ultimi cinque anni.

Per andare oltre: Articoli L. 3120-2-1 e R. 3120-7 del Codice di Trasporto; Articoli 24-24-2 e 26 del Codice dell'Artigianato; 6 aprile 2017 ordinanza sui programmi e la valutazione degli esami per l'accesso alle professioni di tassista e autista di auto da trasporto con autista; Ordine del 6 aprile 2017 che fissa gli importi delle tasse di immatricolazione per gli esami del tassista e autista dell'auto da trasporto con autista; regolamento generale dell'esame approvato da CMA France, accessibile sui siti delle camere regionali di artigianato e artigianato.

La condizione di fitness professionale può essere determinata anche dall'equivalenza. In questo caso, il conducente deve giustificare un minimo di un anno di esperienza lavorativa, a tempo pieno o a tempo parziale per un periodo di tempo equivalente, nelle funzioni di conducente professionale del trasporto di persone, durante i dieci anni prima della domanda di biglietto da visita.

Per andare oltre: Sezione R. 3122-11 del codice di trasporto.

Forma fisica

Per svolgere la sua attività, il conducente VTC deve aver effettuato un controllo medico di idoneità per guidare con un medico approvato dal prefetto. Dopo questa visita medica, se dichiarata idonea, al conducente viene rilasciato un certificato rilasciato dal prefetto.

Per andare oltre: Articolo R. 221-10 della legge sul traffico stradale; dell'ordinanza del 31 luglio 2012 relativa all'organizzazione del controllo medico dell'idoneità alla guida.

Formazione continua

Il conducente VTC è tenuto a completare un corso di formazione continua ogni cinque anni presso un centro di formazione approvato. Lo scopo di questa formazione di 14 ore è quello di aggiornare le conoscenze del professionista. Ha diversi moduli obbligatori, e un modulo di scelta in un elenco predefinito. Al termine della formazione, il candidato riceve un certificato di formazione di follow-up.

Per andare oltre: Articolo R. 3120-8-2 del codice dei trasporti; dell'11 agosto 2017 relativo alla formazione continua dei tassisti e dei conducenti di auto da trasporto con autista e alla mobilità dei tassisti.

b. Cittadini dell'UE: per l'esercizio temporaneo e casuale (fornitura gratuita di servizi)

Non esiste una disposizione specifica per il cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea o una parte statale dell'accordo sullo Spazio economico europeo per l'esercizio dell'attività di guida VTC su base temporanea e occasionale. In quanto tale, il professionista che desidera svolgere questa attività su base temporanea e casuale in Francia è soggetto agli stessi requisiti della cittadina francese.

c. Cittadini dell'UE: per un esercizio permanente (stabilimento libero)

I cittadini di uno Stato membro dell'Unione europea o di una parte dello Stato dello Spazio economico europeo possono esercitare la professione di conducente VTC sul territorio nazionale in modo sostenibile. Per fare questo, devono prima giustificare la loro idoneità professionale:

  • sia dalla produzione di un certificato di competenza o un certificato di formazione rilasciato dall'autorità competente di uno di questi stati, quando tale certificazione o titolo è necessario per eseguire i servizi di guida di VTC (riconoscimento reciproco Qualifiche);
  • sia attraverso la produzione di parti che stabiliscono un'esperienza lavorativa di almeno un anno a tempo pieno, o part-time per un periodo equivalente di tempo, nel corso degli ultimi dieci anni (equivalenza);
  • o superando l'esame di ammissione.

Disposizioni specifiche si applicano ai casi in cui vi è una differenza tra la formazione ricevuta da un richiedente nel suo stato di origine e le competenze che devono essere convalidate dall'esame VTC ai sensi del codice di trasporto. In questo caso, se le competenze acquisite dal richiedente durante la sua esperienza professionale o attraverso la formazione che ha ricevuto nel suo Stato d'Origine non coprono questa differenza o discrepanza, rispetto alle materie essenziale per l'esercizio dell'attività di guida del VTC, del prefetto di reparto o del prefetto di polizia, come può essere il caso, può richiedere al richiedente di superare un test attitudinale o di prendere un corso di adeguamento, al fine di compensare tale differenza.

I cittadini dell'Unione europea o un partito statale dello Spazio economico europeo devono avere un livello in francese sufficiente a praticare la professione. Un controllo del livello di conoscenza della lingua può essere organizzato se vi è un serio e concreto dubbio sul livello sufficiente di conoscenza linguistica del professionista in relazione alle attività che intende svolgere.

Per andare oltre: Sezione R. 3120-8-1 del codice di trasporto.

Tre gradi. Condizioni di onorabilità

Il professionista che desidera svolgere l'attività del conducente VTC deve soddisfare una condizione di onorabilità professionale. Inoltre, non deve essere stato oggetto di:

  • una riduzione della metà del numero massimo di punti sulla patente di guida;
  • una condanna definitiva per guida di un veicolo senza patente o per essersi rifiutato di restituire la patente di guida dopo l'invalidazione o la cancellazione della patente di guida;
  • una condanna definitiva emessa da un tribunale francese o straniero a una pena penale o una pena penitenziaria di almeno sei mesi di reclusione per furto, frode, violazione della fiducia, violazione intenzionale dell'integrità del violenza sessuale, traffico di armi, estorsione o reati di droga.

Per andare oltre: Sezione R. 3120-8 del codice di trasporto.

(4) Sanzioni amministrative e penali

Per gli operatori di veicoli da trasporto con autista, la mancata registrazione presso il registro VTC è punibile con un anno di reclusione e una multa di 15.000 euro. L'operatore naturale può anche essere sospeso fino a 5 anni, confiscare il suo veicolo o immobilizzato per un massimo di un anno.

Il fatto che un conducente VTC si prenda cura di un passeggero senza prenotazione preventiva o pratica predoni lo espone alle stesse sanzioni.

Inoltre, il conducente incorre nel ritiro temporaneo o permanente del suo biglietto da visita in caso di violazione delle norme applicabili al trasporto pubblico particolare di persone.

Per andare oltre: Sezioni L. 3124-7, L. 3124-11 e L. 3124-12 del codice di trasporto.

Cinque gradi. Applicazione per il biglietto da visita del conducente VTC

Detenere una carta di guida VTC professionale è obbligatorio per praticare la professione.

Autorità competente

Il professionista deve presentare la sua richiesta al prefetto del dipartimento del luogo di residenza.

Documenti di supporto

Si consiglia di avvicinarsi alla prefettura in cui il professionista desidera praticare per conoscere l'elenco delle parti da fornire al momento della domanda.

Tempo

La prefettura rilascia il biglietto da visita del conducente VTC entro tre mesi dalla presentazione della domanda.

Bligazioni

Un conducente VTC che utilizza il suo veicolo professionalmente deve posizionare il suo biglietto da visita VTC sul parabrezza o, in mancanza di ciò, sul veicolo in modo tale che la fotografia sia facilmente visibile dall'esterno.

Per andare oltre: Sezioni L. 3120-2-2 e R. 3120-6 del codice di trasporto.